Cerca Hotel al miglior prezzo

Algarve cosa vedere: itinerario tra i posti e le spiagge pił belle

Pagina 1/2

Il Portogallo è una meta straordinaria da scoprire in qualsiasi stagione dell'anno. In estate, in particolare, la costa meridionale diventa la meta di milioni di turisti provenienti da tutta Europa.
L'Algarve è infatti una delle regioni più visitate e apprezzate: circa 300 km di costa sulla quale si affacciano le più belle spiagge del paese, cittadine pittoresche e un entroterra collinare dove compiere escursioni nella natura.

Vi proponiamo di seguito un itinerario che tocca le più belle località balneari e le migliori spiagge dell'Algarve come spunto per un viaggio rilassante da fare tra la primavera e l'estate. Ovviamente in agosto l'affollamento toglie molto fascino a questi luoghi, ma chi viaggia negli altri mesi può sicuramente apprezzarne tutta la bellezza.

Da Monte Gordo a Tavira


Partiamo dal confine con la Spagna. Se viaggiate in auto, magari perché siete partiti dall'Italia o perché l'avete noleggiata da qualche parte, attenti quando varcate la frontiera sul fiume Guadiana, perché il Portogallo ha un fuso orario diverso rispetto al nostro paese o alla stessa Spagna (-1 ora).

In ogni caso, la prima meta è Monte Gordo: la località non è onestamente bella (tanti palazzoni e residence turistici, alcuni quasi degli eco-mostri), ma l'enorme spiaggia di sabbia chiara si estende per decine di chilometri dall'estuario del Guadiana e continua fino alle altre cittadine poste più a ovest lungo la costa, interrotta solo saltuariamente dalla foce di qualche fiumiciattolo o dalle paludi.

Monte Gordo, Altura, Manta Rota e Vila Nova de Cacela si trovano in successione lungo la spiaggia, ma dopo aver trascorso uno o più giorni da queste parti, è tempo di proseguire ancora qualche km per raggiungere Cabanas e Tavira.
Entrambe le cittadine si trovano sulla terraferma, mentre le spiagge sorgono sulle isole antistanti la zona paludosa, raggiungibili con una brevissima traversata in barca di pochi minuti. Praia da Ilha de Cabanas e Praia do Barril (sull'Ilha de Tavira) sono tra le spiagge più belle e famose del Portogallo.

La punta meridionale: Olhão e Faro


Basta muoversi ancora pochi chilometri in direzione ovest per aggiungere la cittadina di Olhão.
Anche in questa zona la presenza di banchi di sabbia lungo la costa fa sì che le spiagge non si trovino direttamente sul lungomare del paese, ma che occorra prendere un'imbarcazione per raggiungere le splendide spiaggione che si affacciano sul mare aperto.
Ilha da Armona è l'isola antistante Olhão e sono presenti campeggi, case e ristoranti: è una meta turistica molto ambita e onestamente lo spettacolo offerto dalla natura è veramente eccezionale.
Vale la pena dare un'occhiata anche alla città sul continente: Olhão ha quasi 50.000 abitanti e fu costruita a partire dal XVII dai pescatori che abitavano lungo la costa. Il colore che domina è il bianco degli edifici del Bairro dos Pescadores attorno al porto, che ancora oggi è il cuore pulsante dell'economia locale.

Sono 10 i km che separano Olhão da Faro, il capoluogo dell'Algarve, famoso anche per il suo aeroporto internazionale servito da voli low cost e porta d'accesso alla regione per chi si muove in aereo. Faro ha oltre 60.000 abitanti ed è veramente piacevole da visitare: la città vecchia (Cidade Velha) si trova all'interno delle antiche mura arabe e presenta il classico dedalo di stradine strette e acciottolate dove sono visibili anche i principali punti d'interesse turistico della città, come l'Arco da Vila, la (la cattedrale) e qualche museo, ma vale la pena di fermarcisi anche solo per l'atmosfera tranquilla e rilassata di una città spesso trascurata dal turismo.
Chi cerca però il mare e le spiagge, anche qui è costretto a spostarsi dal centro: la spiaggia locale è la Praia de Faro, distante quasi 10 km dal centro storico, subito oltre l'aeroporto. In alternativa, occorre prendere un'imbarcazione per attraversare la laguna del Parque Natural da Ria Formosa e raggiungere l'Ilha da Culatra, dove si trova bellissima Praia do Farol, oppure la vicina Ilha da Barreta (detta anche Ilha Deserta), per godersi l'assoluta tranquillità di questa isola.

