Cerca Hotel al miglior prezzo

Melbourne: guida di viaggio alla cittą Vittoriana. Australia

Melbourne, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

La città Vittoriana per eccellenza dette terre australi, Melbourne, anche se possiede una breve storia che non arriva ai 200 anni, si candida come una delle più interessanti mete turistiche d’Australia, in grado di contendere a Sidney e Adelaide la palma di città più interessante dell’Oceania. Fondata da un esploratore di nome John Batman Melbourne viene alla luce nel lontano 1835, circa due anni prima dell’inizio del lungo regno della Regina Vittoria che poi ne regalerà il nome allo stato che la ospita. Se come per altre zone australiane i primi insediamenti erano caratterizzati da coloni dediti alla pesca e alla caccia sulle floride coste australiane, fu più che altro una clamorosa corsa all’oro che sancì le fortune di questa regione, che poco dopo il 1850 fu meta di una massiccia migrazione di persone in cerca del biondo metallo e di un po’ di fortuna. Furono decenni di grande fortuna e Melbourne prese l’appellativo di “Meravigliosa” (Marvellous Melbourne), crebbe in modo rapido dal punto di vista della popolazione e la città prese l’impronta vittoriana che tuttora conserva in molti dei sui angoli più suggestivi.

Cona la sua posizione che s’affaccia sulla Port Phillip Bay, la capitale dello stato di Victoria, Melbourne Melbourne gode di un temperato clima oceanico , caratterizzato dalle sue mutevoli condizioni atmosferiche, senza troppi eccessi termici. Il buon regime pluviometrico è favorito dalle Dandenong Ranges che si trovano ad est, che combinate all’umidità dell’oceano comportano una marcata instabilità nella regione. Gli abitanti di Melbourne amano sottolineare come qui spesso trascorrano le quattro stagioni in un giorno, proprio per sancire l’elevata variabilità atmosferica.

Rispetto alle atre capitali australiane, Melbourne è quella più fredda nella stagione invernale, anche se mai raggiunge eccessi verso il basso, grazie alla mitigazione offerta dalla acque oceaniche. Il record del freddo è infatti posizionato a un valore di + 4,4 ° C. Il clima migliora durante la primavera, e questo è uno dei periodi migliori per visitare la capitale del Victoria, quando dominano lunghi di clima mite e cielo sereno. L’estate è calda ma raramente afosa, anche se a tratti possono presentarsi situazioni di caldo torrido quando soffiano i venti desertici che possono innalzare le temperature fino a 40 °C fortunatamente con bassi tenori di umidità.

Il centro storico cittadino è posizionato lungo la sponda settentrionale dello Yarra River, il fiume che si getta nella baia di Port Phillip, e si trova a qualche chilometro di distanza dalla linea di costa, anche se lo sviluppo urbano di Melbourne ha esteso i confini cittadini più moderni fin lungo le coste della baia. Vista dal mare la skyline di Melbourne è molto attraente, con i grattacieli della city commerciale tra cui spiccano la Eureka Tower e le Rialto Towers, che si stagliano eleganti sulla morfologia piatta della baia. Consigliamo le Melbourne Docklands come luogo ideale per delle suggestive fotografie.

Una visita del centro storico premette di scovare quegli edifici più antichi che riconducono alla vita e lo stile del periodo vittoriano della città, quello susseguente alla famosa febbre dell’oro. Il nucleo più antico può essere visitato anche a piedi oppure può essere un idea utilizzare la linea storica del tram, il City Circle tram che effettua un loop intorno ai principali punti di interesse del centro cittadino. La Cattedrale di St. Paul è un notevole monumento in stile neogotico. Ci sono altre chiese da segnalare come l’imponente Cattedrale di St. Patrick che si trova non distante dal Parlamento.

