Cerca Hotel al miglior prezzo

La Rocca Scaligera, il Castello di Sirmione sul Lago di Garda

Il Castello Scaligero è uno degli elementi architettonici che fa di Sirmione in Lombardia la perla del lago di Garda, ponendosi quale meraviglia introduttiva dell’eccezionale centro storico.

Il maniero, fra i meglio conservati del Belpaese, si distingue dagli altri disposti lungo lo Stivale per una caratteristica che ne enfatizza la bellezza in maniera esponenziale: è bagnato su tutti e quattro i lati dall’acqua lacustre, cosa che ha permesso la progettazione e realizzazione di una darsena così da renderla una fortificazione a uso portuale.

Storia

La rocca ha avuto origine nel XIII secolo (la data esatta resta però imprecisata) per merito di Leonardino della Scala, podestà di Verona ed esponente di spicco di una fra le famiglie più influente del periodo, che ne ordinò la costruzione per difendere adeguatamente una città, appunto Sirmione, la cui disposizione geografica risultava sì strategica ma al contempo alquanto vulnerabile a molteplici attacchi.

Successivi ampliamenti inerenti mastio (alto 47 metri e sotto il quale si trovavano le celle per i prigionieri), cortile principale, le tre torri angolari e le due entrate contraddistinte dal ponte levatoio furono compiuti nei secoli a venire, infatti nel 1405 il nucleo urbano passò sotto l’egida della Repubblica di Venezia e il fatto portò vantaggi alla Rocca, ulteriormente rafforzata e persino abbellita così da fare della fortezza un centro di potere a prova di espugnazione.

Con l’affermazione di Peschiera del Garda, il Castello Scaligero perse nel Cinquecento prestigio e funzione politica andando così incontro a un declino che, a ogni modo, non ne snaturò il ruolo facendone un esempio di rara poliedricità in quanto divenne sede della guarnigione militare e dopo il 1797 caserma dei Francesi e poi degli Austriaci fino al compiersi dell’Unità d’Italia.

La visita alla Rocca di Sirmione

Oggi la rocca è visitabile e si fa esplorare in tutto il suo splendore. Si accede subito al cortile interno di forma rettangolare che beneficia della protezione quasi materna di alte mura con le sane ombre delle torri angolari, più la torre di avvistamento ubicata nella parte sinistra. Procedendo, la visita si fa sempre più interessante, si notano infatti i resti del Monasterolo di San Salvatore (luogo sacro di fattura longobarda), il gran portale ad arco che immette al primo rivellino e al ponte levatoio, cui segue un secondo al fondo del corridoio di congiunzione.

Ai lati spuntano il cortile della darsena e un ulteriore spiazzo dal quale parte una scala di 146 gradini diretta al camminamento di ronda (lungo il quale si dispongono elementi decorativi come picche e pigne in pietra) che conduce alla postazione di guardia. Le torri angolari mostrano i tipici merli ghibellini che ricreano per forma e linee la coda di rondine, un classico per questo tipo di costruzione. Il tour termina al Museo del Castello, allestito nel vasto portico dove sorgono due lapidari, uno romano e uno medievale.

Al Castello Scaligero è legata la leggenda del fantasma di Ebengardo, un tempo abitante nel maniero insieme alla consorte Arice. Costui diede ospitalità durante una notte di tempesta al cavaliere Elaberto, che tentò di usare violenza alla donna nella sua stanza e, non riuscendo a limitare la resistenza di lei, la uccise pugnalandola.

L’intervento di Ebengardo fu vano poiché l’assassino perì per sua mano ma troppo tardi. Il proprietario della rocca fu perciò condannato a vagare per le sale come fantasma impossibilitato a ricongiungersi all’amata, reo di non essere riuscito a proteggerla. Una storia triste, ma che contribuisce a far della fortezza scaligera un’attrazione molto affascinante.

Informazioni utili, orari e prezzi del biglietto per visitare la rocca

Castello Scaligero
Dove: Piazza Castello, 34 – Sirmione (BS)
Orari di visita: da martedì a sabato con orario 8.30-19.30, domenica ore 8.30-13.30
Contatti: Polo Museale Regionale della Lombardia tel. 030/916468 o mail pm-lom.roccascaligera@beniculturali.it (la prenotazione è obbligatoria soltanto per le scolaresche)
Prezzi biglietto: € 5,00 intero, € 2,50 ridotto per cittadini UE tra i 18 e i 25 anni, gratuito per studenti e per tutti la prima domenica di ogni mese

Come arrivare
Percorrere in auto l’Autostrada A4 Milano – Venezia e uscire a Sirmione, ove ci si imbatte in indicazioni segnaletiche precise per raggiungere il centro della città e il castello; le stazioni più vicine sono quelle di Desenzano e Peschiera del Garda, poste sulla linea ferroviaria Torino-Milano-Venezia; i collegamenti sono garantiti dalla linea bus LN026; gli scali aerei più prossimi risultano l’aeroporto "Valerio Catullo" di Verona Villafranca (distante 25 km) e l’aeroporto "Gabriele D’Annunzio" di Brescia Montichiari (30 km), che prevedono un servizio navetta.

 Pubblicato da il 29/10/2017 - 334 letture - ® Riproduzione vietata

close