Visita a Loulé e un tuffo a Quarteira


Proseguendo in direzione di Albufeira continuano ancora, ininterrotte, le immense spiagge dell'Algarve. Un'unica gigantesca striscia sabbiosa, interrotta solo dal porto di Quarteira, corre lungo il litorale meridionale portoghese. Se nella Praia da Quarteira (nella città di Quarteira, a vocazione prettamente turistica), si trovano strutture ricettive e stabilimenti balneari, per il resto le spiagge sono tendenzialmente libere e selvagge, spazzate dai venti dell'Atlantico che accumulano la sabbia sulle dune alle spalle della riva.
A chi decide di fermarsi in città per godersi la vita da spiaggia, consigliamo anche di fare una deviazione per raggiungere la vicina Loulé (12 km), per visitare le rovine del suo castello moresco e il delizioso centro storico.

Nel cuore del turismo: Albufeira


La zona della costa centrale dell'Algarve è quella maggiormente sfruttata dal punto di vista turistico.
Giunti ad Albufeira, la prima constatazione è che purtroppo non rimane molto dell'antico villaggio di pescatori che era un tempo. Oggi la città è votata al turismo di massa, con tutti i pregi e i difetti che questo comporta: se da un lato non mancano le comodità e le sistemazioni alberghiere, dall'altro l'urbanizzazione è stata troppo invadente e nei mesi estivi l'atmosfera è troppo caotica.
Malgrado questo, non si può negare che le sue spiagge siano onestamente tra le più belle dell'Algarve: Praia da Falésia (10 km ad est del centro), Praia do Peneco e Praia dos Pescadores (le spiagge centrali della città), Praia da Oura, Praia Olhos de Agua e Praia da Balaia (nella zona est), mentre ad ovest del centro segnaliamo le splendide Praia da Galé, Praia dos Arrifes, Praia de São Rafael e Praia do Castelo.

Verso Portimão


Prima di raggiungere la città e le spiagge di Portimão, merita una deviazione nell'entroterra – con annessa sosta – la cittadina di Silves, località dal sapore medievale dove le mura di mattoni rossi del suo bellissimo castello dominano la città tra le colline.

... Pagina 2/2 ... Il nostro itinerario nel mare dell'Algarve può riprendere appena arriviamo a Portimão, città di 50.000 abitanti nota ai più soprattutto per la celebre Praia da Rocha. Anche qui vale il discorso fatto in precedenza: l'affollamento nei mesi più caldi – agosto su tutti – non consente di godersi la bellezza dell'arenile, ma effettivamente è difficile pensare di poter avere tutta per sé una spiaggia così spettacolare, dove le scogliere color ocra fanno da sfondo alla larga striscia di sabbia lambita da un mare azzurro intenso.

Prosegue il viaggio: Lagos


Continuando lo spostamento verso ovest, la meta seguente è Lagos, distante solo 20 km da Portimão.
Nel passato da qui partivano le grandi esplorazioni marittime europee; oggi è una città turistica, dotata di un bel centro storico dove si trova qualche bella chiesa e un'antica fortezza, il Forte da Ponta da Bandeira. All'estremità meridionale del comune un faro, il Farol da Ponta da Piedade, vigila sull'Atlantico dal promontorio omonimo.
Tranquilli, non mancano le spiagge: la principale è Meia Praia, che si sviluppa ad arco lungo la grande baia a nord-est del centro.
Immediatamente a sud troviamo le più piccole e riparate Praia Batata, Praia de Pinhão, Praia de Dona Ana e Praia do Camilo, mentre la splendida Praia do Canavial e la più grande e spettacolare Praia de Porto de Mós si estendono a sud-ovest del centro davanti al mare aperto.