Sempre a caccia di edifici vittoriani segnaliamo la notevole Gothic Bank un edificio elegante di fine ‘800, la St. James Old Cathedral che risale addirittura al periodo pre-corsa dell’oro, la vecchia Zecca (Old Royal Mint) ed alcuni edifici pubblici come il Princess Theatre e l’Old Treasury Building datato 1853, mentre di grande impatto visivo è il Windsor hotel.
Per avere un visione dall’alto del centro si può salire a pagamento sulle Rialto Towers e dall’alto dei 55 piani della struttura (observation deck) contemplare la notevole vista a 360 gradi sulla città e la Port Phillip Bay. Anche la più recente Eureka tower si è dotata di un "deck" panoramico all'88à piano.
Di recentissima costruzione è invece al "Southern Star" una gigantesca ruota panoramica sullo stile del "London Eye" di Londra, situata presso i Melbourne Docklands. Qui, si può passeggiare lungo l'ampio percorso a semicerchio di Yarra's Edge, osservare con meraviglia la “mucca sull'albero” ed altre sculture sul Victoria Harbour e godere dei 21 bar e ristoranti di Newquay, della vista dello skyline del CBD e degli yacht della marina.

Il suo nuovo cuore batte dal 2002 nella Federation Square, costruita su un grande coperchio di innumerevoli rotaie, lastricato di pietre del Kimberley, realizzata come audace complesso culturale, i cui triangoli di zinco, vetro e arenaria sulla facciata formano un puzzle spettacolare. Nell'interno la gigantesca "FedSquare” ospita un mix creativo di arte, cultura e intrattenimento. L'Ian Potter Centre NGV Victoria presenta ai suoi visitatori l'arte australiana nei vari aspetti, dalle opere degli aborigeni fino alla pop art, mentre l’Australian Centre of the Moving Image (ACMI) offre mostre sulla storia del cinema e, l'Australian Racing Museum, presenta tappe importanti della storia del mondo delle gare. Nei ristoranti, caffè e bar si ritrova l'ambiente della città; la Plaza terrazzata è punto di incontro, teatro degli artisti di strada e il punto migliore da cui godersi il panorama della City. Qui si vede la gente ridere e scherzare, si assiste alla nascita di nuovi amori, si festeggiano il Gran Final del Football Cup australiano e altri grandi eventi, e ci si gode la vita in tutta la sua pienezza.

La Fed Square apre sempre vedute inaspettate sui dintorni. Verso nord, l'edificio neogotico della cattedrale di St. Patrick's si riflette sulle facciate di vetro del Central Business District (CBD). Verso sud, la Southbank Esplanade sullo Yarra River unisce arte e commercio. La National Gallery of Victoria, con la sua arte internazionale e la bianca punta d'acciaio del Victorian Arts Centre delimitano il West-End; a est il Crown Casinò è uno dei più grandi casinò al mondo con Black Jack e Roulette. Ancor più spettacolare è la vista dallo "Skydeck” dell'Eureka Tower. La più alta piattaforma belvedere dell'emisfero sud è stata aperta solamente a metà maggio 2007 e offre ai più coraggiosi un'ulteriore opportunità: “The Edge”, una finestra a loggia sporgente ricoperta di vetro opalino che, premendo un pulsante, si trasforma in vetro trasparente. Il visitatore fluttua apparentemente nel nulla a 285 m di altezza, nel bel mezzo di un fantastico panorama che sovrasta la City fino alle cime dei monti Dandenong Ranges e alle baie di Port Phillip Bay. A monte parchi di grande estensione, come i Royal Botanical Gardens, accompagnano il fiume Yarra, migrando a valle si incontrano invece numerose barche escursionistiche con destinazione di Williamstwon, una volta centro del commercio marittimo di Melbourne.

Una visita completa deve includere altri importanti luoghi storici, posizionati a ridosso del centro storico: la Old Melbourne Gaol ad esempio è una galera trasformata in interessante museo. E’ una prigione dalla fama tetra e maledetta, qui furono impiccati decine di prigionieri e rimase in funzione quasi per 90 anni e fu dimesse nel lontano 1929. All’interno si trovano reperti interessanti come alcune maschere mortuarie. Il celebre Cook’s Cottage è una casetta antica (della famiglia del capitano James Cook), costruita in Inghilterra a metà del 18° secolo, smontata mattone su mattone, e ricostruita a Melbourne nel 1934 in occasione dei festeggiamenti del centenario dello stato di Victoria. Si trova presso i Fitzroy Gardens, e la sua visita è un occasione per approfondire la vostra conoscenza sui viaggi del celebre navigatore inglese. Di grande eleganza è il Royal Exhibition Building, un edificio che è attualmente adibito all’International Flower and Garden show, una manifestazione internazionale di firicultura e giardinaggio.

