Cerca Hotel al miglior prezzo

I laghi del Piemonte balneabili: i pił belli da visitare

Pagina 1/2

I laghi – soprattutto per chi ama le escursioni oppure abita al nord o lontano dal mare – sono sempre un'ottima alternativa alle località marittime per rinfrescarsi in estate.
In Piemonte, complice anche la presenza delle Alpi, se ne trovano davvero molti, dai piccoli specchi d'acqua montani ad alcuni tra i laghi più grandi e famosi d'Italia.

Vediamo quindi quali sono i laghi balneabili e i più belli da visitare in assoluto, per trascorrere magari un weekend, o anche solo una rapida sosta, sulle loro rive.

Lago Maggiore


Il Lago Maggiore è il secondo per dimensioni del nostro paese: la sponda occidentale si estende sul territorio piemontese, mentre la riva orientale si trova in Lombardia e la parte settentrionale in Svizzera.
Nelle principali località del lato piemontese sono davvero numerose le spiagge sulle quali rilassarsi, da Arona a Meina, da Baveno a Cannobio, godendosi il lago anche per praticare sport nautici come il windsurf, la vela o il kitesurf.

Lago di Mergozzo


Anche il vicinissimo Lago di Mergozzo, il quarto del Piemonte per estensione, è un vero paradiso in estate: le sue acque pulite (è infatti vietata la navigazione a motore) richiamano appassionati di sport acquatici e semplici bagnanti: spiaggia La Quiete, spiaggia Continental e Lido Pilastri Spiaggia Quartina sono tra le più amate e frequentate dai turisti.

Lago d'Orta


Lo stesso discorso vale per il Lago d'Orta, compreso tra le province di Verbano-Cusio-Ossola e Novara, che si trova a meno di 10 km in linea d'aria dal Lago Maggiore: anche qui, da Omegna a Orta San Giulio, da Buccione a Pella, per chi vuole farsi un bagno non c'è che l'imbarazzo della scelta tra spiagge attrezzate e immersioni.

Laghi di Avigliana


Spostandosi in provincia di Torino, i laghi più conosciuti sono quelli di Avigliana, chiamati rispettivamente Lago Grande e Lago Piccolo, con un chiaro riferimento alla loro superficie.

Il Lago Grande di Avigliana, in particolare, è posto a 352 metri s.l.m.: recenti analisi effettuate da Arpa l'hanno dichiarato nuovamente balneabile dopo anni di sfruttamento da parte dell'uomo che ne avevano compromesso le caratteristiche. Il Lago Piccolo, invece, è un'oasi naturalistica e in quanto tale non balneabile.

Laghi della Serra di Ivrea


Ancora nel torinese, i Cinque Laghi della Serra di Ivrea sono davvero belli da scoprire con un'escursione a piedi. Si trovano in un territorio collinare che si estende tra i comuni di Chiaverano e della stessa Ivrea.
... Pagina 2/2 ... Dei cinque (Lago Sirio, Lago Pistono, Lago Nero, Lago San Michele e Lago di Campagna) solo il più grande, il Lago Sirio, è alimentato da una sorgente sotterranea ed è balneabile: per questo in estate le sue spiagge si riempiono di bagnanti, che possono trovare un po' di sollievo con una nuotata nelle sue placide acque.

Laghi di Candia e Viverone


Il Lago di Candia, immerso nell'omonimo Parco Naturale all'interno del Comune di Candia Canavese, non è solo un'oasi di pace dove trovare una natura incontaminata, ma è anche un luogo davvero eccezionale per fare un bagno: le sue acque sono monitorate e ha ricevuto negli ultimi anni il permesso di balneazione, richiamando così un turismo alla ricerca di tranquillità e benessere.

Tra le province di Torino e di Biella si trova il Lago di Viverone, che con oltre 5,7 km² è il terzo lago del Piemonte per superficie. Sulla rive settentrionale e su quella orientale, dove si concentra l'attività umana, si trovano diverse spiagge sulle quali rilassarsi

Laghi della Val d'Ossola


Salendo in montagna, i laghi della Val d’Ossola (i laghi di Antrona, Camposecco e Cingino) sono davvero molti belli da ammirare raggiungendoli con un'escursione a piedi. Quello di Cingino (2250 metri s.l.m.) è formato da una diga, sulla quale si arrampicano con destrezza gli stambecchi, che si possono osservare intenti nella loro quotidianità, noncuranti del pericolo. Nel caso del Lago di Antrona (1073 metri s.l.m.), in particolare, chi non teme l'acqua fredda può anche provare a concedersi un bagno rigenerante nelle sue acque color smeraldo.

Rimanendo in Val d'Ossola, per la precisione in Valle Antrona, segnaliamo 18 laghetti naturali d'alta quota al di sopra dei 2000 metri s.l.m.
Vista l'altitudine, la temperatura dell'acqua è proibitiva, ma i loro colori e lo scenario paesaggistico sono davvero unici: tra questi ricordiamo i quattro laghetti di Ciapivul, i laghetti di Trivera, i laghi di Pozzuoli (o Ruazzei), i laghi di Pianei o Montalto, il lago di Ogaggia e il lago delle Lonze.

Gli altri laghi del Piemonte


Dato il loro numero, è impossibile citare tutti i laghi alpini, eppure tra i più belli per un'escursione vogliamo segnalare ancora il piccolo Lago del Mucrone, nella conca di Oropa (Biella), raggiungibile anche con la funivia e poi con un breve sentiero a piedi, o ancora il Lago del Brocan (nel territorio di Entracque, in provincia di Cuneo), nel vallone della Rovina, sulle Alpi Marittime. A quota 2000 metri s.l.m., questo lago montano nei pressi del rifugio Genova-Figari e della diga del Chiotas, vanta una posizione davvero spettacolare, circondato da vette che superano i 3000 metri.

Ricordiamo infine i quattro laghi nella Valle del Monviso, visitabili con un percorso di circa 3 ore (il “Giro dei quattro laghi”) partendo da Pian del Re, che conduce al Lago Fioretta, per poi proseguire fino al Lago Chiaretto, al Lago Lausetto e arrivare al Lago Superiore.
close