Alla fine del mondo: Sagres e Cabo de São Vicente


La costa dell'Algarve prosegue regalando ancora meravigliosi scorci ai viaggiatori che scelgono di scoprirla palmo dopo palmo. Continuando il tragitto verso ovest si potrebbe fare sosta alla Praia do Burgau oppure nella tranquilla località di Salema per godersi le sue spiagge: oltre a quella centrale del paese (Praia de Salema), nei dintorni ci si può godere il sole a Praia da Boca do Rio (a est), a Praia da Figueira e a Praia de Blimunda (a ovest).
Noi scegliamo però di proseguire senza soste fino alla punta sud-occidentale del Portogallo, occupata dalla cittadina di Sagres, all'interno dell'area del Parque Natural do Sudoeste Alentejano e Costa Vicentina.
La sua posizione geografica isolata dalle altre principali località, così come i venti che la sferzano, ha plasmato il carattere dei suoi abitanti e la morfologia del territorio.
A frequentarla, così come le sue spiagge, sono soprattutto i surfisti attratti dalle onde dell'oceano e i viaggiatori che vogliono provare la sensazione di raggiungere la fine del mondo.
Praia Mareta è a sud della piazza ed è una delle più animate, mentre le altre spiagge di Sagres sono rispettivamente Praia da Baleeira (ad est, accanto al porto), Praia do Martinhal (a nord-est, amata dai surfers), Praia do Tonel (ad ovest) con le sue alte falesie, è considerata tra le più spettacolari dell'Algarve ed è frequentata in particolar modo dai surfisti. Per concludere, Praia do Beliche (a nord-ovest del centro) si trova sulla strada che conduce a Cabo de São Vicente.

In paese non c'è onestamente molto da fare, se non visitare la Fortaleza de Sagres e ammirare l'orizzonte dal belvedere di Cabo Sagres. Se amate questo genere di paesaggi, comunque, ricordate che siete in prossimità del Cabo de São Vicente, distante solo 6 km più ad ovest: qui il faro, dall'alto della scogliera, è l'ultimo avamposto dell'uomo prima di arrendersi all'immensità dell'Oceano Atlantico. Il paesaggio ricorda un po' quello dell'Irlanda o della Normandia con le alte scogliere a picco sul mare, anche se il clima è decisamente più mite rispetto al Nord Europa.

Verso nord lungo la costa occidentale


Da Sagres fino a Odeceixe, i 60 km della costa occidentale dell'Algarve fanno interamente parte del Parque Natural do Sudoeste Alentejano e Costa Vicentina.
Il parco prosegue poi anche nell'adiacente regione dell'Alentejo, ma per quanto riguarda il nostro viaggio lungo la costa dell'Algarve vogliamo suggerirvi ancora un paio di spiagge da visitare: se siete surfisti o aspiranti tali, o più semplicemente amate i grandi spazi e le spiagge battute dalle onde, fate una sosta a Carrapateira, 20 km a nord di Sagres lungo la N268. L'ampia Praia da Bordeira è un vero spettacolo per lo sguardo, mentre per fare il bagno è meglio pensarci bene date le onde e le correnti.

Riprendete l'auto per raggiungere la meta finale del viaggio, la località di Odeceixe. Lungo la strada, se vi va, fate una sosta ad Aljezur, un piccolo paesino nell'entroterra dove sono visibili ancora le mura e le torri di un antico castello su un'altura che domina il villaggio. Nei dintorni, se non siete ancora sazi di mare, Praia da Arrifana, Praia de Monte Clérigo, Praia da Amoreira e Praia de Carreagem sono altre splendide soste possibili.
Arriviamo finalmente a Odeceixe, proprio al confine con l'Alentejo. Il paesino deve gran parte della propria fama alla bellissima lingua di sabbia che forma la spiaggia omonima – la Praia de Odeceixe – qualche km fuori dal villaggio, in corrispondenza della foce della Ribeira de Seixe.

Termina qui il nostro itinerario tra le spiagge dell'Algarve, che ci ha visti viaggiare lungo la costa meridionale del Portogallo visitando cittadine turistiche, qualche borgo medievale, enormi spiagge sabbiose e spettacolari baie protette da ripide scogliere, toccando luoghi ormai contaminati dall'invadente presenza dell'uomo e altri incontaminati, dove la natura ha dato il meglio di sé.

Il nostro tour in sintesi

Itinerario: Monte Gordo – Tavira – Olhão – Faro – Loulé – Quarteira – Albufeira – Silves – Portimão – Lagos – Sagres – Cabo de São Vicente – Carrapateira – Aljezur – Odeceixe.
Lunghezza percorso: circa 300 km.
Durata: 10-14 giorni.
Cosa vediamo: le spiagge più belle dell'Algarve (tra cui Praia do Barril, Praia da Quarteira, Praia da Falesia, Praia da Galé, Praia da Rocha, Meia Praia, Praia de Porto de Mós, Praia do Tonel, Praia da Bordeira, Praia de Odeceixe), le belle cittadine costiere di Olhão, Faro, Lagos e Sagres, i borghi dell'entroterra di Loulé, Silves e Aljezur, il Cabo de São Vicente con il suo faro, le isole lagunari del Parque Natural da Ria Formosa e il Parque Natural do Sudoeste Alentejano e Costa Vicentina.

Vacanze in Portogallo? Scopri le spiagge meno conosciute dell'Algarve.