Cerca Hotel al miglior prezzo

Una Pizza da guinness: a FICO un assaggio d'Italia, tra qualitą, eccellenza e tipicitą

Sono stati davvero tanti i curiosi che, come noi, sabato 27 luglio hanno partecipato a un’impresa gastronomica spettacolare al Parco del cibo di Bologna - FICO Eataly World.

Obiettivo? Sfornare una vera “Pizza da guinness”, un’opera titanica, pensata con lo spirito di divertirsi tutti insieme. L’evento, nato con la collaborazione di Napoli Pizza Village, ha portato in tavola una pizza da record, lunga 500 metri e preparata utilizzando oltre 500 chili di farina, 400 chili di pomodoro, ben 50 litri di olio extravergine e 10 di basilico.

Una squadra di pizzaioli all'opera


All’opera una trentina di bravissimi pizzaioli, tra cui Fabio Cristiano e Davide Cecora – entrambi nella squadra formata da veri maestri nell’arte di impastare pizza, entrati nel Guinness World Record per il primato mondiale di velocità, lo scorso anno in Svizzera –; l’impasto da record è stato quindi cotto grazie a due forni a legna mobili e condito metro dopo metro.

Nel team della Pizza da guinness anche molti under 30 di RossoPomodoro, tra cui Emanuele Mennella, classe '98, di Rossopomodoro Rimini, il più giovane pizzaiolo della manifestazione.

A rendere così speciale l’evento e la pizza da record è stata sicuramente la farcitura, realizzata con 50 prodotti tipici del nostro bel paese e così a ogni regione sono stati dedicati ben 25 metri di pizza, per un viaggio nel gusto lungo tutto lo stivale.

Un assaggio d’Italia, tra qualità, eccellenza e tipicità


L’impresa Pizza da guinness ha celebrato la biodiversità gastronomica italiana così come ci racconta Federico Gardumi, Responsabile eventi FICO Eataly World: “Questa iniziativa è nata perché di fatto ci piace fare sempre qualcosa che abbia un’attinenza con quello che è il Parco FICO (…), dove trovate le regioni con tutte le loro eccellenze come se fosse un po’ una sintesi dell’Italia. (…) La stessa cosa sta succedendo qui, abbiamo scelto di farlo con Napoli Pizza Village, nostro partner per questo evento, che ha già realizzato la pizza più lunga del mondo. In questo caso il guinness è un po’ diverso, e punta più sulla qualità, l’eccellenza ma anche la diversità che abbiamo”.

Il condimento di questa pizza da record, oltre a essere vario, è davvero di qualità; tutti ingredienti scelti, dalla bottarga sarda alla fontina valdostana, dallo speck trentino all’nduja calabrese sono stati selezionati con cura dal team, come ci conferma Claudio Sebillo, CEO di Napoli Pizza Village. “Abbiamo scelto di realizzare questa pizza che non solo è tanto lunga, 500 metri, ma soprattutto è stata capace di mettere insieme, attraverso gli ingredienti autoctoni e maggiormente rappresentativi, tutte le venti regioni italiane (…). Abbiamo fatto un lavoro che ci vede impegnati per questo evento da circa 3 mesi (…), non solo abbiamo selezionato tutte le materie prime e le eccellenze delle venti regioni, ma i nostri pizzaioli chef hanno fatto un lavoro egregio perché hanno scelto ma soprattutto hanno saputo mettere insieme gli ingredienti per realizzare una pizza buona oltre che coreografica”.

Degustazione libera



Al termine della cottura il nastro di pizza, disteso su 270 tavoli, è stato condito per la degustazione gratuita offerta a tutti i partecipanti; un gesto di convivialità che punta a unire le persone, nello spirito degli organizzatori: “Per la filosofia dell’iniziativa, che è quella di coinvolgere, condividere e stare insieme, abbiamo fatto di tutto per far sì che fosse gratuito” – ci spiega sempre Federico Gardumi, Responsabile eventi FICO Eataly World“e che la gente potesse venire e potesse iscriversi anche online per avere la possibilità di mangiare un pezzettino di questa enorme pizza”.

Il parco del cibo di Bologna, sempre attivo nell’organizzare tour per far conoscere le particolarità di ogni produttore presente a FICO, workshop per valorizzare i prodotti tipici italiani e corsi per esperienziali per far capire come fare o come viene fatto un prodotto, sarà presto al centro di nuove iniziative…appuntamento a settembre con lo Sfilatino più lungo, un panino di 100 metri farcito con il Prosciutto San Daniele!

Per approfondire le informazioni sull’evento svoltosi sabato 27 luglio, leggi anche la nostra scheda dedicata all'evento

  •  

 Pubblicato da il 29/07/2019 - - ® Riproduzione vietata