Cerca Hotel al miglior prezzo

Cosa vedere e cosa visitare Astoria

Astoria, visita all'ex quartiere greco di New York City

Pagina 1/2

Per decenni Astoria è stato conosciuto ed identificato come il quartiere greco della Grande Mela. Senza alcuna ombra di dubbio, questo è uno dei luoghi adatti, ancora oggi, per immergersi completamente nella cultura e nella gastronomia greca, essendo però lontani anni luce dal Mar Mediterraneo. Chiedete calamari, feta e altre delicatezze mediterranee, e sarete accontentati senza troppa fatica.

Tuttavia, nel corso degli anni, altre culture si sono fatte spazio in Astoria, da mediorientali a indiani, da brasiliani a italiani e, piano piano, l'area è diventata uno dei melting pot più ricchi di New York City. La sua vicinanza con Manhattan, appena 20 minuti di metropolitana dall'iconica Times Square, l'ha resa estremamente popolare per giovani, creativi, immigrati. Qui sono stati aperti numerosi studi di pittura e d'arte e moltissime serie televisive vi sono state ambientate.

Origine del nome

Il quartiere di Astoria prese il nome dal ricchissimo mercante John Jacob Astor nella speranza che il nome dell'allora uomo più ricco d'America potesse, in qualche modo, portare fortuna (e ricchezza) a questa zona del Queens. All'epoca, il Sig. Astor investì nel quartiere 500 dollari, ma non vi mise mai piede. Leggende a parte, oggi Astoria è una delle zone più ricche di diversità culturali di tutta la Grande Mela e ospita istituzioni artistiche, musei, ristoranti, negozi e diverse zone residenziali che sono abitate, per la maggior parte, da italiani, brasiliani, irlandesi, egiziani.
Visitare Astoria può sembrare estremamente complicato, vista l'ampia area sulla quale si estende. Tuttavia, basta concentrarsi sulle sue cinque strade principali (36^ Av., Broadway, 30^ Av., Ditmars Bvd., Steinway Street) e muoversi a scacchiera romana, seguendo le intersezioni perpendicolari.

Cosa vedere nel quartiere Astoria

Musei o sculture?
E perché non scegliere entrambe? Astoria, infatti, ospita tre location d'eccezione che contengono opere d'arte prodotte da artisti provenienti da ogni dove. Il primo indirizzo che merita una visita è il Museum of the Moving Image, l'unica istituzione nazionale dedicata all'arte, alla tecnologia e all'impatto sociale provocato dai film, dalla televisione e dai media digitali sugli utenti. Qui si trova la più grande collezione degli Stati Uniti di pellicole e, sempre qui, vengono proiettate centinaia di prime visioni all'anno, film contemporanei, film classici. A due passi dal Museo, inoltre, si trova la sede dei Kaufman Astoria Studios, fondati nel 1920, che produssero alcune tra le primissime pellicole della storia americana. Il Museo è aperto mercoledì e giovedì dalle 10.30 alle 14, venerdì dalle 10.30 alle 20 (con ingresso gratuito dalle 16 alle 20), sabato e domenica dalle 11.30 alle 19. Il costo del biglietto d'ingresso è di 15 $ per gli adulti e 7 $ per i giovani entro i 17 anni.  

A breve distanza da qui (circa 20 minuti a piedi), si trova un altro museo, il Noguchi Museum, che rende omaggio alla vita e alle opere d'arte dello sculture e artista Isamu Noguchi. L'ideale è di trovarsi all'ingresso alle ore 14, momento in cui l'istituzione permette l'accesso gratuito al Museo (iniziativa valida dal mercoledì alla domenica). Gli orari di apertura sono i seguenti: mercoledì, giovedì e venerdì, dalle 10 alle 17, sabato e domenica dalle 11 alle 18. Costo del biglietto d'ingresso: 10 $.

... Pagina 2/2 ... Proseguendo nella vostra esplorazione del quartiere, sull'altro lato della strada rispetto al Noguchi Museum troverete il Socrates Sculpture Park, aperto dalle 10 del mattino fino al tramonto, 365 giorni all'anno. Creato dallo scultore Mark di Suvero nel 1986, questo parco si sviluppa su 4 acri di terreno, con superba vista sull'East River e su Roosvelt Island, ed è interamente dedicato all'esposizione delle sculture. I curatori del parco organizzano, durante tutto l'anno, moltissime mostre, ma anche programmi educativi, eventi, proiezioni cinematografiche outdoor e persino mercati di frutta e verdure in estate.

