Cerca Hotel al miglior prezzo

La Ruta del Modernismo a Barcellona, itinerario tra architettura e shopping

Si narra che la celebre frase guarda dove metti i piedi sia nata molti secoli fa, quando sotto a un cielo stellato passeggiava un filosofo greco. Affascinato dagli astri ci mise poco a distrarsi e a inciampare, cadendo così precipitosamente in un fosso. Fu soccorso da un pover’uomo al quale, dopo essergli stato spiegato l’accaduto si espresse così: “mi meraviglio di come sia facile perdere di vista le cose terrene. La prossima volta farebbe meglio a guardare dove mette i piedi!””.
Lo stesso pover’uomo, oggi, a Barcellona, aggiungerebbe le seguenti parole: "ci sono delle mattonelle da rispettare!”, ne sono certa.

Si tratta di mattonelle speciali dal colore rosso chiaro e dalla forma floreale che, incastonate al suolo, marcano la Ruta del Modernismo, un itinerario per la Barcellona di Antoni Gaudí, Domènech i Montaner e Puig i Cadafalch che, insieme ad altri architetti, fecero di Barcellona la capitale mondiale del Modernismo.
Questo semplifica di gran lunga le cose: in fondo in una città straniera il turista è pur sempre un forestiero. Per questo, l’Istituto Municipale del Paesaggio Urbano in collaborazione con il Comune della città e altre istituzioni, hanno deciso di aiutarlo a orientarsi collocando queste mattonelle in prossimità delle opere moderniste che meritano essere menzionate, consigliandogli dunque di guardare dove mette i piedi. Una mattonella = un’opera modernista.

L’utilità di tutto ciò? Come ben sapete la capitale catalana è una tra le prime mete nella top ten delle città più visitate d’Europa e presenta molte sfaccettature.
Decidi di andare a Barcellona se cerchi movida, se preferisci l’arte e la cultura o se vuoi solo fare shopping; ad ogni modo ti ritroverai sempre e comunque a passeggiare per la città. Cerchi un bar per un mojito? Cerchi un negozio cool per comprarti un vestito per la noche? Cerchi Casa Batlló?
Dovrai pur camminare per arrivarci, no? Bene, in questo lasso di tempo, ogni tanto, guarda dove metti i piedi, onde evitare di calpestare una mattonella della Ruta del Modernismo senza accorgertene, ma anche per prendere due piccioni con una fava: Modernismo e movida, Modernismo e shopping, Modernismo e cultura.

Per esempio: se cerchi un bar per il classico aperitivo non infilarti nel primo che hai sott’occhio ma cercatene uno serio, modernista, di quelli che esistono da più di 100 anni con pavimento e soffitto originali, vetrate colorate e mobili in legno con dettagli in ferro battutto. In centro ce ne sono tantissimi e riconoscerli è facile: o sei un esperto in Modernismo o puoi farti consigliare dalle mattonelle. Se ce n’è una davanti all’entrata hai fatto tombola.

Se invece sei un amante dello shopping potrai unire l’utile al dilettevole, visto che sono moltissimi gli edifici storici modernisti adattati a negozi commerciali. L’imbarazzo della scelta ce l’avrai anche e soprattutto se sei in cerca di storia e cultura: sono infatti 120 le opere moderniste sparse sul territtorio. Come fare a riconoscerle? La dinamica è sempre la stessa: basterà guardare a terra e una volta incontrata la famosa mattonella, alzare lo sguardo e farsi ammaliare dall’arte.

E se ti scoppiasse un forte mal di testa? D'altronde, si sa, l'alcool fa questi effetti ,ma anche lo spendere troppi soldi o l’eccesso d’informazioni. Il consiglio, anche qui, pur di non rinunciare all’identità della capitale catalana, è quello di non fermarti alla prima farmacia che incontri per strada, ma di pretenderne una modernista. Stessa storia: se davanti all’ingresso si trova la mattonella della Ruta entra, comprati un analgesico, dai un’occhiata in giro, lasciati sedurre dal Modernismo e poi vai a letto a riposare. Come potete ben notare, non solo edifici residenziali, monumenti e musei modernisti ma anche bar, ristoranti, negozi, farmacie e molto di più. Ce n’è per tutti i gusti.

Bene, a questo punto le cose sono due: decidere di vagare per la città cercando autonomamente i punti d'interesse di Barcellona, oppure farti guidare dalle mattonelle della Ruta del Modernismo per un turismo più consapevole e meno superficiale. Puoi anche comprarti il libro della Ruta (vedi link in fondo all'articolo) che, a parte arricchire il tuo bagaglio culturale su monumenti ed edifici modernisti della capitale catalana, ti regala una mappa completa della città con tutti i punti in cui si trovano le mattonelle e un carnet con dei buoni sconto.
In tutti i casi: guarda dove metti i piedi!

Maggiori informazioni, opere e libro sono disponibili sul sito della Ruta del Modernismo.

Ti piace viaggiare? Visita il nostro canale dedicato agli itinerari in Spagna.
  •  

 Pubblicato da il 09/04/2021 - - ® Riproduzione vietata

15 Aprile 2021 Euroflora Genova, parchi di Nervi

Vista l'emergenza sanitaria ancora in corso Euroflora è stata ...

NOVITA' close