Cerca Hotel al miglior prezzo

Cosa vedere e cosa visitare Yoyogi Park

Yoyogi Park, l'oasi verde ad ovest del centro di Tokyo

Pagina 1/2

Yoyogi Park (Yoyogi Kōen) è il quarto parco urbano più grande di Tokyo e si estende su 54 ettari. Si trova nel quartiere di Shibuya, è diviso in due dalla strada 413 e confina a nord con il parco del santuario Meiji-Jingu. Comprende ampi prati, zone boschive, giardini e laghetti ed è attrezzato con aree pic-nic, toilette, punti ristoro, sentieri e panchine. Nella parte settentrionale (la più grande, detta sezione A) si trovano fontane, giardini e percorsi per ciclisti mentre in quella più a sud (denominata sezione B) ci sono per lo più campi sportivi.
Il parco Yoyogi è frequentato tutto l’anno da appassionati di sport e cittadini in cerca di svago, ma è particolarmente affollato in primavera, quando tra marzo e aprile gli alberi di ciliegio sono in fiore (fenomeno detto hanami), e in autunno, quando si può ammirare il foliage dorato dei ginkgo biloba. Sicuramente uno degli imperdibili punti di interesse di Tokyo.

Camminando nel parco si incontrano persone a passeggio con i propri cani, amici che si godono un pic-nic, famiglie in bicicletta e ragazzi intenti a praticare attività sportive. C’è chi gioca a frisbee, chi si rilassa sdraiato su un telo, e soprattutto nelle domeniche di sole ci si può imbattere in cosplayer, ballerini rockabilly e artisti di strada.
Nel parco si tengono periodicamente eventi, fiere e mercatini, come l’annuale festival di danza Harajuku Omotesando Genki Matsuri Super Yosakoi, il Festival Thailandese e quello Brasiliano.

Storia dello Yoyogi Park

L’area che oggi ospita il parco Yoyogi è strettamente legata alla storia dell’aviazione giapponese: da qui, infatti, partì il primo volo aereo a motore, il 19 dicembre 1910. Successivamente, la zona venne adibita ad usi militari. Dapprima divenne la base per le parate dell’Esercito Imperiale Giapponese, poi dal settembre 1945 fu la sede del cosiddetto “Washington Heights”, il complesso di baracche dei militari statunitensi giunti per l’occupazione del Giappone.
Nel 1964, in occasione delle Olimpiadi di Tokyo, in quest’area vennero edificati il Villaggio degli atleti e l’arena Yoyogi National Gymnasium, progettata da Kenzo Tange.
Nel 1967 la zona compresa tra l’arena (a sud) e il santuario Meiji-Jingu (a nord) venne inaugurata come parco pubblico: nacque così lo Yoyogi Park.
Nelle Olimpiadi del 2020 lo Yoyogi National Gymnasium accoglierà le gare di pallamano.

La parte settentrionale: sezione A

La parte nord del parco si estende intorno ad un’area centrale molto frequentata chiamata Chuo Hiroba che include un laghetto con fontane, un giardino e una torretta con orologio. Intorno alla piazzetta centrale si snodano diverse aree. Partendo da nord, in senso orario, si incontra subito un’area ciclabile per i bambini, poi una pista ciclabile per adulti, e infine un laghetto recintato, il Bird Sanctuary, al cui esterno si può fare birdwatching. Poco più avanti si può entrare nel “Sample Garden”, il giardino nato dai semi che gli atleti olimpici portarono qui nel 1964; di fianco si può vedere quello che rimane del Villaggio Olimpico. Proseguendo si giunge ad un punto ristoro perfetto per una pausa nel verde. Andando ancora avanti in senso orario intorno alla piazza centrale, si arriva ad un punto di osservazione che affianca il boschetto di ciliegi. Poco distante si staglia nel verde il monumento dedicato al primo volo a motore effettuato in Giappone, che comprende anche i busti in memoria dei primi due aviatori.
... Pagina 2/2 ... Ritornando lentamente verso nord, lungo i sentieri che attraversano boschetti e prati curatissimi, si incontrano rispettivamente l’ufficio del parco, il parcheggio e il centro di noleggio biciclette e tandem, accanto alla pista ciclabile che attraversa il bosco. Non lontano c’è un’area per cani a cui hanno accesso gli animali precedentemente ispezionati e registrati nell’ufficio del parco.

La parte meridionale: sezione B

La sezione B racchiude un campo di atletica, un’area per il basket aperta a tutti, un campo da calcio, un’area spettacoli e un palco dove ogni fine settimana si tengono eventi sportivi e musicali. Un punto di polizia e un’area ristoro sono a disposizione dei visitatori. A est, attraversando la strada, si arriva allo Yoyogi National Gymnasium, complesso sportivo famoso per la sua architettura a coperture sospese e oggi sede principalmente di concerti e gare di hockey, futsal e basket.

Come arrivare a Yoyogi Kōen

Lo Yoyogi Park si trova a cinque minuti a piedi dalla stazione ferroviaria di Harajuku (linea JR Yamanote). In metropolitana, le stazioni più vicine sono quelle di Yoyogi-Koen (C02 linea Chiyoda) e Meiji-Jingumae (C03 linea Chiyoda, F15 linea Fukutoshin).
Nell’area nord-ovest si trova un parcheggio a pagamento.

Il parco Yoyogi è aperto tutto l’anno ed è ad accesso gratuito. I cani sono ammessi.

Sito della Tokyo Metropolitan Park Association: www.tokyo-park.or.jp
loading...
close