Cerca Hotel al miglior prezzo

Le spiagge pił belle della Croazia

Pagina 1/2

Con l'arrivo dell'estate, la Croazia diventa come ogni anno una delle principali destinazioni del turismo europeo. Anche gli italiani, nonostante gli oltre 7000 km di coste dello Stivale, spesso scelgono il paese affacciato sulla sponda opposta dell'Adriatico per le proprie vacanze. Si tratta in effetti di una meta relativamente economica, che gode di alcuni indiscussi vantaggi: la vicinanza all'Italia e allo stesso tempo forse le spiagge più affascinanti dell'Adriatico, alcune delle quali situate su isole e isolette che danno l'impressione di trovarsi sperduti in qualche mare esotico.

Abbiamo già parlato in passato delle più belle spiagge sabbiose della Croazia, le quali sono un'esigua minoranza nel litorale croato, costellato perlopiù da spiagge rocciose e ghiaiose; ora vi proponiamo una classifica delle migliori spiagge in assoluto del paese, ben sapendo che molti di voi ne avranno scovate, durante i propri viaggi, alcune altrettanto belle e meritevoli di entrare nella nostra top ten.

Stara Baska

Siamo nella costa sudoccidentale dell'Isola di Krk e il villaggio di Stara Baska è divenuto ormai un punto di riferimento per il turismo internazionale nei mesi di luglio e agosto.
Se la spiaggia principale risulta troppo affollata, ne esistono anche altre più tranquille nelle immediate vicinanze a est del paese.
La spiaggia più bella si trova presso la Baia di Oprna, protetta dal profilo aspro delle colline e vi si accede percorrendo un sentiero che scende al mare. Nella spiaggia acciottolata si trova un bar e nient'altro ed è raggiungibile anche in barca dal villaggio.

Lubenice

Rimaniamo nella regione del Quarnero, questa volta sull'Isola di Cres, nella sua porzione occidentale.
Oltre all'incantevole borgo medievale che sorge sulla cresta della collina, qui si trovano anche diverse belle spiagge, tra cui una in particolare – Meli – piuttosto remota (30 minuti di sentiero per raggiungerla) che merita assolutamente lo sforzo. Acqua cristallina e calma totale sono due ottimi motivi per svegliarsi di buon'ora al mattino e camminare fino a qui.

Zlatni Rat

È vero, Zlatni Rat compare in tutte le classifiche delle spiagge più belle dell'Adriatico, del Mediterraneo e d'Europa, ma una ragione ci deve pur essere.
L'Isola di Brač è la terza isola più grande dell'Adriatico e ospita questa meraviglia della natura lungo la costa meridionale, nei pressi della località di Bol. La particolarità risiede nella sua forma: si tratta di una lingua di sabbia che si protende nel mare, bagnata dunque dalle acque su due lati. Il cosiddetto Corno d'Oro è costantemente modellato dalle maree e dalle correnti del Canale di Hvar, che hanno creato circa 400 metri di spiaggia ormai preda, nei mesi più caldi, di orde di turisti.

Brela

Nella Dalmazia Centrale la piccola cittadina di Brela gode di un litorale eccezionale dove si susseguono per circa 6 km spiaggette (sia di sabbia che di sassi) protette dalla pineta. La più famosa di queste è Punta Rata, purtroppo ormai appannaggio dei resort, ma tutto questo tratto di costa a nord di Makarska è ideale per godersi una giornata di mare e un bagno nelle splendide acque croate.

Spiaza

Un'isola semideserta fatta interamente di sabbia; non siamo nell'Oceano Pacifico, ma piuttosto vicini a casa. Susak è un'isoletta raggiungibile con il traghetto da Mali Lošinj, ed è in assoluto una delle più occidentali della Croazia, a circa 200 km in linea d'aria dalla Riviera Romagnola.
La spiaggia principale è quella di Spiaza, che può essere piuttosto affollata nei mesi estivi, ma si può rimediare agilmente spostandosi alla Baia di Bok, più ad est, anch'essa dotata di fine sabbia bianca e mare cristallino, ma meno popolata di turisti perché più faticosa da raggiungere.

... Pagina 2/2 ...
Grebišće

Ancora su un'isola, e ancora una volta su Hvar. Se molte delle spiagge di Hvar sono rocciose, quella di Grebišće si differenzia per essere fatta di sabbia fine. Immersa nella vegetazione tra le colline, si trova un paio di km ad est del centro di Jelsa ed è raggiungibile attraverso il campeggio. Le sue acque sono tra le più calme del paese ed è per questo un luogo molto popolare tra chi ama fare bagni interminabili in mare.

Lokrum

L'isola di Lokrum si trova immediatamente a sud della città di Dubrovnik ed è salvaguardata come parco nazionale dall'UNESCO, ragion per cui non è consentito il pernottamento. Ovviamente in un tale paradiso naturale è quasi scontato trovare uno splendido mare ed un luogo particolare, Mrtvo More, chiamato anche il piccolo mar morto dell'Adriatico. Si tratta di un lago ipersalino parzialmente in comunicazione con il mare, con spettacolari rocce e possibilità di balneazione: è molto conosciuto da chi pratica il nudismo, solitamente segnalato con la sigla FKK, raggiungibile con una camminata di pochi minuti dal porto.

Sunj Bay

Non è decisamente comoda da raggiungere (50 minuti di traghetto da Dubrovnik più una bella camminata attraverso il rilievo centrale dell'isola di Lopud), ma l'obiettivo vale tutti gli sforzi: una striscia di sabbia racchiusa da due promontori rocciosi dove si può trovare anche un baretto. Uno degli aspetti migliori è che non ci sono mai orde di turisti ed è frequentata soprattutto da gente del posto.

Rt Kamenjak

All'estremità meridionale dell'Istria, la Penisola di Premantura è un'oasi naturale pressoché incontaminata dove si susseguono spiagge, spiaggette e baie più o meno grandi per un totale di oltre 30 km di litorale. L'accesso a questa zona è gratuito per chi si muove a piedi o in bici, mentre è a pagamento per chi usa mezzi a motore. I fondali marini sono tra i preferiti tra chi pratica immersioni grazie alla loro spettacolarità, mentre per i bagni “normali” in superficie è bene usare prudenza, perché si segnalano correnti anche molto forti.

Isole Pakleni

Le Paklinski Otoci sono un arcipelago di 21 isolette che sorgono a fianco della grande isola di Hvar. Le fotografie aeree danno l'idea di un insieme di atolli come quelli paradisiaci del sud del Pacifico; qui in realtà la vegetazione è tipicamente mediterranea, e le isole ospitano sia spiagge affollate in prossimità delle sistemazioni alberghiere (come a Palmizana) che angoli di tranquillità dove si può anche praticare il nudismo, soprattutto a Jerolim e Stipanska. Le Isole Pakleni sono collegate giornalmente a Hvar con taxi acquatici che fanno la spola tra il porto e Jerolim in meno di mezz'ora, ma chi ha la possibilità di muoversi con un'imbarcazione propria potrà certamente godersi al meglio l'incanto dell'arcipelago.

 Pubblicato da il 04/08/2016 - 23.977 letture - ® Riproduzione vietata

01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close