Cerca Hotel al miglior prezzo

La regione di Nelson, la pił piccola della Nuova Zelanda

Nelson, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

  • Il faro sulla Boulder Bank
  • Nelson, vista aerea e Boulder Bank
  • Nelson Lakes National Park
Con una superficie di appena 445 kmq, quella di Nelson è sicuramente la più piccola regione della Nuova Zelanda, ma nonostante le esigue dimensioni contiene molti spunti di interesse per quei viaggiatori che potranno scoprire le bellezze naturali di queste zone costiere settentrionali dell'Isola del Sud della Nuova Zelanda. In genere però i turisti abbinano la loro visita anche alla limitrofa regione di Tasman, che dal punto di vista prettamente turistico forma un tutt'uno con la piccola regione di Nelson.

Dal punto di vista geografico la regione si estende sul fianco orientale della Tasman Bay, e ha il suo sviluppo urbano più consistente coincidente con Nelson City, la seconda più antica città della Nuova Zelanda, così chiamata in onore dell'ammiraglio Orazio Nelson, colui che vinse la battaglia di Cabo Trafalgar in Spagna, causando una pesante sconfitta alla marina napoleonica. Da Nelson il territorio prosegue verso nord lungo la costa fino alla Oananga Bay, mentre a sud i confini sono dettati dalle alture della Richmond Range, famose anche per la produzione vinicola ​.

Nelson è un importante centro che assieme alla vicina Richmond (in territorio della Tasman Region) raggiunge una popolazione di quasi 61.000 anime, inserendola in questo modo nella classifica delle prime 10 città per popolazione della Nuova Zelanda. E' quindi un città vivace anche dal punto di vista culturale, una base ideale per chi vuole esplorare queste porzioni incontaminate della grande Isola del Sud.

Nelson City offre anche alcuni edifici storici interessanti: lo è ad esempio la Christ Church Cathedral, la cui costruzione inziò nel 1925, mentre una delle vie più antiche di tutta la Nuova Zelanda è la South Street, ancora ricca di abitazioni della classe operaia di fine '800. Da non perdere poi l'edificio in mattoni della Broadgreen House, casa storica di metà 19° secolo, che si può visitare a pagamento. Inoltre da visitare ci sono interessanti gallerie d'arte, ma di esse parliamo in modo più approfondito nella guida specifica di Nelson City.

Una delle peculiarità naturali della regione è senza dubbio la Nelson Boulder Bank, una particolare lingua di ciottoli e massi (anche di oltre 1 metro di diametro), in linguaggio geologico una barra longitudinale, che con i suoi 13 km di estensione va a chiudere la baia da nord a sud, formando la Nelson Haven. Quasi collegata ad essa troviamo la Hualashore Island. Essendo la sua formazione legata al flusso delle correnti, la barra non si mantiene fissa nella sua posizione: ad esempio durante l'inverno il nastro di ciottoli e massi (boulders) tende a migrare leggermente verso sud ovest. Secondo alcuni studi, la sua origine è da far risalire ad almeno 6.000 anni fa. Per la sua particolare conformazione ela sua posizione panoramica al largo della costa, è considerata un paradiso per i fotografi, e su di essa si trova un faro isolato.

Partendo da Nelson e dirigendosi in direzione sud-ovest, a circa 120 km dal capoluogo di regione troviamo invece il Nelson Lakes National Park. Si tratta di un aerea di montagna in cui si aprono due magnifici laghi di origine glaciale, il Rotoiti e il Rotoroa Lake. Questi paesaggi sono apprezzati dagli appassionati di camminate, con molti escursionisti che si recano nel villaggio di St. Arnaud, che utilizzano come base delle loro camminate.

Anche se rimangono all'esterno della Regione, molti turisti utilizzano Nelson e la sua regione come base logistica per poi avventurarsi nei celebri parchi nazionali di Abel Tasman, e Kahurangi Sono considerati i paradisi degli amanti del trekking, e consentono di scoprire dei tratti di costa davvero incantevoli. In alternativa ci si può recare ad est, verso il Marlborough Sounds Marine Park e percorrere il Queen Charlotte Track, un sentiero spettacolare che collega la Ship Cove con la località di Anakiwa.

Dal punto di vista del clima, la regione di Nelson è caratterizzata da un clima oceanico parzialmente continentalizzato: le piogge cadono per tutto l'anno, ma nonostante ciò non mancano le ore di sole che raggiungono il ragguardevole valore di 2400 ore l'anno. Le precipitazioni non sono mai troppo abbondanti, e dal punto di vista statistico, ottobre risulta il mese più piovoso dell'anno, con 92 mm di piogge complessivi. Le temperature risultano più gradevoli in estate, da novembre ad aprile, con valori massimi mediamente superiori ai 20 °C e minime superiori ai 10 °C , mentre la colonnina di mercurio in inverno scende a valori minimi di 1-2 °C a luglio, anche se le massime raggiungono comunque i 12-13°C in media.
  •  

 Pubblicato da - 21 Maggio 2012 - © Riproduzione vietata

News più lette

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close