Cerca Hotel al miglior prezzo

Cosa vedere e cosa visitare Outlook Tower

Visitare l'Outlook Tower e la Camera Oscura di Edimburgo

Pagina 1/2

Siete appassionati di illusioni ottiche, immagini in 3D e olografia? Se siete nella città scozzese di Edimburgo non perdetevi un’interessante visita all’Outlook Tower, bell’edificio ai piedi del castello sul Miglio Reale, che accoglie al suo interno la celebre Camera Obscura e tante altre curiosità che la rendono una delle attrazioni più importanti di Edimburgo.

Nei primi anni del XVIII° secolo, lo scozzese Thomas Short, che di mestiere faceva il produttore di strumenti, affittò alcuni terreni su Calton Hill, nel centro di Edimburgo, per esporre al pubblico i propri manufatti scientifici. Per questioni burocratiche però, quando morì nel 1788, moglie e figli non ereditarono nulla. Fino a quando nel 1827, tale Maria Teresa Short tornata dalle Indie Occidentali e proclamatasi sua figlia, reclamò il grande telescopio che era appartenuto al padre: divenuto di sua proprietà, lo espose in un edificio adibito a osservatorio tenuto aperto ogni sera.

Dopo essere stato abbattuto nel 1851 su richiesta delle autorità locali nonostante le proteste popolari, l’osservatorio venne trasferito a Castlehill. Da li ha inizio la storia più recente di questa attrazione. Attorno al 1892 infatti l’urbanista, sociologo e ecologista scozzese Patrick Geddes acquistò una torre in un’asta pubblica ribattezzandola Outlook Tower (o Torre di Avvistamento) in cui organizzò le prime mostre su temi geografici proiettando con la camera oscura, su un grande schermo, le immagini in movimento della città. Chiusa dopo la scomparsa di Geddes nel 1932, l’Outlook Tower fu acquistata dall’Università di Edimburgo una trentina di anni più tardi per poi essere nuovamente venduta nel 1982 a un privato.

Con i suoi sei piani di spettacoli interattivi aperti al pubblico, la torre è la più antica attrazione turistica della città e una fra le più visitate di tutto il Regno Unito. Vi si possono ammirare le immagini virtuali di Edimburgo ma anche gli affascinanti esperimenti di illusioni ottiche, si può diventare protagonisti di labirinti di specchi e osservare dalla terrazza panoramica il cielo stellato della città con potenti telescopi gratuiti.

Nonostante sia una meta frequentata dai turisti, l’Outlook Tower è al tempo stesso un importante centro di apprendimento sugli ologrammi e sull’origine della fotografia oltre che di Edimburgo che viene raccontata nella sua evoluzione dal 1850 a oggi.

Grazie a un particolare sistema di lenti e specchi la Camera Oscura proietta l’immagine della capitale della Scozia su uno schema orizzontale: con il buio più assoluto, all’interno della sala appaiono le immagini di ciò che accade all’esterno. Il pubblico osserva ascoltando la voce narratrice che racconta storia e aneddoti di Edimburgo.

Per chi vuole avventurarsi nel mondo delle illusioni ottiche “Magic Gallery” offre la possibilità di divertirsi fra specchi flessibili e deformanti, lenti gigantesche e caleidoscopi colorati. Obiettivo? Indovinare il maggior numero di magie nascoste in questo piano dell’Outlook Tower, il più popolare fra i visitatori.

Nella sezione “Light Fantastic” si possono incontrare il conte Dracula, Pierrot e persino Boy George (non loro…ma i perfetti ologrammi!) e anche uno degli uomini più anziani del mondo che di anni ne ha ben 2300: qui si trova infatti il più grande spettacolo di ologrammi di tutta Europa grazie a immagini suggestive che appaiono, si trasformano e scompaiono davanti agli occhi quasi increduli dei visitatori.

... Pagina 2/2 ... Si può inoltre scegliere di andare alla scoperta di vecchie e nuove fotografie animate che ritraggono Edimburgo per capire come questa località famosa per il whisky e le cornamuse si è evoluta dalla metà del 1800: “Old & 3D Edinburgh” permette di immergersi, con il tridimensionale, nell’epoca vittoriana, in quella moderna e addirittura di vedere la città dall’alto. Ma non solo. Se volete infatti fare un tuffo nel passato per ricordarvi com’eravate da bambini questo è il posto giusto grazie a un particolare marchingegno che ringiovanirà (solo in immagine però!) il vostro aspetto.

Non manca poi neppure un piano dedicato ai giochi, una sorta di laboratorio per i più piccoli dove scoprire, fra l’altro, quanti artisti contemporanei utilizzano le illusioni ottiche nelle loro opere d’arte. E se, terminato il tour dell’Outlook Tover e della sua Camera Obscura, non ne avete ancora carpito tutti i segreti, potete ancora curiosare nella fornitissima boutique (aperta anche a chi non visita l’attrazione) e acquistare qualche oggetto da portare a casa per stupire gli amici con i trucchi più incredibili.

Dall’alto della Torre Osservatorio il panorama della città lascia senza fiato e se l’aria è limpida la vista si estende sino a raggiungere tutto l’estuario. Con l’ausilio di alcune mappe murali sarà inoltre più semplice riconoscere i principali siti turistici di Edimburgo. Un consiglio? Non dimenticatevi la macchina fotografica.

Indirizzo: 549 Castlehill, Edinburgh EH1 2ND

Aperto ogni giorno nei seguenti orari: luglio-agosto dalle 9 alle 21; settembre-ottobre dalle 9.30 alle 19; da novembre a marzo dalle 10 alle 18; da aprile a giugno dalle 9.30 alle 19. Chiuso il 25 Dicembre.

Tariffe d’ingresso: 14,50£ adulto; 12,50£ studenti e senior; 10,50£ bambini dai 5 ai 15 anni; gratuito sotto i 5 anni.

Sito di riferimento www.camera-obscura.co.uk

 Pubblicato da il 18/08/2016 - 552 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close