Cerca Hotel al miglior prezzo

Tour tra i castelli pił belli della Bretagna

Un viaggio in Bretagna è un'esperienza che ne racchiude molte altre in sé. La vista di paesaggi incantati e cittadine medievali perfettamente conservate, l'immersione in un'atmosfera a tratti mistica che si insinua nei luoghi e nelle tradizioni di un popolo, quello bretone, che ama celebrare la propria cultura, e l'idea di fondo di essere comunque alla fine del continente. Oltre c'è solo l'infinito, o quasi, dell'oceano.

Abbiamo deciso di partire per vedere questa terra mitica, ricca di fascino e di storia. Scegliamo di visitare i castelli più belli della Bretagna.
Se è vero che i più famosi in Francia sono i Castelli della Loira, è altrettanto vero che sono anche i più affollati di turisti, soprattutto con la bella stagione.
Dal canto loro, i castelli bretoni – diversi, ma non meno affascinanti dei primi – hanno il vantaggio di essere meno frequentati dal turismo di massa e per questo a volte più gradevoli da scoprire passo dopo passo.

Vi proponiamo per un percorso di circa 330 km tra i dipartimenti del Morbihan, l'Ille-et-Vilaine e le Côtes-d'Armor.
Partiamo dall'Oceano Atlantico, nella parte meridionale della Bretagna, e risaliamo verso nord fino al Canale della Manica, per poi scendere e concludere il nostro viaggio a Vitré.

Si parte: lo Château de Suscinio e la città di Vannes


Iniziamo il nostro viaggio dalla campagna circostante il comune di Sarzeau, a poche centinaia di metri dalle spiagge sulla costa atlantica.
Il Castello di Suscinio è uno splendido complesso costruito a partire dal XIII secolo – e successivamente ampliato e fortificato a più riprese – in una zona paludosa, le Marais de Suscinio). Già residenza estiva dei Duchi di Bretagna, la struttura comprende il castello stesso circondato da un fossato pieno d'acqua, una cappella in rovina, una colombaia e altre rovine.
Per la sua posizione, ma anche per l'intenso il restauro effettuato nel XX secolo che lo ha riportato alla sua presunta condizione del XV secolo, è considerato uno dei più spettacolari castelli della Bretagna.

Da Sarzeau ci muoviamo sulla D780 in direzione di Vannes, capoluogo dipartimentale, distanti poco più di 20 km.
Affacciata su un mare chiuso – il Golfo di Morbihan – la cittadina è ottima per una sosta di mezza giornata: il centro storico è circondato da mura medievali e ospita la bellissima Cathédrale Saint-Pierre de Vannes costruita tra il XX e il XVI secolo.
Trascoriramo qui la notte, dove non sarà difficile trovare una sistemazione e un buon ristorante al giusto prezzo.

Nel cuore della Bretagna: Josselin


Al mattino sveglia presto per intraprendere la tappa seguente del nostro viaggio, il paese di Josselin, che raggiungiamo percorrendo la D126 per 41 km.
Lo Château de Josselin fu costruito a partire dall'XI secolo sulla riva del fiume Oust: una facciata del castello, con tre torri, si affaccia proprio sull'acqua, rendendolo particolarmente spettacolare e fotogenico. Oggi è abitato da un politico francese, proprietario dell'edificio e portatore del titolo di Duca di Rohan.

Il viaggio continua verso nord: Dinan


Lo spostamento attraverso la campagna questa volta è particolarmente lungo: raggiungiamo Ploërmel sulla N24 e da qui puntiamo verso Dinan sulla D766, per un totale di 80 km. Attorno a noi sulo anti campi coltivati e qualche sparuto villaggio di campagna attraversato dalla strada. Si attraversa lungo il percorso il confine del dipartimento e si entra prima in quello dell'Ille-et-Vilaine e poi nelle Côtes-d'Armor.
Dinan è famosa per il castello, le mura che circondano la cittadella medievale e per le caratteristiche torri, ma anche per il grazioso porto fluviale sul fiume Rance.
Da non perdere una passeggiata sulle mura e una visita alle torri principali, tra cui il donjon del castello, ma anche una semplice camminata nelle strade del paese tra le case a graticcio, fino giù al porto, è certamente intrigante.