Street Art, murales e storia: il Wellington Court Mural Project

Quello che oggi è un punto di riferimento per chi visita Astoria rischiava, appena due anni fa, di finire letteralmente cancellato. Una passata di pennello e via, a coprire vere e proprie opere d'arte che in parte, per fortuna, oggi possiamo ancora ammirare, anche se in un'area notevolmente ristretta rispetto a quello che era nel passato. Eh sì, perché se oggi ammiriamo un centinaio di murales camaleontici prodotti da centinaia di artisti newyorkesi nella zona di Wellington Court, pensate a cosa doveva essere, fino a metà 2015, quando praticamente tutti gli edifici di Davies Street erano coperti da disegni. Ora, nonostante l'area dedicata ai murales sia notevolmente circoscritta alla zona confinante con Astoria Park, tuttavia le opere d'arte "su muro" continuano a crescere esponenzialmente. Ben 120 murales in cui perdersi, per una giornata, vivendo storie parallele, entrando di soppiatto in visionarie fiabe metropolitane, respirando spiritualità e, subito dopo, imbattendosi in slogan per i diritti umani. Tutto questo è New York, oops, no, Astoria e Wellington Court.

I parchi pubblici di Astoria

E' tuttavia all'aperto che il quartiere dà il suo meglio. Una delle sue gemme più preziose è l'Astoria Park, 60 acri di verde e ossigeno allo stato puro. Sebbene sia maggiormente conosciuto per la sua splendida piscina (la più grande e antica di tutta New York), il parco offre diverse soluzioni per divertirsi: dai campi da tennis a quelli da basket, dalle piste ciclabili a quelle dedicate al jogging. Un altro, famosissimo parco è l'Athens Square Park, che contiene statue di Socrate, Aristotele e Atena. Un piccolo angolo di Grecia a New York City. C'è, infine, il Bohemian Hall & Beer Garden. Risalente al 1910, è l'antenato di tutti i beer garden di New York, nonché uno dei più longevi ed ancora funzionanti. Se passate a New York d'estate, non mancate di farci un salto, ordinare una birra fresca (sia ceca o tedesca o a scelta dal lunghissimo menu) e socializzare con gli altri avventori.

Dove mangiare...cibo greco a New York CIty

La 30^ Av. è dove potrete trovare la maggior parte dei locali di tradizione ed ispirazione greca. Uno dei pilastri dell'offerta gastronimica? L'Ovelia, aperto a pranzo, cena e per il brunch della domenica, è uno dei più famosi ed apprezzati. I cavalli di battaglia del locale sono il loukaniko, un salsa greca e il tiropita toast, panino a base di feta. Il locale permette di pranzare o cenare senza spendere una fortuna: costo a persona, per due portate (escluse bevande e mancia), a partire da 23 $.

Nella parte più a nord di Astoria, nell'area di Ditmars Boulevard, si trova la Taverna Kyclades, famosissima per i suoi piatti di pesce fresco, per le insalatone miste a base di feta e olive di Kalamata e per gli hamburger in stile greco. Piatto forte, tuttavia, è quello a base di calamari grigliati accompagnati da patate al limone. L'attesa nel locale può essere piuttosto lunga. Vi suggeriamo, pertanto, di prenotare prima e di armarvi di una buona dose di pazienza. Che sarà ampiamente ricompensata al momento di assaporare il piatto ordinato: succulento e super-abbondante.

Dove mangiare...all'italiana!

Visto il melting pot di cui si accennava prima, in Astoria si possono scegliere diversi tipi di cucina, dalla brasiliana all'egiziana, dalla libanese alla siriana, dall'italiana alla yemenita. Solo per citarne alcune! Su Steinway Street troverete hookah café, ristoranti mediorientali, kebab café e molto altro ancora. Per i nostalgici che amano mangiare all'italiana anche all'estero, vi consigliamo la Trattoria L’Incontro. Provate i ravioli e il risotto, sono eccellenti. E, per secondo, scegliete tra il vitello al limone o il pollo ai quattro funghi. Il locale è considerato uno dei più chic della zona, perciò ricordatevi di prenotare. Costo del menu, 3 portate, bevande e mance escluse, a partire da 50 $ a persona. Vicino alla trattoria, inoltre, trovate Ornella, un locale più casual rispetto al precedente, in cui potrete ordinare sanguinaccio, pappardelle alla Bolognese, tiramisu e altro ancora. Costo per persona, escluse bevande e mance, a partire da 60 $.

Per maggiori informazioni sul quartiere di Astoria, visitare il sito www.nycgo.com

loading...
25 Maggio 2017 Il Palio di Ferrara

È il più antico del mondo e corsa di festa che a differenza ...

NOVITA' close