Altre attrazioni di Melbourne. Chinatown rappresenta il nucleo commerciale della città, qui si trovano alcuni dei migliori ristoranti asiatici della città. Qui si può visitare il museo “Chinese Australian History” e vedere il dragone cinese. Lo Zoo di Melbourne contiene più di 350 specie naturali, che spaziano dalle faune australiane a quelle delle foreste pluviali del centro Africa. E’ un luogo molto adatto ai più piccoli con molte spiegazioni e possibilità di ristorazione all’interno. Analogamente le famiglie troveranno molto interessante il Melbourne Aquarium, il più importante acquario dell’Australia meridionle. Gli ambienti ricostruiti spaziano dagli oceani alle foreste di mangrovie agli stagni paludosi e i billabong australiani. E’ il posto giusto se siete appassionati di razze e squali.

Il Royal Botanic Gardens è rinomato per i suoi giardini che si estendono per un totale di 36 ettari. Qui si possono osservare, se muniti di adeguata pazienza, oltre 52.000 piante provenienti da tutto il mondo. L’ingresso è gratuito e può essere il luogo adatto per venire a prendere duna boccata di fresco durante le calde giornate primaverili ed estive. In caso di pioggia è invece consigliabile una visita alla National Gallery of Victoria, ora ospitata nel Centro Ian Potter. Qui troverete unicamente arte australiana, suddivisa in 20 gallerie disposte su tre livelli e che presentano la storia di arte australiana, compresa l’arte aborigena oltre che fotografia e arti decorative. Anche qui l’ingresso è gratuito.
Altro luogo dove passare un pomeriggio od una mattinata all'insegna dell'arte è il Victorian Arts Centre, caratteristico per la presenza sul tetto di una torre a traliccio che ricorda vagamente una piccola torre Eiffel. All'interno interessanti collezioni di arte europea dal 15° secolo ai giorni nostri, e raccolte di arte tipica australiana.

Un fruttuoso shopping tour tra le boutique della Parigi degli antipodi è un imperativo per gli abitanti di Melbourne come Kylie Minogue. Da molti anni, la cantante proveniente da Melbourne non si limita soltanto alla sua carriera musicale, ma entra anche nel mondo della moda: durante le sfilate del Melbourne Fashion Show nel marzo 2007 si è presentata personalmente come modella esibendo al pubblico la sensuale biancheria intima del suo marchio “Love Kylie”. Fra le zone preferite per una passeggiata da dedicare allo shopping si contano Chapel Street di Prahan, la nobile Toorak Road e il CBD. In questi luoghi, i melbourniani frugano nei Flagship Stores dei creatori della moda di Melbourne come Scanlan &Theodore o Alannah Hill, visitano i grandi magazzini David Jones e Myer, passeggiano lungo le gallerie vittoriane come The Block e Royal Arcade o nelle ex poste centrali GPO, oggi nobile tempio dello shopping in bianco con 60 negozi dal funky al fine. Haute Couture o Vintage Fashion: anche la stilista Fiona Sweetman è una vera “insider” nella scena della moda di Melbourne. Con il suo Hidden Secrets Tour, l'artista non conduce solamente ai marchi della moda più famosi nel Downunder, ma elargisce anche consigli relativi al design australiano di miglior qualità, alla cioccolata fatta in casa o alle migliori sale da tè.

Per arrivare a Melbourne si può volare sull’aeroporto internazionale della città che dista circa 22 chilometri dal centro. Locali “Skybuses” viaggiano 24 ore al giorno da e per l'aeroporto dalla Southern Cross Station. La frequenza delle corse è con partenze ogni 15 minuti ed il viaggio dura circa 25 minuti. Il servizio effettua soste anche nei principali hotel della città.

Fonte foto, cortesia: Melbourne Tourist Board
  •  

 Pubblicato da - 29 Ottobre 2008 - © Riproduzione vietata

13 Dicembre 2017 La Mostra del Presepe a Grottaglie

L’inaugurazione della XXXVIII Mostra del Presepe - l’8 dicembre ...

NOVITA' close