Cerca Hotel al miglior prezzo

WiFi nella Metropolitana di Londra, trovato accordo con Virgin Media

Il gestore di London Underground e la società Virgin Media hanno finalmente trovato un accordo, e parte quindi l'operazione WiFi nella Metropolitana di Londra. Entro l'estate verrà introdotto il servizio di accesso a internet wireless in 80 delle 217 stazioni della metropolitana, mentre entro la fine del 2012 il numero di stazioni servite salirà a 120. Ci sono invece ancora dubbi se il rimanente centinaio di stazioni verrà anch'esso inserito nel progetto WiFi in tempi successivi.

Comunque si parla di WiFi solamente nelle stazioni, quindi chi vorrà accedere ad internet potrà farlo unicamente a treno fermo e mentre aspetta la metro nella stazione, mentre dentro ai tunnel non sarà possibile accedere alla rete. I pendolari ed i turisti saranno quindi in grado di controllare la posta elettronica, controllare lo stato del servizio della metropolitana, e navigare in rete in tutte quelle stazioni con copertura WiFi. Chi utilizzerà questo servizio dovrà registrarsi la prima volta, dopo di che potrà fare un log-in all'inizio di ogni viaggio. Quanto costerà? Il prezzo del servizio sarà gratuito all'inizio, mentre dovrebbe diventare a pagamento dopo le olimpiadi, anche se le tariffe verranno confermate nel corso dell'anno quando il sistema andrà a regime entro la prossima estate, poco prima dell'inizio delle Olimpiadi. Si sa che dovrebbe rimanere gratuito per i clienti di Virgin Media.

Se i turisti saranno contenti di questa nuova opportunità che avranno nell'esplorare Londra, i cittadini della Capitale dell'Inghilterra, sembrano meno entusiasti: un recente sondaggio ha rivelato che la maggioranza dei londinesi NON vuole il WiFi in metropolitana, per svariate ragioni. La ricerca, sponsorizzata da un sito che propone sconti sulla rete, ha stabilito che il 55% degli utilizzatori della metro è spaventato dell'introduzione del collegamento wireless nelle stazioni della metropolitana. Ovviamente i giovani (+18 anni) sono più favorevoli all'operazione, però sorprende che un oltre 30% di essi abbia dichiarato un parere contrario al WiFi.

Dai risultati del sondaggio, emerge che alcuni passeggeri sono preoccupati per un discorso di privacy e sicurezza, altri temono che internet disponibile vedrà un aumento dei ladri in circolazione, attratti dalle migliaia di viaggiatori distratti dalla navigazione. Anche il rischio terrorismo, è ancora una delle paure più forti nella Metropolitana di Londra. Ulteriori dubbi sollevati sono quelli che sottolineano come il WiFi porterebbe ad un ulteriore diminuzione delle già modeste relazioni sociali che avvengono quotidianamente dentro ai treni delle metropolitane e nelle stazioni, altri ancora temono che l'utilizzo dei laptop riduca ulteriormente gli esigui spazi nei treni e nelle banchine delle stazioni. Ma nell'ottica di un mondo sempre più “social” questi sono i prezzi ineluttabili che dovremo pagare...
  •  
close