Cerca Hotel al miglior prezzo

Visita al Museo Magritte di Bruxelles, tour tra le sue opere

Il museo di Bruxelles dedicato all'artista surrealista René Magritte, aperto nel 2009 ospita 200 oggetti legati al pittore.

René Francois Ghislain Magritte, il genio del surrealismo. Un giovane designer di carta da parati, nato nel 1898 a Lessines in Belgio, divenuto pittore di fama internazionale grazie al grande interesse per le opere di Giorgio de Chirico che lo portarono a dedicarsi all’arte surrealista seppur dopo un’iniziale influenza artistica d’impronta futurista e cubista.

All’autore del “Falso specchio”, una delle tele più importanti a sua firma in cui è ritratto un grande occhio spalancato nel cielo (o forse è il cielo che si rispecchia nell’occhio?), la capitale belga, sua città d’adozione, ha dedicato un importante percorso museale che ne ripercorre filosofia artistica e carriera.

Situato nel cuore di Bruxelles, in Place Royale, il Museo Magritte accoglie ed espone al pubblico le opere d’arte del grande maestro del surrealismo provenienti da acquisti e donazioni di Georgette Magritte (la moglie spostata nel 1922) e da collezioni appartenenti ai Musei Reali delle Belli Arti del Belgio. Numerosi privati e istituzioni pubbliche hanno aderito al progetto ideato dalla Fondazione Magritte mettendo a disposizione del museo, centro di riferimento mondiale per lo studio e la conoscenza di quest’artista, grandi capolavori d’arte.

Inaugurati il 2 Giugno 2009 nei locali dell’Hotel Altenloh, edificio di proprietà dei musei reali, i rinnovati 2500 metri quadrati dell’area Magritte sono stati visitati nel primo anno di apertura al pubblico da oltre 500 mila persone: nel suo genere, questa collezione ospitata su tre piani, ognuno dei quali dedicato a un distinto periodo della carriera artistica del maestro, è infatti la più ricca al mondo grazie a circa 200 oggetti esposti fra cui olii su tela, tempere, disegni, sculture, manifesti pubblicitari, spartiti musicali, fotografie vintage e film realizzati dallo stesso René.

La prima opera d’arte firmata da Magritte che si incontra durante il percorso museale è intitolata “Uomo seduto ad un tavolo” e rappresenta l’ultimo capolavoro incompiuto del pittore che scomparve nel 1967 all’età di 69 anni. Il tour alla scoperta delle sue opere più importanti inizia dal terzo piano dove ai visitatori si offre una panoramica generale della bibliografia e di alcune tele giovanili fra cui spicca il celebre “Mariage du Minuit”. Dallo spazio dedicato al surrealismo e alla sua nascita si passa al secondo piano dove si possono ammirare opere dipinte fra il 1930 e il 1950 su temi quali la guerra e la pubblicità. Il primo piano accoglie invece i lavori più conosciuti e apprezzati del maestro, quelli datati 1951-1967, ad iniziare da “Empire des lumieres” e “Oiseau de ciel”.

Il museo espone tele e dipinti provenienti da prestigiose collezioni internazionali affiancate, a rotazione, da altre in prestito. Soltanto una parte delle opere esposte è dunque visibile stabilmente. Fra quelle più interessanti vi sono “La Trahison des images” del 1928-29, “Il Fantino perduto” del 1926 considerato il suo primo vero quadro surrealista e “L’uomo con la bombetta”, un interessante olio su tela di metà anni’60 che raffigura il busto di un uomo con una bombetta sul capo e una colomba che gli copre il volto.

Orari di apertura: da martedì a venerdì 10-17 e week end 11-18. Il mercoledì sino alle 20. Chiuso il lunedì, 1° Gennaio, 2° giovedì di Gennaio, 1° Maggio, 1 e 11 Novembre e 25 Dicembre.

Tariffe d’ingresso: 8€ adulti o 13€ se si preferisce in abbinamento ai Musei d’Arte Antica e Moderna; 6€ per over 65 e gruppi con minimo 15 persone; 2€ bambini e ragazzi dai 6 ai 25 anni, portatori di handicap e accompagnatori; gratuito per bambini sotto i 5 anni, giornalisti, guide turistiche. Il 1° mercoledì di ogni mese ingresso gratuito a partire dalle ore 13. Disponibili anche audioguide in francese, inglese, tedesco, spagnolo e italiano al costo di 4€.

Per i visitatori individuali con biglietto e gruppi con prenotazione l’ingresso è in Place Royale 1 mentre chi è sprovvisto di ticket (sia singoli che gruppi) può entrare nel museo da Rue de la Régence 3. Possibilità di ingresso per portatori di disabilità motorie con sedia a rotelle dal civico 2 di Place Royale.

Per raggiungere comodamente il museo si possono utilizzare i mezzi pubblici fra cui le linee 92 e 94 del tram e le 27, 29, 38, 71 e 95 del bus. Oppure la 1 della metropolitana o ancora il treno arrivando alla stazione centrale di Bruxelles.

Sito ufficiale www.musee-magritte-museum.be

 Pubblicato da il 26/12/2015 - 2.702 letture - ® Riproduzione vietata

18 Dicembre 2017 Cosa fare a Guadalupa: una settimana nei ...

Paradiso caraibico e parte di quelle Antille che punteggiano l’oceano ...

NOVITA' close