Cerca Hotel al miglior prezzo

La Festa Rinascimentale alla Rocca di Forlimpopoli

Evento concluso!
Attenzione, evento concluso!
Se verrà riproposto aggiorneremo le date!
La Rocca Albornoziana (anche chiamata Rocca Orderlaffa) è da sempre il sogno (quasi) proibito dei turisti che agognano trovarvisi di fronte almeno una volta per poterla ammirare in tutta la sua maestà e magnificenza. Eppure a Forlimpopoli – uno dei borghi italiani più belli e caratteristici entro i confini della calorosa Emilia-Romagna – il Castello sa anche darsi completamente diventando una dimora castellare “trasparente” in occasione della Festa rinascimentale “Un giorno nella Rocca di Forlimpopoli”, che i locali chiamano in dialetto “Un dè int la Ròca ad Frampùl”.

Anno Domini 2018, dal 6 al 9 settembre: è tempo della XL edizione di una spettacolare rievocazione storica reiterata ormai da decenni nella cittadina in provincia di Forlì-Cesena, allo scopo di ricordare un appuntamento mondano che si svolse nel lontano ‘500, ovvero i festeggiamenti organizzati dalla contessa Battistina Savelli per il ritorno dalla Francia del consorte Brunoro II Zampeschi, trionfante nella battaglia contro gli Ugonotti.

Quei giorni di Festa Rinascimentale devono essere stati memorabili, risonanti se non epocali, così quello spirito allegro e quel giubilo è trasalito fino ai giorni nostri, venendo catapultato dal XVI secolo al Terzo Millennio preservando tuttavia l’essenza dell’antico, i sapori medievali, l’atmosfera cavalleresca. Da giovedì a domenica gli interni del maniero affacciato sulla piazza principale di Forlimpopoli aprono i battenti alzando il sipario sull’avvenimento con la A maiuscola, articolato nell’arioso cortile del castello, illuminato dalle torce accese e popolato da mercanti, artigiani, commercianti interpreti di un mercato ch’è soltanto uno dei pregevoli aspetti della Festa rinascimentale.

Essa appare inesauribile, riservando molteplici sorprese ai partecipanti, e una di queste è rappresentata dalla Cena con delitto, un divertente gioco/spettacolo che su prenotazione coinvolge i commensali in un’indagine condotta da tutti per scoprire insieme al Commissario Boso l’assassino della stilista Rebecca Armadi (tranquilli, è solo finzione). Artefici dell’ordito sono i Clerici Vagantes, che presentano Delitto alla sfilata. Il menù (disponibile anche in versione vegetariana) vi terrà incollati alla sedia con sguardo e bocca persi nel piacere di sapori inauditi, fra un crostino con fegatini, prosciutto, torta salata di zucca e ricotta, lasagne con zafferano, ricotta e pancetta, una coscia di maiale al forno aromatizzato, zuppa tartara e vino a fiotti.

I Clerici Vagantes summenzionati corrispondono a uno dei tanti gruppi impegnati nella riuscita della Festa Rinascimentale, indi per cui si fanno altresì i nomi del Gruppo Storico Brunoro II, il Falconiere Freddy, la Schola hominum burgi, la Società dei Vai, l’arciere Paolo Neri, i Malatesta, i Nobili di Rocca delle Caminate, la Corte di Giovedìa, gli Arcieri di San Sebastiano, Skizzo & Jf, Li Sparvieri Maledetti e Lux Arcana. Tutte queste maestranze mettono in piedi un grande, coinvolgente baraccone assemblato pezzo per pezzo secondo i dettami di un programma a dir poco sorprendente.

S’inizia con il Percorso sui camminamenti alla scoperta della vita di corte di Brunoro II, seguito dall’interessante conferenza tenuta da Federico Marangoni, narratore della storia medievale; venerdì già dalla mattina apre il MAF – Museo Archeologico di Forlimpopoli, mentre la sera va in scena Forlimpopoli nel Rinascimento, una esaustiva visita guidata per svelare gli usi e costumi della città nel ‘500; sabato ampio spazio nel cortile interno della Rocca al mercato rinascimentale in coabitazione con la mostra fotografica “Lo ritratto della festa”, poi nel pomeriggio presso il Fossato della Rocca apertura dell’accampamento medievale e della zona giochi per bambini con il laboratorio creativo “La spada e il suo guerriero”; l’apertura dell’Hostaria del Pellegrino coincide con la visita guidata all’accampamento, successiva alla quale è la serale Contesa delle bandiere, l’attesa gara fra le quattro contrade di Forlimpopoli; i combattimenti con le spade infuocate e la rappresentazione “Assedio a Gerusalemme” chiudono la giornata; domenica, infine, si svolgono il corteo storico con i figuranti in costume e lo spettacolo d’azione.

"Un giorno nella Rocca di Forlimpopoli" è un contenitore di esibizioni, prove di abilità, consessi di tamburini, sbandieratori, arcieri e guerrieri che rende onore alla tradizione forlimpopolese entrando a pieno titolo nel novero delle più influenti e appassionanti manifestazioni storiche d’Italia.

Informazioni utili, date, orari per partecipare alla festa

Nome: Un giorno nella Rocca di Forlimpopoli, Festa Rinascimentale
Dove: Rocca Albornoziana – Forlimpopoli (Forlì-Cesena)
Quando: dal 6 al 9 settembre 2018
Orari: giovedì 6 dalle ore 20.00, venerdì 7 dalle ore 9.00 alle ore 24.00, sabato 8 e domenica 9 dalle ore 10.00 alle ore 24.00
Biglietto: ingresso gratuito, cena con delitto € 25.00 previa prenotazione al tel. 347/5635534 o mail a info@brunoro.net
Tipologia: rievocazione storica
Programma: consultare il sito ufficiale
Ulteriori informazioni: consultare la pagina Facebook

Come arrivare

Da Forlì in auto, prendere la SS 9 Via Emilia in direzione di Forlimpopoli; la stazione ferroviaria locale è ubicata in via Roma 21, la Forlimpopoli-Bertinoro; trasporto pubblico affidato alle Autolinee ATR; l’aeroporto di Forlì dista 6 km dalla località.

Scopri tutti gli eventi dell'Emilia-Romagna

Calendario delle aperture
Attenzione: evento terminato!

Settembre 2018
D L M M G V S
           
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
           
Diniego di responsabilità: la Redazione cerca di mantenere sempre aggiornate le date di apertura, ma consigliamo di visionare i siti ufficiali prima di organizzare una visita.
  •