Cerca Hotel al miglior prezzo

Palazzo Holyroodhouse, la visita alla residenza reale di Edimburgo

Quando la regina vi risiede, la sua presenza è segnalata dallo stendardo reale britannico utilizzato in Scozia. Se al suo posto c’è invece il “Lion Rampant” scozzese, il palazzo è aperto al pubblico. Siamo a Edimburgo al Palace of Holyroodhouse, l’imponente edificio in stile barocco che dal XVI° secolo è adibito a residenza principale dei sovrani durante i loro soggiorni in Scozia.

Il palazzo reale, che domina il paesaggio cittadino dal Miglio Reale (così come il castello) e fronteggia lo splendido panorama di Arthur’s Seat, è nella sua versione attuale ciò che venne costruito all’epoca di Charles II°, nel 1671: la maestosa facciata si presenta con un vistoso emblema della Scozia al di sopra di un elegante arco d’ingresso adornato da bassorilievi. Una delle più importanti attrazioni di Edimburgo.

La visita al suo interno segue un percorso fisso ed è accompagnata da guide autorizzate. Si possono ammirare sette spettacolari soffitti di stucco e numerose sale da cerimonia ricche di quadri antichi, opere d’arte e oggetti preziosi. Qui, nelle stanze di Holyrood, è persino possibile leggere l’ultima lettera scritta dalla regina Mary, poche ore prima di essere decapitata per volere di Elisabetta d’Inghilterra nel febbraio 1587 - missiva indirizzata a suo cugino re di Francia - in cui la sovrana accennava all’imminenza della sua esecuzione. In un’altra stanza del palazzo si può invece osservare una lapide che ricorda il luogo esatto in cui il segretario italiano della regina, David Rizzio, venne assassinato a pugnalate nel 1566 da Lord Darnley, il secondo geloso consorte della regina. Una vetrina espone la scala segreta che congiungeva gli appartamenti del Rizzio e di Maria Stuarda.

Da non perdere nel tour del castello la suggestiva Great Gallery che accoglie i ritratti di 96 re scozzesi e che ancora oggi viene utilizzata per cerimonie ufficiali.

Se esternamente il palazzo di Holyrood ha un aspetto decisamente massiccio, quasi tetro, nel corso dei decenni gli interni sono stati ammodernati per accogliere la famiglia reale: gli appartamenti sono decorati e impreziositi da magnifiche opere d’arte provenienti, in buona parte, dalla collezione reale.

Le curiosità che riguardano questo palazzo sono molte: una, in particolare, vuole che quando la regina risiede a Holyrood il sindaco di Edimburgo le consegni simbolicamente le chiavi della città. Da sempre, e ancora oggi, l’edificio ospita eventi importanti fra cui, in passato, si ricorda anche l’investitura di Sean Connery a sir.

Le mura scoperchiate dell’antica Holyrood Abbey sono pressoché attigue al palazzo reale: il tetto crollò nel XVIII° secolo e la sua mancata ricostruzione portò al degrado l’intero edificio. Il biglietto d’ingresso all’Holyrood Palace comprende anche la visita di questa abbazia che fu fondata da re Davide I° nel 1128. Proprio qui fu conservato a lungo un frammento della Santa Croce portato in Scozia da Santa Margherita nel 1000: oggi, purtroppo, questo cimelio è scomparso.

Holyrood, versione anglicanizzata dello scozzese “Haly Ruid” che significa proprio Santa Croce, accoglie le spoglie di almeno tre re di Scozia: Davide II°, Giacomo II° e Giacomo V°, padre di Maria Stuarda. Nell’edificio religioso si trova anche la sepoltura di Lord Damley, lo sfortunato marito di Mary.

Il sovrano Giacomo II° d’Inghilterra ottenne che l’abbazia venisse trasformata in una cappella che però ebbe sorte poco fortunata in quanto distrutta da una rivolta del popolo. Dal 1691 la parrocchia del palazzo reale è divenuta la Kirk of the Canongate dove la regina assiste alle funzioni religiose.

Accanto al palazzo reale si trova lo splendido Holyrood Park, uno dei più importanti giardini di Edimburgo. Pur essendo di proprietà della corona, il parco è aperto al pubblico tutto l’anno (i visitatori sono pregati però di tenersi a una certa distanza dalle mura quando la regina risiede qui); nei secoli scorsi il parco fu adibito a riserva reale di caccia.

Holyrood Palace è aperto dal 26 Marzo al 31 Ottobre in orario 9.30/18 (ultimo ingresso alle 16.30) e dal 1° Novembre al 25 Marzo dalle 9.30 alle 16.30 (ultimo ingresso alle 15.15). La visita del castello dura all’incirca da 1 ora a 1 ora e mezza.

Biglietti (comprensivi di audioguida): 12 £ adulti; 11 £ over 60/studenti; 7.20 £ under 17/disabili; gratis minori di 5 anni. Se in abbinamento con Queen’s Gallery: 16.90 £ adulti; 15.40 £ over 60/studenti; 9.50 £ under 17/disabili; gratis minori di 5 anni.

Il palazzo è accessibile ai portatori di disabilità motorie ad eccezione dell’appartamento privato di Maria Stuarda a cui si accede tramite una stretta e ripida scala a chiocciola. Nella boutique del palazzo è possibile acquistare souvenir e gadget mentre per assaporare piatti della cucina scozzese si può sostare alla caffetteria ospitata nella cornice di Mews Courtyard.

Holyroodhouse può essere raggiunto con i mezzi pubblici: in treno dalla stazione di Edinburgh Waverley (che dista circa 15 minuti a piedi); in autobus (numeri 6 e 35) e in pullman con fermate nelle vicinanze dell’edificio.

Sito ufficiale: www.royalcollection.org.uk

 Pubblicato da il 15/10/2016 - 3.546 letture - ® Riproduzione vietata

close