Cerca Hotel al miglior prezzo

Lo Stabilimento termale delle Terme Felsinee a Bologna

Lo stabilimento termale “Terme Felsinee” di Bologna si trova nel quartiere Barca della città, a poche centinaia di metri da importanti punti di interesse locali come lo Stadio Dall’Ara e la Certosa di San Girolamo. Assieme alle Terme di San Luca e a quelle di San Petronio risulta essere uno dei tre stabilimenti termali che sorgono all’interno del perimetro cittadino, ed è allo stesso tempo uno dei sei che si trovano in provincia di Bologna. Allo scopo di garantire un comune elevatissimo standard di qualità nell’erogazione di trattamenti e servizi termali, Terme Felsinee aderisce assieme agli altri stabilimento della provincia bolognese al circuito termale denominato Mare Termale Bolognese.

Il complesso si trova in posizione leggermente decentrata rispetto al centro storico di Bologna, ad un paio di km di distanza dalle possenti mura medioevali, che si possono però facilmente raggiungere imboccando la Strada Statale 64 “Porrettana” che passa proprio nei pressi.
D’altra parte la presenza di due grandi parchi come l’Area verde della Filanda e l’enorme parco che circonda la Certosa, fanno di questa zona la più adatta in assoluto per gustarsi in un’atmosfera piacevole e rilassante i benefici delle calde acque termali.

Storia dello stabilimento termale

Come non di rado avviene, il periodo in cui inizia la storia termale dell’area bolognese comincia nel corso della dominazione romana, in particolare con la prima epoca imperiale. Le prime fonti scritte che ci parlano delle terme bolognesi sono infatti due iscrizioni risalenti, la prima al II secolo d.C., e la seconda al III secolo d.C., da cui emerge che già al tempo dell’imperatore Augusto sorgeva il primo stabilimento pubblico termale dell’area.

Dalle medesime iscrizioni si ricava ancora che nel II secolo d.C. il facoltoso Tito Avasio Servando lasciò ben 400.000 sesterzi di eredità al figlio Seneca allo scopo di rendere pubblico l’accesso alle strutture termali. Lo stabilimento delle Terme Felsinee risulta, fra quelli moderni, il più longevo ancora in attività, dopo la chiusura degli storici stabilimenti delle Terme di Corticella e delel Terme di Casaglia, che avevano aperto i battenti fra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento.

Acque e trattamenti termali

Gli impianti termali della Terme Felsinee utilizzano le acque teapeutiche della fonte Alexander e della fonte San Luca, che sono acque classificate rispettivamente come bicarbonato-solfato-calcica e sulfurea-bicarbonato-calcica. Leggermente alcaline, sono acque ipotermali, in quanto la prima sgorga ad una temperatura alla fonte pari a 15 gradi, la seconda ad una temperatura di circa 16 gradi.

L’acqua della fonte Alexander è uilizzata in ambito curativo nel trattamento inalatorio per risolvere patologie otorinolaringoiatriche, nel trattamento balneoterapico e sotto forma bibita termale in quello idropinico per curare patologie artroreumatiche ed effettuare la riabilitazione motoria.

Poichè risulta efficace nell’eliminare l’acido urico, viene impiegata anche, come bibita, nei casi di situazioni dismetaboloiche ovvero malattire del ricambio come la gotta o l’ipercolesterolemia.

L’acqua della fonte san Luca, unica in Italia fra le acque sulfuree ad essere classificata come oligominerale, viene a sua volta impiegata nell’ambito delle terapie inalatorie, per le insufflazioni endotimpaniche con cui si combatte la sordità rinogena e come bibita termale per la cura idropinica.
Oltre alle tradizionali terapie termali, Terme Felsinee propone una serie di trattamenti in cui il paziente è agente attivo invece che soggetto passivo della cura: fra questi, rientrano i percorsi di riabilitazione in piscina termale per situazioni post-traumatiche o post-chirurgiche, e le cure rigenerative, cioè percorsi sia susseguenti che preventivi relativi a problemi metabolici e connettivali, ma anche a trattamenti antalgici e stimolazione delle difese del sistema immunitario.

Informazioni utili per visitare le terme

Indirizzo, telefono, sito ufficiale
Via Giuseppe di Vagno, 7, 40133 Bologna BO

tel. 051 619 8484
www.termefelsinee.it


Come arrivare
Chi viaggi in auto o con un mezzo di spostamento autonomo può percorrere sia la A14 che la A1, a seconda della direzione di provenienza, per poi uscire nei pressi del grande svincolo di Casalecchio di Reno, sull’Asse Sud-Ovest, da cui uscire dopo 4/5 km nei pressi del Parco della Filanda, su cui si affaccia lo stabilimento termale. Molto comodo e veloce anche il collegamento con i mezzi pubblici: una volta arrivati alla Stazione Centrale di Bologna, infatti, si può scegliere se proseguire in treno fino alla Stazione Casalecchio Garibaldi, o raggiungere la medesima con i bus delle linee 95210 e 95211. In entrambi i casi si coprono poi i 4 km fino a Terme Felsinee a piedi, oppure in taxi/bus in meno di cinque minuti.

01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close