Cerca Hotel al miglior prezzo

Con Street View di Google da oggi si esplora la Foresta Amazzonica

Google non smette mai di stupirci, e questa volta il colosso di Mountain View ci da una nuova possibilità di esplorare il mondo restando a casa: i turisti possono ora esplorare le meraviglie del bacino del Rio delle Amazzoni, risparmiandosi il lungo volo e senza il fastidio dei numerosi insetti! Sono state infatti integrate in Google Maps le immagini scattate l'anno scorso lungo il Rio Negro in Brasile, che erano state riprese utilizzando il sistema di “Street View” che era stato alloggiato su di una barca. Oltre che le vie d'acqua la fotocamera è stata montata su delle ruote (trikes) e treppiedi, ed ha eseguito riprese anche lungo i sentieri della giungla e nei villaggi indios.

Da oggi si possono quindi compiere giri virtuali in barca e a piedi lungo la sezione principale del Rio Negro, e galleggiare tra gli affluenti più piccoli, dove si trova la foresta allagata. Come in una specie di tour sul posto, secondo gli autori del progetto Amazon di Google Street View è possibile fare avvistamenti di animali selvatici nelle immagini, basta cercare bene tra i rami degli alberi!

Per provare anche voi cercate su google maps Manaus, zoommate un poco, poi dirigetevi ad ovest, i percorsi disponibili sono in destra idrografica del Rio Negro, riconoscibile per il colore scuro delle acque, rispetto al marrone del Rio delle Amazzoni.

Il progetto era nato da un'idea della Fondazione Amazzonia Sostenibile (FAS), che aveva proposto a Google Earth una visione ambiziosa, quella di trasformare "Street View'' in una “River View” cioè un vista sul fiume nella lussureggiante e preziosa foresta del bacino amazzonico. I membri di un team di Google si sono quindi recati sul posto ed hanno insegnato ai membri del FAS e dei residenti locali come utilizzare i tricicli (Trikes) con la fotocamera ed anche una speciale macchina fotografica montata su treppiede, fatta apposta per catturare immagini all'interno di scuole, centri comunitari, e altri spazi pubblici.

La fotocamera, con una lente fish-eye, che riesce a a catturare panoramiche complete dal cielo alla terra, è stata utilizzata anche per registrare le passeggiate lungo i sentieri della foresta pluviale.
L'obiettivo del progetto era quello di catturare inizialmente un tratto di 50 km del Rio Negro, e lungo il percorso formare una squadra di personale locale, che non mancherà di tenere aggiornate le viste, cercando di ampliare le zone riprese, cercando di fornire un monitoraggio dello stato di conservazione di questo tratto di foresta amazzonica.

Fonte:.news.com.au
  •  

 Pubblicato da il 23/03/2012 - - ® Riproduzione vietata

01 Novembre 2017 Halloween a CinecittÓ World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close