Una fortezza sul mare: Fort la Latte


Lasciata Dinan puntiamo decisi verso nord sulla D26/D28/D62/D786 in direzione di Cap Fréhel per raggiungere Fort la Latte (già Château de la Roche Goyon), fortezza trecentesca in ardesia rosa costruita su una scogliera della Baie de la Fresnaye.
Il castello si trova nel comune di Plévenon, ma è fuori dal paese: la sua spettacolare posizione a strapiombo sull'acqua della Manica lo rende decisamente il castello più bello della Bretagna. Non a caso, è stato spesso utilizzato per le riprese di vari film, tra cui “I vichinghi” con Kirk Douglas.
Fort la Latte ha avuto nel corso dei secoli una funzione residenziale, militare, politica ed economica; oggi è classificato come Monument Historique ed è una delle fortezze più visitate della regione.

La discesa verso sud: in viaggio per Combourg


Compiamo il viaggio a ritroso tornando verso Dinan – ma siamo certi che la deviazione sia valsa la pena – e da qui proseguiamo sulla D794 fino a Combourg, per un totale di 68 km da Fort la Latte.

Lo Château de Combourg è uno dei più antichi della Bretagna. Costruito inizialmente nell'XI secolo, fu poi ricostruito tra il Trecento e il Quattrocento. Per molti anni appartenne alla famiglia dello scrittore François-René de Chateaubriand.
Attualmente sorge in Rue des Princes, nella periferia del paese, e la sua sagoma si possono distinguere chiaramente, guardandolo dal lago, le sue quattro alte torri svettare sopra i tetti delle case.
Tra le curiosità del castello, ci sarebbe la presenza di fantasmi raccontata dallo stesso François-René de Chateaubriand nel suo libro di memorie.

L'itinerario ci porta a Fougères


Lasciato Combourg, è piuttosto agevole raggiungere Fougères: sono infatti 48 i km che separano le due località, percorribili sulla D796 fino a Tremblay e, una volta superato il paese, svoltando a destra sulla D155 che conduce a destinazione.

Il borgo medievale si raccoglie attorno al Castello di Fougères, splendido edificio costruito a più riprese nell'arco di quattro secoli su uno sperone roccioso circondato dalle acque del fiume Nançon.
Meravigliose sono le torri disposte lungo i suoi bastioni, ma tutta la cittadina vanta un'atmosfera sospesa nel tempo, tra case a graticcio e la meravigliosa chiesa di Saint-Sulpice costruita tra il XIV e il XV secolo.
Lo Château de Fougères funse a lungo come avamposto per la protezione della frontiera franco-bretone. Dentro alla cinta muraria si trova una parte degli antichi edifici ormai in rovina, ma ancora oggi è uno dei più grandi della Francia, poiché si estende su una superficie di oltre due ettari.

L'ultima tappa: il Castello di Vitré


Ancora 30 km per chiudere il nostro itinerario tra i castelli più belli della Bretagna a Vitré.
Lo Château de Vitré è un simbolo della regione; richiama infatti ogni anno migliaia di turisti, attratti tanto dalla bellezza del borgo quanto da quella del castello, che oggi ospita sia il locale Municipio che il Musée du Château.
Come il Castello di Fougères, anche questo servì come fortezza difensiva sulla frontiera franco-bretone, come dimostra la sua struttura marcatamente militare.

Il viaggio potrebbe concludersi qui, ma per deliziarvi con un'ultima perla, vi suggeriamo di visitare ancora il Manoir des Rochers-Sévigné con il suo sontuoso giardino, appena 6 km a sud di Vitré, che fu residenza di Madame de Sévigné, la quale proprio qui scrisse alcune delle sue indimenticabili lettere.

Il nostro tour in sintesi

Itinerario: Sarzeau – Vannes – Josselin – Dinan – Plévenon – Combourg – Fougères – Vitré, attraversando i dipartimenti bretoni del Morbihan, l'Ille-et-Vilaine e le Côtes-d'Armor.
Lunghezza percorso: circa 350 km.
Cosa vediamo: Castello di Suscinio, la città di Vannes, il Castello di Josselin, la città di Dinan e il suo castello, il Fort la Latte e il Canale della Manica, il Castello di Combourg, il Castello di Fougères e il suo borgo medievale, il Castello di Vitré e il Castello Rochers-Sévigné.

Leggi anche il nostro articolo sull'itinerario tra i castelli più belli della Normandia.
  •