Cerca Hotel al miglior prezzo

La torre Burj Khalifa a Dubai e l'Observation Deck del grattacielo più alto del mondo

Alta quasi 830 metri la Torre Burj Khalifa è il grattacielo più alto del mondo che offre un panorama straordinario sulla città di Dubai negli Emirati Arabi Uniti.

Il Burj Khalifa di Dubai detiene molti record. L’edificio con più piani (163), il grattacielo più alto al mondo (829,8 metri comprensivi di antenna), la costruzione più alta mai realizzata, gli ascensori più veloci (18 metri al secondo) e più alti del pianeta. E ancora la gettata di cemento più alta per un edificio (606 metri), la piattaforma esterna di osservazione più elevata e anche l’edificio più alto con appartamenti stabili.

Qualche altra curiosità? Per costruirlo ci sono voluti 22 milioni di ore di lavoro e più di 300 mila tonnellate di calcestruzzo e 40 mila di tondini in ferro. Cifre impressionanti per una delle più importanti attrazioni di Dubai che permette di ammirare la città da una prospettiva sicuramente singolare.

La Shanghai Tower, in Cina, l’ha superata di 196 metri e di ben 287 s’innalza in più rispetto al One World Trade Center di New York City. Addirittura di 376 sulle Petronas Tower di Kuala Lumpur in Malesia. Al momento è lui, il Burj Khalifa di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, il grattacielo più alto del mondo: costruito fra il 2004 e il 2010 e inaugurato ufficialmente il 4 Gennaio dello stesso anno, questa struttura è in assoluto la più alta mai edificata finora al mondo dall’uomo.

Quasi 830 metri, per l’esattezza 829,8 metri, per una torre da guinness dei primati che non è sfuggita neppure all’agente segreto Ethan Hunt, alias Tom Cruise, che nel quarto film dell’epopea Mission Impossible (Protocollo Fantasma) ne ha scalato, peraltro senza controfigure, una delle facciate esterne rivestite di acciaio e vetro in una scena da brivido.

A progettare questo edificio, che inizialmente doveva chiamarsi Burj Dubai ma che alla fine è stato dedicato a Khalifa bin Zayed Al Nahayan, emiro e sceicco di Abu Dhabi, è stato il famoso studio di architettura Skidmore, Owings and Merrill di Chicago mentre proprietario unico ne è l’Emaar Properties, fra le più prestigiose aziende mondiali del settore immobiliare.

Costruita da una joint venture fra un gruppo sudcoreano e belga, la “Torre dell’emiro Khalifa” (detta anche “Torre del Califfo”), è costata qualcosa come 1,5 miliardi di dollari. Uffici e appartamenti sono stati venduti a una cifra che oscilla fra i 37 e i 43 mila dollari al metro quadrato. Una vera e propria meraviglia ingegneristica oltre che un esempio senza precedenti di cooperazione internazionale, emblema del nuovo e dinamico Medio Oriente. Senza pari nella progettazione e nella realizzazione, il Burj Khalifa è anche il segno tangibile del crescente ruolo di Dubai che in qualche decennio si è trasformato in un centro fra i più all’avanguardia in assoluto.

Il caratteristico design del Burj Khalifa ricorda la forma di un Hymenocallis, fiore tropicale originario delle Ande ma molto diffuso proprio a Dubai: la sua eleganza piuttosto bizzarra e il suo profumo intenso e delicato allo stesso tempo, ne hanno ispirato l’architettura sinuosa. La torre, che ha 27 terrazze e 57 ascensori e che culmina con l’antenna, ospita appartamenti dal 45° al 108° piano (ve ne sono circa 700 di varie dimensioni), l’Hotel Armani al 37° piano, una piscina al 76° e uffici nei restanti piani ad eccezione del 123° e 124° dove si trova invece At the Top, un suggestivo "osservatorio" (Observation Deck) aperto al pubblico, must da non perdere assolutamente in un tour alla scoperta del Burj Khalifa.

Qui, grazie anche a un particolare cannocchiale dotato di schermo LCD, è possibile ammirare un panorama a dir poco unico sulla skyline di Dubai e oltre. Prima di raggiungere il belvedere sulla torre più alta del mondo, si viene intrattenuti da un’interessante presentazione multimediale sulla storia di Dubai e sulle meraviglie di questa eccellenza dell’architettura moderna. Chi vuole salire in cima a At the Top, tutti i giorni ogni mezz’ora dalle 10 alle 22 e sino alle 24 da giovedì a sabato, può recarsi alla biglietteria oppure acquistare on line i biglietti. Tariffa: 100 AED (circa 24 €) adulto; 75 AED (circa 18 €) bambino sino a 12 anni; gratis under 3.

Elegante anche nei suoi arredamenti – a occuparsene è stato il noto imprenditore e stilista del made in Italy Giorgio Armani – il Burj Khalifa è abbellito all’esterno da un gruppo di fontane illuminate da 6600 luci: a suon di musiche tipicamente arabe creano dei giochi d’acqua con dei getti che si innalzano per 150 metri. Dubai Fountain, questo il nome scelto da un concorso pubblico, è stata progettata da Wet Design che ha realizzato uno spettacolo di luci, musica e acqua di grande fascino.

All’interno la “Torre del Califfo” ospita invece oltre mille opere d’arte firmate da artisti di fama internazionale (sculture, tele a olio e fotografie solo per citarne alcune) posizionate nei luoghi più frequentati del Burj Khalifa trasformato così anche nel più alto museo di arte & design del mondo.

Per una sosta gastronomica indimenticabile a 442 metri di altezza (122° piano) potete assaporare le prelibatezze cucinate dallo chef Jerome Lagarde che con la sua esperienza ventennale in ristoranti stellati Michelin assicura un incontro memorabile fra cucina innovativa e panorami mozzafiato su oceano e deserto. At.Mosphere, il nome del lussuoso ristorante, propone menù che vanno dai 375 AED ai 1530 AED (dai 90 ai 370 € a persona).

Un consiglio? Se volete dire di essere saliti sulla torre più alta del pianeta affrettatevi: pare che fra qualche anno il primato del Burj Khalifa verrà soppiantato dalla Kingdom Tower di Gedda, Arabia Saudita, che dovrebbe raggiungere i 1007 metri e i 200 piani. E allora sarà tutto da rifare.

Guarda il sito ufficiale

 Pubblicato da il 12/12/2016 - 947 letture - ® Riproduzione vietata

16 Dicembre 2017 La Mostra del Radicchio Rosso a Mogliano ...

Nel cuore della marca trevigiana, nel comune di Mogliano Veneto, dal 16 ...

NOVITA' close