Cerca Hotel al miglior prezzo

Cosa vedere e cosa visitare Morgan Library & Museum

Visita alla Biblioteca e Museo Morgan a New York City: tra manoscritti rari, stampe e libri antichi

Pagina 1/2

Il patrimonio custodito all'interno del Museo Morgan di New York City è di immenso valore. Il nucleo delle opere raccolte per alimentare la collezione privata di Pierpont Morgan, erede di una delle famiglie più in vista del New England, sono stare rese accessibili al pubblico nel 1924. E' questa la data che segna l'apertura della struttura, voluta da uno dei discendenti della famiglia, J.P. Morgan Jr.

La collezione avviata da Pierpont, il più importante dei finanzieri dell'epoca, raccoglie libri rari, manoscritti, disegni, stampe e oggetti d'arte antichi. Missione del museo è di preservare gli importantissimi reperti per offrirli in visione e studio e stimolare la creatività e l'immaginazione del pubblico. La struttura ospita varie esposizioni collegate alla collezione principale, sostituite in base ad un programma stabilito consultabile fra le pagine del sito.

A questo si aggiungono le performances musicali e di lettura, la visione di film e di programmi dedicati alle famiglie oltre ai tour guidati. Per coinvolgere i giovani, il museo e la biblioteca Morgan hanno definito alcuni interventi nei programmi scolastici.

L'ambito famigliare nel quale il fondatore della raccolta, Pierpont Morgan, è cresciuto è stato fondamentale per forgiarne carattere e propensioni. Uno degli antenati della madre, James Pierpont, è stato il fondatore dell'Università di Yale. Il nonno materno, il reverendo John Pierpont amava la poesia ed ebbe un ruolo fondamentale, come attivista, nella lotta contro la schiavitù.

Il nonno paterno, invece, Joseph Morgan, fu uno dei co-fondatori della compagnia assicuratrice Aetna capace di generare un traffico economico di un milione di dollari nel 1847. Pierpont avviò la sua collezione nel 1890 dopo la morte del padre Junius. A orientarla i suoi gusti e la viva intuizione, che già dal 1870 lo avevano spinto ad acquisire i primi disegni. Fino al 1913, Pierpont riuscì ad accumulare opere per un valore di 60 milioni di dollari, pari a circa 900 milioni di oggi, fra bronzi, porcellane, avori, pitture, manufatti egizi, libri, manoscritti e migliaia di altri oggetti.

Pare che Pierpont amasse dire "Nessun prezzo è troppo alto per un oggetto di bellezza indiscutibile e di comprovata autenticità". Una parte della collezione è dedicata agli autografi. Fra le firme celebri conservate, quella di Sir James Fenn e di Stephen Wakeman. A far loro compagnia sono i manoscritti come quelli di Keats's Endymion e della Dickens's Christmas Carol, del Lindau Gospels, fra più importanti, e del rarissimo Mainz Psalter del 1459. I disegni iniziarono a stimolarlo negli ultimi anni della vita, quando riuscì ad ottenere nel 1909, la collezione Charles Fairfax Murray che include 1.500 lavori dal Rinascimento al 18° secolo. Nel 1911 acquisì inoltre il gruppo più importante di manoscritti Copti scoperti l'anno prima fra le rovine di una biblioteca monastica vicino al villaggio egizio di Hamouli nel Fayum. Anche i sigilli fanno parte della collezione che ospita in particolare quelli provenienti dal Nord Est del continente europeo.

Oggi, il Morgan Library & Museum, inizialmente allestito nel piano seminterrato dell'abitazione di Pierpont, è collocato in una struttura dagli stili diversi disegnata da Charles Follen McKim proprio per soddisfare la volontà di disporre di una biblioteca privata espressa da Pierpont. L'edificio venne realizzato negli anni fra il 1902 ed il 1906 nella zona Est della sua residenza fra Madison Avenue e la 36th Street a New York.

Il palazzo è stato in seguito ingrandito con aggiunte successive. Nel 1991 è stato realizzato un giardino di collegamento fra le varie strutture inserito nel progetto seguito da Renzo Piano finalizzato all'integrazione dei palazzi attraverso i padiglioni in ferro e vetro dotati di scala di collegamento per creare un accesso invitante. Il Museo però non si ferma e continua a ingrandire grazie alle donazioni dei numerosi amici che supportano la crescita della collezione. Così, nel futuro, sono previsti interventi per creare una nuova entrata sulla Madison Avenue, migliorare la circolazione interna con un occhio di riguardo ai disabili, creare nuove spazi per esposizioni, esibizioni e letture, e sostanzialmente espandere lo spazio a disposizione per conservare le collezioni. Renzo Piano è l'architetto che se ne sta occupando seguendo le linee guida di eleganza, intimità ed eccellenza.

... Pagina 2/2 ... Accedere al Museo è possibile acquistando un biglietto di entrata di 18 dollari per gli adulti, 12 per i bambini, gli studenti e gli over 65. L'ingresso è gratuito per i bambini che hanno meno di 12 anni e per tutti coloro che riescono ad entrare dalle 19 alle 21 di ogni venerdì.

Una parte del museo corrispondente alla stanza di McKim che comprende la biblioteca di Mr. Morgan, il suo studio e l'ufficio della biblioteca stessa, è ad ingresso libero il martedì dalle 15 alle 17, il venerdì dalle 19 alle 21 e la domenica dalle 16 alle 18. Ovviamente nessun biglietto è richiesto per visitare lo shop, il dining room e d il cafè.

Gli orari di apertura sono i seguenti:
martedì - giovedì : 10:30 - 17
venerdì: 10:30 - 21
sabato : 10 - 18
domenica: 11 - 18
Giorni di chiusura sono tutti i lunedì, il Giorno del Ringraziamento, Natale e Capodanno. La chiusura è anticipata alle 16 alla vigilia di Natale e alle 17 l'ultimo dell'anno ed il 4 Luglio.
Il Morgan Library & Museum si trova al 225 Madison Avenue at 36th Street, New York, NY 10016, a pochi passi dalla Gran Centrale e Penn Station

Metro No. 6 alla 33d Street; No. 4, 5, 6 alla 7 Grand Central B, D, F, Q alla 42d Street
Sito ufficiale: www.themorgan.org

 Pubblicato da il 24/08/2015 - 5.771 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a Cinecittą World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close