Cerca Hotel al miglior prezzo

Il Carnevale di Sauris e la Notte delle lanterne

Evento concluso!
Attenzione, evento concluso!
Se verrà riproposto aggiorneremo le date!

Pagina 1/2

Il Carnevale di Sauris, in Friuli Venezia Giulia, è uno dei più conosciuti di tutto l'arco alpino, non solo perché le sue origini affondano le radici in tempi molto lontani, ma anche per la particolarità delle tradizioni che lo caratterizzano.

La storia del Carnevale di Sauris, detta anche la Perla delle Alpi, è decisamente antica: la manifestazione, infatti, da secoli e secoli viene messa in scena sempre secondo gli stessi rituali.

Le maschere tipiche del Carnevale di Sauris sono due, il Roelar e il Kheirar: sono loro i due protagonisti incontrastati che si palesano tra le architetture in legno e in pietra del Paese. Il Roelar, in particolare, è una figura magica, ma al tempo stesso demoniaca, che passa di casa in casa per avvisare la popolazione e invitarla a prepararsi in vista dei festeggiamenti: il suo nome deriva dalla parola "rolelan", che è il termine che viene utilizzato per indicare i campanelli che indossa, attaccati alla vita, e che vengono agitati di continuo.

Peculiarità del Roelar è la fuliggine che ricopre le sue mani e la sua faccia; anche l'abbigliamento non passa inosservato, con vestiti molto rozzi e un fazzoletto a frange che gli avvolge la testa.

L'altra maschera importante, come detto, è il Kheirar, che in realtà è il vero e proprio re delle maschere: spettano a lui l'organizzazione e la gestione della festa. Il volto del Kheirar è nascosto da una maschera di legno, e anche i suoi abiti sono laceri e poco eleganti. In mano ha una scopa, che sbatte ogni volta che intende entrare in un'abitazione, colpendo le porte delle case. Una volta fatto entrare, secondo la tradizione spazza il pavimento, per poi introdurre coppie di maschere che, al suono della fisarmonica, si dedicano a danze antiche.

... Pagina 2/2 ...
La tradizione del Carnevale di Sauris vuole che, nel pomeriggio del sabato in cui si svolge il clou dei festeggiamenti, il Roelar e il Kheirar percorrano le vie del paese (si tratta, per altro, del Comune friulano con la maggiore altitudine) e delle sue frazioni, seguiti da un corteo di maschere: le Scheana schembln sono le maschere belle, mentre le Schentena schembln sono le maschere brutte. Tutti i partecipanti, ad ogni modo, devono essere irriconoscibili: per questo motivo hanno la faccia coperta da maschere di legno.

Concluso il pomeriggio, con il calar del sole si dà il la alla Notte delle lanterne, durante la quale il corteo al lume delle lanterne parte da Sauris di Sopra, con le maschere a fare strada, per addentrarsi nel bosco, fino ad arrivare in una radura in cui viene acceso un grande falò, in segno di buon auspicio, mentre ci si riscalda con un bel bicchiere di vin brulè.

Quest'anno, il giorno più importante del Carnevale di Sauris sarà sabato 25 febbraio.

Guarda le altre feste di Carnevale in Friuli

Calendario delle aperture
Attenzione: evento terminato!

Febbraio 2017
D L M M G V S
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
       
Diniego di responsabilità: la Redazione cerca di mantenere sempre aggiornate le date di apertura, ma consigliamo di visionare i siti ufficiali prima di organizzare una visita.
close