Cerca Hotel al miglior prezzo

2 giorni a Madrid, i luoghi da non perdere

Come ogni storica capitale europea, anche Madrid è oggetto di molti pacchetti week end, specie nella stagione autunnale ed primavera, quando la città dà il meglio di se per quanto riguarda il clima, senza eccessi di caldo o di freddo. E avendo a disposizione, per visitarla, solo pochi giorni, o per meglio dire, pochissime ore, bisogna fare delle scelte drastiche e concentrarsi solo su ciò di veramente imperdibile, che la città ha da offrire. Ecco allora tre cose, secondo noi, da non perdere a Madrid, i tre luoghi che non potete dimenticare di vedere, se visitate per la prima volta la capitale della Spagna.

Madrid è una città di grande spessore culturale, ed il Museo del Prado ne è la sua anima più intima. Ospita una enorme collezione di opere d'arte, che raccontano in perfetta sintesi la storia di tutta la Spagna, dalla sua età dell'oro fino alla sua progressiva decadenza culturale a seguito della guerra civile ed il franchismo. Il Prado, soprattutto, è il luogo ideale per godersi il genio del grande pittore spagnolo Francisco de Goya, che qui può essere ammirato nelle varie fasi della sua tormentata vita artistica. Le collezioni del Prado spaziano anche sui grandi artisti italiani e fiamminghi. Tra le opere da non mancare “Las Menimas” di Diego Velázquez e i Sette vizi Capitali di Ieronymus Bosch. Il Prado si può vistare gratuitamente alla sera (però è molto affollato) dalle 18 alle 20, o dalle 17 alle 19 la domenica. Ricordiamo che il museo ha tre punti d'accesso: Puerta de Jerónimos, per gli ingressi prenotati via internet, Puerta de Murillo cui accedono i gruppi, e la Puerta de Goya Alta per i visitatori individuali. Sito ufficiale www.museodelprado.es/

Puerta del Sol è un altro luogo simbolo di Madrid, anche se lega la sua fama soprattutto alla notte di Capodanno quando la piazza si riempie all'inverosimile di gente, pronta ad eseguire il rito tradizionale dei 12 acini di uva della mezzanotte (campanadas). Oggi la piazza, grazie alle limitazioni del traffico, è un luogo più a misura d'uomo, per 365 giorni l'anno, ed è un piacere convergere su una delle piazze storiche della capitale spagnola, in cui domina l'elegante architettura del Palazzo delle Poste, su cui si erge la torre campanaria dei celebri rintocchi (Reloj de Puerta del Sol). Vedrete anche la statua di Carlo III, ed è proprio da qui che si trova il Chilometro zero delle strade spagnole, che da questo punto si diramano a raggiera per tutta la penisola iberica. La piazza, inoltre. è anche il cuore della movida madrilena ed è quindi meta perfetta per iniziare delle spumeggianti serate di divertimento, specialmente nel fine settimana.

Da Puerta del Sol, a piedi, si arriva facilmente al Palazzo Reale (Palacio Real de Madrid), il più grande palazzo reale d'Europa . L'edifico che venne eretto per sostituire l'Alcazar, distrutto da un feroce incendio la vigilia di Natale del 1734, è un edifico immenso, che conta 3.418 camere, su di una superficie di di 135 mila metri quadri. E' la residenza ufficiale della famiglia reale spagnola, ma è utilizzata solamente per gli incontri ufficiali. Per i turisti è un luogo imperdibile, per la maestosità della Piazza dell'Armeria che introduce al grandioso palazzo. Da non perdere, il Salone del Trono, con il soffitto affrescato dal Tiepolo, il Salotto di Porcellana e la grande Cappella con marmi ed affreschi. C'è poi la Galleria, che ospita opere di grande pregio come Goya, Velazquez e Caravaggio. Esternamente si può condurre una rilassante passeggiata sia nei grandi Jardines de Sabatini, situati a nord del palazzo, che nel Campo del Moro, sul lato meridionale del palazzo. L'ingreso costa 10 euro. Sito ufficiale www.patrimonionacional.es
  •  
27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close