Cerca Hotel al miglior prezzo

Cosa vedere e cosa visitare Statua Manneken Pis

Manneken Pis, la statua del bambino che fa pipė, simbolo di Bruxelles

Pagina 1/2

E’ il più popolare simbolo di Bruxelles, una statuetta in bronzo di appena 50 centimetri situata in pieno centro storico all’angolo di Rue de l’Etuve con Rue du Chene. Manneken Pis, questo il nome del monumento che in lingua bruxellese significa “ragazzetto che fa pipì”, ha origini incerte.

Secondo una leggenda si tratterebbe di un bambino belga che facendo pipì sulla miccia di una bomba avrebbe salvato, a suo modo, la città di Bruxelles dalla minaccia di nemici che tentarono di metterla a ferro e fuoco. Un’altra tradizione vuole invece che nel XII° secolo, durante una battaglia, un bambino venne sorpreso a fare pipì nelle fasi cruciali del combattimento. Che l’origine della statua sia l’una o l’altra, quel che è sicuro è che Manneken Pis simboleggia il coraggio militare degli abitanti del Belgio.

Assieme alla Grand Place di Bruxelles e all’Atomium, questa statuetta che decora la fontana in stile barocco ospitata nel cuore della città è sicuramente uno dei monumenti più fotografati e visitati dai turisti di tutto il mondo.

Una tradizione sorta nel XVIII° secolo vuole che sia abitudine offrire al Manneken Pis degli abiti: l’attuale guardaroba del ragazzetto sarebbe composto da oltre 900 costumi (per l’esattezza 927 a Novembre 2014) che sono tutti conservati in una sala del Musée de la Ville – Masion du Roi - nella Grand Place. Ad omaggiare il monumento del suo primo abito fu a fine 1600 il governatore Massimiliano Emanuele di Baviera mentre a metà 1700 Luigi XV°, re di Francia, ne donò un altro per placare gli animi dei belgi adirati quando i soldati francesi sottrassero alla città il Manneken Pis.

Ogni anno, per 36 volte in occasioni particolari, questo putto viene abbigliato con uno dei suoi tanti costumi fra cui vi sono la maglia gialla del Tour de France a inizi Luglio, quello di Nelson Mandela il 27 Aprile e di Spirou (settimanale a fumetti franco belga) il 21 dello stesso mese. Ma anche Elvis Presley e Mozart l’8 e il 27 Gennaio e Babbo Natale dal 21 al 25 Dicembre.

... Pagina 2/2 ... Petit Julien, questo il nome all’anagrafe del Manneken Pis, fu costruito inizialmente in pietra per poi diventare, attorno al 1618-19, di bronzo grazie allo scultore Francois Duquesnoy.

A Bruxelles, sempre in centro storico, si trova anche la sorella di Manneken Pis ovvero Jeanneke Pis, una fontana decorata con una statua di una trentina di centimetri che rappresenta una bambina che fa pipì. Questa scultura costruita nel 1985 da Denis Adrien Debouvrie, e inaugurata due anni più tardi, è considerata un omaggio alla fedeltà. La si può trovare in Impasse de la Fidélité, traversa di rue des Bouchers, di fronte all’ingresso di un famoso pub della città, il Delirium. Si dice che gettare una moneta nella fontana in cui Jeanneke fa pipì sia di buon auspicio per far avverare un desiderio.

Infine la capitale belga ospita anche il Zinneke Pis, divertente statua in bronzo di un cane che imita Manneken e Jeanneke e fa pipì per la strada alzando la zampa contro un palo. Opera del belga Tom Frantzen realizzata nel 1999, si trova all’angolo fra Rue des Chartreux e Rue du Vieux Marché aux Grains nei pressi della chiesa dedicata a Santa Caterina. Il nome di questo singolare monumento deriva dal termine Zinneke che significa “persona di sangue misto”: il cagnolino rappresentato nell’atto di fare pipì è infatti un simpatico meticcio.

Sito ufficiale http://www.manneken-pis.be

 Pubblicato da il 02/08/2015 - 4.700 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close