Cerca Hotel al miglior prezzo

Vedute di Francia in mostra a Parma: Renoir Monet CÚzanne Matisse De StaŰl

Pagina 1/2

Se ci sono pittori che della Francia e in modo particolare della Costa Azzurra ne hanno fatto una terra d'elezione artistica, questi senza dubbio sono Renoir, Monet, Cézanne, Matisse e De Staël. Riuniti nella mostra inedita tutti insieme a Parma, questi pittori dall'animo bohemien sono esposti nelle sale della Fondazione Magnani Rocca (Traversetolo) fino al 13 settembre 2015 per dar vita alla mostra "Vedute di Francia nella Villa dei Capolavori. Renoir Monet Cézanne Matisse De Staël".

Grazie ad una collaborazione vincente tra la stessa Magnani Rocca e il Musée d'Orsay di Parigi, in quest'esposizione così particolare vengono affrontati più stupori in un un'unica sede. Prima di tutto vi è la possibilità di conoscere e approfondire una personalità importante come quella del collezionista d'arte Luigi Magnani, in secondo luogo si possono trovare più personalità artistiche devote alla parte meridionale della Francia con nomi d'eccezione infine, per la prima volta in Italia, si potrà ammirare "La Seine à Champrosay" di Renoir e altrettanto inedita mai esposta prima, l'opera di Matisse "L'Odalisque sur la Terrasse".

Procediamo con ordine: Luigi Magnani collezionista devoto all'arte e alla Francia, nella sua poliedricità emotiva non si è fatto mancare un forte interesse anche per la pittura paesaggistica, ecco perché il suo contributo per questa mostra è fondamentale. Indomito e garbato, la sua impronta non solo si evince dalla sua villa ma anche per le scelte con cui l'ha riempita, piene di un fascino particolarmente elegante e sopraffino.

... Pagina 2/2 ...
La scelta di riunire personalità come Renoir, Monet, Ceèzanne, Matisse e De Staël poi, non può che rivelarsi sicuramente curiosa. Diverse mostre temporanee racchiudono spesso più firme celeberrime insieme, ma più difficilmente in queste vengono privilegiati i temi paesaggistici bensì le correnti stilistiche e artistiche. Per questo l'esposizione si presenta come particolare e piuttosto alternativa ma non per questo stona, anzi.

Ed ecco la parte più sfiziosa della mostra, ossia il suo carattere esclusivo. L'opera di Renoir "La Seine à Champrosay" per la prima volta approda in Italia, con il suo profumo en plain air così vivo che non sembra un'opera realizzata nel 1876 visto il suo fascino sempreverde. Lo spazio a lei dedicato si circonda di altri due capolavori di Renoir con pezzi appartenenti alla collezione permanente della Fondazione Magnani Rocca ossia Paysage de Cagnes e Les Poisson, più un suggestivo scenario come quello di Falaises à Pourville di Monet, che rendono l'allestimento decisamente armonioso e romantico.

Sempre al primo piano della Villa dei Capolavori e nella stessa sala dedicata all'esposizione inedita dell'opera di Renoir, un'altro esordio viene proposto al pubblico in modo elegantemente esplosivo. Si tratta dell'Odalisque sur la Terrasse dove la Francia viene contaminata dal pennello orientaleggiante sempre presente nella tavolozza di Matisse creando un contrasto unico. L'opera inoltre, restaurata proprio per quest'occasione e mai esposta prima d'ora, rappresenta un'attrattiva dirompente per i più appassionati.

La ricca esposizione prosegue poi con le poche opere conservate in Italia di Cézanne, che dunque assumono un carattere ancora più significativo. Si tratta di sei opere tra cui due dedicate alle vedute panoramiche della Provenza, due omaggi che il Maestro francese ha raffigurato con un acquerello e un olio su tela.

Infine, il garbo di questo cammino espositivo si conclude con un omaggio al cinquantesimo anniversario dalla morte di De Staël successa ad Antibes con la possibilità di ammirare il suo stile parigino trapiantato in alcune tele raffiguranti la Costa Azzurra. Roberto Tassi ne descriveva la mano così: "Interna la luce alla materia, fonde il terrestre e l'aereo" e, poiché questa frase così delicata si potrebbe dire di tutti gli altri artisti presenti in mostra, la scelta di questa conclusione da parte della Fondazione Magnani Rocca non poteva essere delle migliori.

La mostra: "Vedute di Francia nella Villa dei Capolavori. Renoir Monet Cézanne Matisse De Staël".
Dove: presso le sale della Fondazione Magnani Rocca a Traversetolo, Parma.
Date: dal 4 aprile 2015 al 13 settembre 2015.
Orario: tutti i giorni ad esclusione del lunedì, dalle ore 10:00 alle ore 18:00, nei festivi (sabato e domenica) fino alle 19:00.
Prezzo: biglietto intero 9 euro valido anche per la visita alle opere permanenti, ridotto per le scuole 5 euro.
Maggiori informazioni: sul sito ufficiale.

 Pubblicato da il 09/05/2015 - 4.538 letture - ® Riproduzione vietata

close