Cerca Hotel al miglior prezzo

La 'Ndocciata di Agnone, il grande rito del fuoco in Molise

Aggiungi l'evento al calendario 2021-12-08T00:00:00+0200 2021-12-24T00:00:00+0200 Europe/Rome 'Ndocciata La 'Ndocciata di Agnone, il grande rito del fuoco in Molise... | Date 2021 ATTENZIONE: date non continuative. Maggiori informazioni su date e programma a https://www.ilturista.info/blog/11782-La__Ndocciata_di_Agnone_il_grande_rito_del_fuoco_in_Molise/?utm_source=sharing&utm_medium=calendario&utm_campaign=blog Centro storico Agnone, Molise
Dal 08 Dicembre 2021 al 24 Dicembre 2021
Attenzione: date non continuative
Quest'anno ad Agnone, comune del Molise quasi alle porte dell'Abruzzo, la famosa 'Ndocciata, non si svolgerà.
Il comunicato ufficiale degli organizzatori riporta infatti che, data la situazione e le normative in tema di sicurezza sanitaria, non è possibile sviluppare la festa secondo il suo spirito più autentico.
È quindi annullato l'appuntamento dell'8 dicembre 2020, e il Consiglio Direttivo si riserva di decidere se celebrare, almeno in forma simbolica, il rito del fuoco del 24 dicembre.

Che cos'è la 'Ndocciata?

È uno degli spettacoli di fuoco più suggestivi del nostro Paese, tanto da essere riconosciuto come "Patrimonio d'Italia per la Tradizione".
La ‘Ndocciata tradizionale è una manifestazione molto antica le cui radici risalgono ai Sanniti, una festa fatta propria dal Cristianesimo che si svolge la sera del 24 dicembre, la notte di Natale.
Da qualche anno, però, la ricorrenza natalizia viene anticipata a livello turistico con una 'Ndocciata anche l'8 dicembre, in occasione della Festa dell'Immacolata. La manifestazione si svolge con mille 'ndocce a ricordo di quella che si fece a Roma in Piazza San Pietro al cospetto di Papa Giovanni Paolo II, richiamando oltre centomila persone per assistere al piu grande rito del fuoco.
La 'Ndocciata viene ripetuta poi in tono minore la sera del 24 dicembre ed è chiamata "Grande Vigilia Agnonese".

All'appuntamento prendono parte le contrade di Agnone (Colle Sente, Capammonde e Capabballe, Sant'Onofrio, Guastra e San Quirico), con tantissimi portatori di torce di tutte le età vestiti con cappe, cappelli neri e gli abiti della tradizione contadina che sfilano in questa processione lungo le vie del paese come fosse una luminosa scia di fuoco.

La processione inizia alle 18 e prima sfilano i figuranti con i prodotti della terra e gli animali della campagna, poi i portatori di ‘ndocce. Il corteo comincia con le torce più piccole, quelle singole, e poi seguono quelle più grandi (20 fiaccole per un peso di 140 kg). Ad animare la sfilata anche piroette e coreografie di fuoco dei portatori di ‘ndocce. Giunti in piazza si accende un grande falò della fratellanza che ha il significato di un gesto purificatore, la gente dice addio alle "cose brutte" dell'anno per salutare quello nuovo.
Il clamore che accompagna la sfilata del corteo con stendardi e scene di vita contadine di colpo viene sostituito dal silenzio mistico che precede il rito del fuoco.

L'espressione "'Ndocciata" arriva da "ndocce", vale a dire le torce che vengono adoperate per la sfilata; sono fiaccole di grandi dimensioni, costruite in modo completamente artigianale con tronchi d’abete bianco e fasci di ginestre secche tenute insieme; hanno la forma di una raggiera, detta a ventaglio, sono alte oltre tre metri, prevedono da due fino a venti fuochi e vengono trasportate in spalla lungo le vie del borgo dai portatori che indossano la cappa tradizionale dei pastori. Il legno è quello del vicino bosco di Montecastelbarone che brucia bene perché molto resinoso; è considetato un albero cosmico con un alto valore spirituale.

Nell'anno 2012, su proposta del Ministero dello Sviluppo Economico le Poste Italiane hanno emesso un francobollo della serie tematica "il folklore italiano" dedicato proprio alla 'Ndocciata per valorizzare questo patrimonio della tradizione e nel 2015, la ‘Ndocciata ha sfilato sulla darsena dei navigli di Milano, come evento di punta di Expo in Città.

Informazioni utili, date e orari per visitare la manifestazione

Nome: La 'Ndocciata
Dove: Agnone (Isernia)
Data: 8 e 24 dicembre 2021.
Biglietto: ingresso gratuito.
Tipologia: festa religiosa.
Orari e programma: maggiori informazioni sulla pagina Facebook della manifestazione o sul sito della Pro Loco.

Come arrivare: siamo a circa 40 km da Isernia.
Per raggiungere Agnone da Campobasso è necessario prendere la Strada Statale 87 Bifernina e imboccare la SS 17 per poi continuare sulla SS 650, attraversare Pescolanciano e seguire per Agnone.
Da Isernia è necessario prendere la SS 85, proseguire sulla SS 17 e svoltare in direzione di San Salvo prima e di Agnone poi.
Da Napoli è necessario prendere l'Autostrada A1 Roma - Napoli, uscire a Caianello e seguire le indicazioni per Isernia.
Nei pressi di Agnone sono disponibili numerosi parcheggi.
Per arrivare ad Agnone in treno: è opportuno sfruttare la stazione ferroviaria di Isernia, situata a circa 40 chilometri di distanza, per poi prendere l'autobus della linea Lariviera.
Per arrivare ad Agnone in aereo: l'aeroporto più vicino è quello di Pescara, a poco più di 100 km di distanza.

Scopri tutti gli eventi in Molise.

Calendario delle aperture

Dicembre 2021
D L M M G V S
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 
Diniego di responsabilità: la Redazione cerca di mantenere sempre aggiornate le date di apertura, ma consigliamo di visionare i siti ufficiali prima di organizzare una visita.
  •  

 Pubblicato da il 13/10/2020 - - ® Riproduzione vietata

25 Gennaio 2021 Slovenia: clima, temperature e quando andare ...

Stato della regione balcanica, la Slovenia ha una superficie di 20.273 ...

NOVITA' close