Cerca Hotel al miglior prezzo

Cosa vedere e cosa visitare

Alta Val Pusteria: vacanze tra sci di fondo, benessere ed enogastronomia (3 pagine)

Val Pusteria, la meta perfetta per delle vacanze sulla neve

La Val Pusteria, o Pustertal in quel tedesco tanto caro ai suoi abitanti, è la più settentrionale tra le vallate delle Alpi Orientali italiane. Caratterizzata dalla maestosa vista delle Tre Cime di Lavaredo (Drei Zinnen), essa offre un’emozionante affaccio sulle celebri Dolomiti, recentemente entrate a far parte del Patrimonio Naturale dell’Umanità dell’Unesco.

Questa vallata, molto apprezzata per la sue peculiarità naturali durante le vacanze estive dagli appassionati di alpinismo, trekking e mountain bike, si propone anche come meta invernale per le settimane bianche di un esigente turismo d’alto livello.

Il Consorzio Turistico Alta Pusteria (sito web) ha organizzato, in collaborazione con Connexia, un viaggio stampa nei giorni dal 20 al 23 Febbraio 2014 alla scoperta delle sorprendenti offerte che l’Alta Pusteria riserva ai suoi visitatori durante i mesi più freddi dell’anno.

Arrivo a Moso e sistemazione nell'Hotel Bad Moos

Il nostro arrivo a Moso, presso il raffinato Hotel Bad Moos (qui il sito), è stato accolto dalla più imponente nevicata degli ultimi anni, che ha visto cadere sette metri di neve solo nella settimana antecedente al nostro arrivo.
La moderna struttura in legno, che ricalca le forme delle tipiche baite alpine, deve il proprio nome - letteralmente “Moso Bagni”- dall’adiacente fonte d’acqua sulfurea già nota nel diciassettesimo secolo per le sue importanti proprietà nelle cure termali e nei trattamenti benessere.

Le camere, dotate di ampi terrazzi con vista sui monti ed i boschi circostanti, abbinano una sobria e funzionale eleganza al caldo stile tirolese, riscontrabile nei legni e nelle stoffe, come nelle caratteristiche stufe rustiche presenti nelle suite. L’hotel presenta una vasta scelta di sale ristorante, da quelle più ampie ed informali, dotate di grandi vetrate panoramiche, alle più intime e raccolte “stube” del XXIII e XXVII secolo.

La cena, caratterizzata da una cucina tradizionale rivisitata, abbinata a fantastici vini altoatesini, ci è stata servita proprio nelle suggestive stube in compagnia del Dott. Erwin Lanziger, proprietario storico dell’Hotel Bad Moos e Presidente del Consorzio Turistico Alta Pusteria. L’appassionato imprenditore ci ha intrattenuti con aneddoti riguardanti la sua lunga esperienza alberghiera, racconti legati ai Vip che frequentano la sua struttura e il suo sogno di vedere ultimato il collegamento tra i vari impianti sciistici locali: una sfida indispensabile per lo sviluppo del turismo pusterese.
Erwin, a differenza di alcuni suoi compaesani che vorrebbero proteggere gelosamente la loro vallata all’interno di una palla di vetro, si adopera con grande fervore per condividerne le bellezze. Un’imprenditoria, la sua e quella di tanti altoatesini, volta a traghettare nel nuovo millennio la natura incontaminata e le antiche tradizioni del proprio luogo di provenienza, preservandole e rendendole nel contempo più accessibili. Una consapevolezza che permette all’Alto Adige di spendere al meglio le proprie risorse e di sfruttare nel modo più opportuno i privilegi derivanti dall’essere una regione a statuto speciale.

 Pubblicato da il 06/06/2014 - 8.651 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close