Cerca Hotel al miglior prezzo

Cosa vedere e cosa visitare Theater District

Theater District, il quartiere dei teatri e del divertimento a New York City

Il Theater District è a New York City il quartiere dei divertimenti, dei musical, della vita notturna e delle insegne luminose; al suo interno però trovano sede anche alcune oasi di pace in cui rilassarsi e aprire la mente a nuove esperienze. Della parte modaiola del District fa senz’altro parte la sua anima, nonché punto focale: Times Square, piazza che prese il nome dalla torre del New York Times, che fu inaugurata qui nel 1906. La famosa piazza, insieme alla Great White Way (la Grande Via Bianca, la Broadway tra 40th e 47th Street), strada per eccellenza dei teatri che ospitano i famosissimi musical per cui la zona è celebre, è una delle immagini distintive di New York, grazie anche alle mille luci al neon che dagli anni Venti in poi creano uno spettacolo veramente suggestivo.

Times Square stessa, come tutti ben sanno, è rinomata per i suo enormi cartelloni pubblicitari che illuminano a giorno la piazza anche in piena notte. Molto affascinante è lo spettacolo che si tiene qui per la festività di San Silvestro: sin dall’anno di inaugurazione dell’edificio del Times ad inizio Novecento, a mezzanotte dell’ultimo giorno dell’anno una lucente palla di cristallo cade dal tetto di One Times Square, in un tripudio di musica e fuochi d’artificio. Uno spettacolo a cui vale la pena assistere, insieme ad altre 750.000 persone accorse per l’occasione. Nella zona intorno alla piazza si collocano una quantità di attrazioni di svariato genere, che promettono intrattenimento puro: il complesso commerciale E-Walk, con negozi, ristoranti, una multisala e il famoso B.B.King Blues Club, gli MTV Studios, che attira per strada frotte di giovani intenti a scorgere il loro beniamino musicale e non, una filiale del museo delle cere di Madame Toussaud, la Video Arcade di Broadway City, regno dei videogame di ogni genere e specie, solo per citarne alcune tra le più famose. Uno degli Hard Rock Cafè più famosi e frequentati del mondo ha sede qui, all’interno del Paramount Building, dove negli anni Quaranta si ascoltava cantare Frank Sinatra, mentre oggi, oltre al famoso ristorante, vi si trova un’area per concerti. Sul lato occidentale della Broadway sono ubicati i teatri ricchi di tradizione e di bella architettura, come lo Shubert Alley: su questo palco il celeberrimo A Chorus Line ha raggiunto il record di 6.137 rappresentazioni. Dalla parte opposta della strada si trova il Lyceum Theater, il teatro più vecchio di New York; edificato in puro stile barocco nel lontano 1903, è ancora attivo, ospitando molte produzioni.

Risalendo ulteriormente per la Broadway si incontra infine Duffy Square, dove spicca la statua di George M. Cohan, compositore e scrittore nonché creatore di molti spettacoli di successo di Broadway. In questa piazza si trova anche la biglietteria TKTS che vende biglietti teatrali a prezzi ridotti. Per un’autentica esperienza di Broadway, dopo lo spettacolo si può concludere la serata cenando in uno dei locali che si affacciano sulla Restaurant Row, la 46th Street fra Eighth e Ninth Avenue. La scelta su dove accomodarsi è a dir poco imbarazzante! Senza dubbio merita addentrarsi nello spassosissimo Stardust, in puro stile Happy Days, dove si verrà sicuramente travolti dall’entusiasmo dei simpatici camerieri canterini. Spostandosi dalla Broadway alla 7th Avenue, sempre passeggiando con il naso all’insù per ammirare i molti e avveniristici grattacieli che imperversano nella zona, si raggiungono altre due istituzioni nel mondo dello spettacolo, il City Center of Music and Dance e la Carnegie Hall. Il City Center, un bell’edificio in stile moresco progettato nel 1924 come tempio massonico, è stato a partire dal 1943 per lungo tempo sede del New York City Opera and Ballet; quando la compagnia si è trasferita al Lincoln Center, dove tutt’ora risiede, il teatro è rimasto comunque specializzato in spettacoli di danza.

La Carnegie Hall, inaugurata ancor prima, nel 1891, è stata invece la prima grande sala per concerti della città ed è una delle sedi per concerti e convegni più famose al mondo. L’edificio, per molti anni sede della Filarmonica di New York, vanta una delle migliori acustiche del pianeta, e suonarvi divenne presto indice di successo. Ancor oggi, dopo l’imponente restauro risalente al 1986, orchestre, solisti e cantanti famosi in tutto il mondo hanno l’onore di esibirsi qui, come fece Maria Callas che qui tenne il suo ultimo concerto in America. I palcoscenici della Carnegie sono stati inoltre solcati anche da grandi politici e pensatori, come Winston Churchill, Martin Luther King e Albert Einstein. Fra i tanti e importanti grattacieli di cui si accennava sopra, merita una menzione particolare il complesso privato di 19 edifici conosciuto come Rockfeller Center che, progettato in puro stile Art Déco, vanta facciate, ingressi e giardini arricchiti dai lavori di decine di artisti. Famosissimo il gigantesco albero di Natale che ogni anno viene allestito all’interno del complesso e la pista del ghiaccio scorta nei tanti film ambientati a New York.

Nel Rockfeller Center hanno sede dal 1932 il Radio City Music Hall, dove è possibile farsi travolgere dallo scintillante spettacolo delle Rockettes, e gli studi televisivi della NBC. Dal Top of the Rock, al 70° piano del centro, si gode di una spettacolare vista a 360° su New York. E finalmente si arriva a quella zona del quartiere ricca di cultura, conoscenza, silenzio e sapere che è la New York City Library. Ubicata all’interno del Bryant Park, tranquillo parco cittadino famoso per la sua rassegna di film all’aperto, festival musicali e soprattutto rete Wi-Fi gratuita, la libreria pubblica più importante d’America è stata inaugurata nel 1911, ed è stata costruita con l’intento ben preciso e dichiarato di creare uno spazio luminoso, tranquillo e spazioso in cui i lettori potessero vagare liberi fra i libri esposti a scaffale aperto, scegliendo ciò che più li aggrada in tempi rapidi. E così è stato! L’edificio in stile Beaux-Arts vanta una sala di lettura che si estende per due isolati illuminata dalla luce naturale proveniente dai cortili interni, un magazzino contenente oltre 7 milioni di volumi sistemati in 140 km di scaffali in cui un determinato libro è rintracciabile nel giro di 10 minuti, una sala riviste che conserva i periodici di 128 paesi. Questo colosso, cuore di una rete che conta ben 82 sezioni, soddisfa ogni giorno più di 1.000 richieste da parte degli utenti ed è stato, ed è tutt’oggi, un esempio per lo sviluppo delle biblioteche di pubblica lettura di tutto il mondo.

Metropolitana: per Times Square prendere le linee A,C,E,1,2,3,N,Q,R,W,S,7; per Bryant Park prendere le linee B,D,F,V,7.
Autobus: servono la zona le linee M1-7, M10, M20, M27, M104, M42, M50 e M57.

 Pubblicato da il 24/08/2012 - 4.685 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close