Cerca Hotel al miglior prezzo

Plaza Hotel: l'albergo di lusso a Central Park, New York

A molti sembra impossibile che qualcuno ci dorma veramente: il Plaza Hotel di New York City, più semplicemente The Plaza, impettito nel cuore di Manhattan, è così sontuoso da sembrare ben più di un albergo. Piuttosto un monumento, un simbolo, un mondo lussuoso che si lascia desiderare, ma concede piccoli assaggi di sé anche ai semplici curiosi.

È il gioiello della Grand Army Plaza, che si apre all’incrocio tra la Fifth Avenue e la 59th Street; ne domina il lembo occidentale, solido e immobile nel viavai delle macchine e dei pedoni. Davanti all’ingresso principale c’è la fontana di Karl Bitter, che rappresenta Pomona, la dea romana dell’abbondanza: è la guardiana ideale per un hotel così esclusivo, alto 76 metri - 20 piani – e lungo 120 metri, farcito di dettagli dorati.

Fondato nel 1907, il Plaza Hotel si è guadagnato immediatamente un’ampia fama. Chi non poteva concedersi una notte di lusso ne sentiva comunque parlare, e tanti l’hanno visto sul grande e piccolo schermo, numerose pellicole lo hanno immortalato, ne citiamo solo alcuni: il primo fu Alfred Hitchcock con "Intrigo internazionale", nel 1958, "A piedi nudi nel parco" (1967), "Crocodile Dundee 1 e 2" (1986/88), "Scent of a Woman" (1991), "Mamma ho perso l’aereo 2" (1992) e i recenti "Il grande Gatsby" (2013) e "American Hustle" (2013) vincitore dell'Oscar.

Nel 2004 fu acquistato alla modica cifra di 675 milioni di dollari dall’El-Ad Group, che intendeva trasformarlo in prestigiosi condomini, ma i newyorkesi erano così affezionati allo storico edificio da dare vita al movimento Save the Plaza, determinati a salvarne la vocazione originaria e, in particolare, i 900 impiegati che avrebbero perso il lavoro. Si arrivò a un compromesso: il sindaco Bloomberg fece in modo che un terzo dei lavoratori mantenesse il posto, e i restanti due terzi godettero di una lauta buonuscita per accettare il prepensionamento; gli appartamenti di lusso progettati da El-Ad non mancarono, ma rimasero anche tante camere d’albergo.

Il Plaza ha riaperto nel 2007: i 450 milioni di dollari della ristrutturazione, oltre ad aver introdotto i condomini privati accanto alle stanze d’hotel, l’hanno reso più tecnologico e funzionale, ma l’atmosfera sontuosa è rimasta immutata. I tradizionalisti non sono rimasti delusi: l’albergo dei sogni è un bel connubio tra novità e memoria, con i suoi ambienti principeschi e i servizi ultramoderni. Ci sono ancora le decorazioni Beaux Arts e i leggendari Oak Room e Oak Bar, che fanno da bar e ristorante per i clienti dell’albergo ma anche per i turisti di passaggio. Le novità sono l’elegante Champagne Bar, il Rose Club e il cortile interno Tranquillity Garden, con le sue vasche illuminate bordate di piante esotiche. Il Palm Court è una riscoperta. Era già nel Plaza di una volta, ma ha goduto di una ristrutturazione da 6,5 milioni di dollari e si è fatto ancor più fine e luminoso, con ampie vetrate e il soffitto affrescato. È il regno indiscusso del tè delle cinque, ma è perfetto anche per una colazione, un pranzo o un brunch domenicale, e non serve dormire al Plaza per accedervi.

Che possiate permettervi una notte al Plaza oppure no, fantasticare sulle sue camera è già un piccolo lusso. Basti pensare che le 282 stanze – incluse 102 suite – sono le più grandi di qualsiasi hotel di New York di questo livello. Gli ospiti delle suite hanno a disposizione un maggiordomo (Butler) 24 ore su 24, pronto a disfare e rifare le valigie, preparare la vasca da bagno con le loro essenze preferite, raccogliere i vestiti da lavare e restituirli come nuovi, lucidare le scarpe e rifornire di ghiaccio il frigobar.

Queste coccole “vecchio stampo” sono accompagnate dalle migliori tecnologie: tutte le stanze hanno una televisione ad alta definizione, l’accesso a internet wireless, e possono usare un iPad per ordinare un pasto in camera, riservare un tavolo al ristorante, prenotare un volo aereo e comunicare col Concierge per qualsiasi esigenza.

Non mancano le boutique, i bar e ristoranti, i centri benessere e la palestra, e nelle sale conferenza si tengono riunioni di lavoro o grandi eventi culturali. In ogni caso per chi volesse provare l'emozione di pernottare in questo pezzo di storia della Grande Mela, i prezzi partono da valori intorno ai 350 euro, per una camera base in periodo di bassa stagione. Ovviamente ci sono camere più costose, specialmente quelle con le viste migliori su Manhattan, e soprattutto quelle che si aprono sul lato di Central Park, il polmone verde della Grande Mela

INFORMAZIONI UTILI:

Per prenotare la vostra stanza al Plaza Hotel: cliccate qui
Durante il vostro soggiorno sfruttate i consigli del personale dell’albergo per visitare New York. Lo staff ha una lista pronta di destinazioni da suggerire, che comprende tour da 2 o 3 ore, da mezza giornata o da un giorno intero, nonché belle visite della Grande Mela by night.

Gli aeroporti più vicini al Plaza Hotel sono il John F Kennedy International Airport (JFK) e LaGuardia Airport (LGA). Per consultare gli orari e i percorsi della metropolitana visitate questo sito.

Contatti:
Plaza Hotel,
Fifth Avenue at Central Park South
New York, New York
United States
10019

Numero Verde per chiamate internazionali: 1 (866) 940-9361
TEL (212) 759-3000
FAX (212) 759-3001
E-MAIL plazareservation@fairmont.com
Sito ufficiale

 Pubblicato da il 14/10/2014 - 2.874 letture - ® Riproduzione vietata

close