Cerca Hotel al miglior prezzo

Steamboat, il grande geyser di Yellowstone, erutta nuovamente dopo 8 anni

Pagina 1/2

In agosto molti scelgono di visitare il parco naturale più antico e bello del mondo: Yellowstone è una meta davvero speciale, che consente di esplorare ambienti dal fascino estremo, sia per le possibilità di incontrare tantissime specie di animali selvatici, sia per i paesaggi particolari, creati dal calore residuo dell'ultima eruzione del gigantesco Supervulcano qui "riposa" silenzioso, in attesa del suo prossimo, drammatico risveglio.

E chi ha scelto Yellowstone per questo agosto 2013 è stato ricompensato da un regalo inatteso: il geyser più potente del pianeta, il celebre Steamboat (il battello a vapore), si è improvvisamente risvegliato, dopo 8 anni di assoluta tranquillità, regalando ai presenti uno spettacolo indimentabile! I geyser sono una delle tante attrazioni di Yellowstone, ma tutti si concentrano su quelli che eruttano con regolarità, come ad esempio sull "vecchio fedele" Old Faithful, le cui eruzioni vengono previste ogni giorno con grande precisione dai rangers del parco.

Ma lo Steamboat è considerato come il "vecchio inaffidabile" e nessuno è in grado di prevedere quando si verificherà la sua prossima eruzione! Lo Steamboat Geyser, nel Parco Nazionale di Yellowstone, è il più alto geyser attivo del mondo, ma è imprevedibile, a volte si devono aspettare mesi o decenni tra due grandi eruzioni successive, ma ad esempio, nel 1960, eruttò ben 29 volte in un anno. Le piccole eruzioni sono invece più frequenti, anche se anch'esse imprevedibili

E' una fortuna rara trovarsi lì quando lo Steamboat si risveglia in modo potente: le sue eruzioni sono enormi e impressionanti, con getti di acqua e vapore che raggiungendo altezze di 120 metri e che possono durare anche fino a 40 minuti consecutivi. E lo spettacolo non finisce qui: Una densa colonna di vapore fuoriesce tonante per ore dopo l'eruzione, come se fosse un gigante motore a vapore di una nave, da cui deriva il suo nome.

... Pagina 2/2 ... E lo Steamboat deve aver deciso che tra il 31 luglio ed il 1° agosto 2013 era di nuovo giunto il momento per fare parlare di sè nuovamente! Per la prima volta in otto anni, e senza alcun preavviso, il geyser è improvvisamente esploso in uno spettacolo imponente, splendido per i turisti presenti sul ponte di osservazione, che hanno potuto estrarre le loro macchine fotografiche e scattare delle foto memorabili che nessuno aveva potuto fare dal lontano maggio 2005.

L'eruzione 2013 dello Stemboat ha proiettato una colonna bollente fino ad una altezza di quasi 100 metri, dalla durata una ventina di minuti, che poi è proseguita con una fuoriuscita di vapore che si è protratta per circa 24 ore. I rangers erano stati avvisati dall'eruzione grazie a dei sensori installati sul posto; a causa del numero di geyser di Yellowstone, pari a 300, che è più della metà del totale mondiale, i Rangers si affidano a dei sensori di calore elettronici messi nei pressi di ciascun geyser, e che segnalano ogni variazione di temperatura, che può preannuciare l'arrivo di una eruzione. E quando hanno visto accendersi la luce dello Steamboat, che si trova nel Norris Geyser Basin, hanno subito capito subito che il grande geyser stava per risvegliarsi di nuovo.

Ora moltissimi turisti si sono diretti sul luogo, e sperano di cogliere qualche momento ancora di attività, dato che dopo 8 anni di silenzio, lo Stemboat potrebbe voler fare ancora parlare di se, come fece nel 2003 quando eryttò due volte, a distanza di appena un mese. Ma nessuno può sapere se, come e quando si verificherà la sua prossima e spettacolare eruzione, come d'altra parte nessono sa quando il gigantesco Supervulcano di Yellowstone vorrà fare tremare, ancora per una volta, il mondo intero...

 Pubblicato da il 05/08/2013 - 5.316 letture - ® Riproduzione vietata

close