Cerca Hotel al miglior prezzo

La Bretagna in houseboat: itinerari e consigli

Con una rete di oltre 600 chilometri di canali navigabili, la Bretagna è una meta ideale anche per una vacanza in houseboat, tanto più che navigare sui canali bretoni è gratuito, così come attraversare le chiuse, e si può attraccare e proseguire alla scoperta dell’entroterra a piedi o in bici, per una vacanza tutta slow.

Mini yatch, piccole imbarcazioni elettriche, barche, chiatte, canoe e velieri: a pelo d’acqua si incontra un po’ di tutto; nessuna paura, se non potete contare su un mezzo vostro, potete noleggiare l’imbarcazione che fa per voi sul posto, senza bisogno della patente, anche perché la velocità massima consentita va dai 5 ai 10 km/h.

Programmate la vostra vacanza in house boat da aprile a fine ottobre, senza dimenticare di portarvi dietro una bici per piacevoli gite lungo le alzaie; per una pausa gourmet considerate infine che molte case dei guardiani delle chiuse sono state trasformate in caratteristici cottage, bed & breakfast, ristoranti o atelier di artisti, dove si possono sperimentare attività open air come la pesca o l’escursionismo.

Gli itinerari lungo i canali navigabili della Bretagna


Il primo itinerario che si può sperimentare è quello che percorre il canale da Nantes a Brest, 360 chilometri disseminati di 236 chiuse e tutt’intorno un territorio ricco di abbazie secolari e fortezze medievali che punteggiano valli rigogliose, dall’Erdre all’Aulne passando per la Vilaine, l’Oust e il Blavet. I più sportivi e i ciclisti in erba potranno percorre l’alzaia che si snoda Da Nantes a Châteaulin, un itinerario ombreggiato e poco ventoso.

Il canale d’Ille‑et‑Rance collega invece l’oceano alla Manica e attraversa i panorami bucolici che si stendono tra Rennes e l’estuario della Rance; questo itinerario è imperdibile per le chiuse di Hédé‑Bazouges, 11 per l’appunto, che si susseguono in poco più di due chilometri, la cui storia può essere approfondita con una sosta alla Maison du Canal. Inoltre, dalle sponde d’Ille‑et‑Rance dipartono tantissime vie verdi e percorsi ciclabili da sperimentare anche con i bambini.

Un’altra via navigabile è il fiume Boël che percorre la valle della Vilaine, vasta zona naturale vicino a Rennes, e disegna la pittoresca curva di Bourg-des-Comptes. Tutta la zona è ideale per passeggiate o pedalate all’aria aperta, con circuiti locali collegati al sentiero GR 39. Imperdibile la visita del Mulino Boël, al centro di una gola tra Pont-Réan e le sponde del Guichen; costruito nel 1652, questo mulino a pale è uno dei più antichi ancora esistenti.

Infine, il bellissimo fiume Blavet si snoda a sud fino a tuffarsi nella rada di Lorient, attraversando la valle omonima punteggiata di fontane e cappelle come l’eremo di Saint Gildas a Bieuzy-les-Eaux, la cappella Saint-Nicodème, la cui guglia traforata è tipica dello stile gotico, o la cappella Saint-Nicolas-des-Eaux con dipinti di ispirazione popolare.

Informazioni utili e contatti


Per tutte le informazioni sul noleggio dell’imbarcazione: canaux.bretagne.bzh/
Per organizzare il viaggio: www.bretagna-vacanze.com/destinazioni/canali-della-bretagna e www.france.fr
#VisitBretagne #ExploreFrance #ABientôt #QuelCheContaDavvero

  •  

 Pubblicato da il 04/06/2021 - - ® Riproduzione vietata

17 Settembre 2021 Il Festival della Loira a Orleans

L’appuntamento con il Festival della Loira a Orleans ha cadenza ...

NOVITA' close