Cerca Hotel al miglior prezzo

Sendai (Giappone), la cittÓ, il festival delle luci e assaggiare lo zunda

Metropoli di oltre un milione di abitanti e capoluogo della prefettura di Miyagi, Sendai è un insediamento che unisce la calorosa ospitalità di un piccolo centro urbano ed i servizi di una grande e moderna città. Famosa per i souvenir di zunda, una pasta verde brillante un po’ dolce ricavata dai germogli di soia, e per il gyutan, la lingua di manzo, Sendai è caratterizzata dalla successione di ampi viali alberati, che sono il luogo ideale per rilassanti passeggiate all’ombra, e di edifici particolarmente interessanti come la Mediateque, con le sue pareti di vetro e le colonne gigantesche. Tra le attrattive della città spiccano anche alcune interessanti manifestazioni annuali, come il vivace Jozenji Jazz Festival, una due giorni di esibizioni all’aperto che ha luogo agli inizi di settembre, o il Sendai Tanabata Matsuri, che riscuote ancora più successo e attira due milioni di visitatori ogni anno.

La città vanta un passato storico avvincente, in quanto antico quartier generale del potente signore feudale Masamune Date (1567-1636), conosciuto con il nome di battaglia di Drago con un occhio solo. Diversi siti interessanti rendono omaggio alla sua memoria, così come il nome stesso della città, Sendai, che significa “Mille generazioni”, probabilmente un riferimento alla durata che, secondo Masamune, avrebbe avuto il regno del suo clan.

L’ampio Aoba-dori, fiancheggiato da grandi magazzini, banche e alberghi, si dirige a ovest dalla stazione ferroviaria verso il parco Aoba-yama. Le zone più indicate per fare shopping sono i portici lungo Chuo-dori, nota anche come CLIS Rd, e Ichibancho-dori, che si incrociano immediatamente a est di Kokubuncho-dori, la via principale della zona di locali notturni più grande e animata del Tohoku. Più a nord si estende Jozenji-dori, un delizioso viale fiancheggiato da alberi maestosi.

Il punto di partenza ideale per visitare Sendai è il mausoleo di Masamune Date, ovvero lo Zuihoden, che si trova in cima ad una collina boscosa poco distante dall’Hirose-gawa; l’edificio fu costruito nel 1637, distrutto dai bombardamenti alleati durante la seconda guerra mondiale e definitivamente ricostruito nel 1979. Il fabbricato attuale è la copia esatta dell’originale e riproduce fedelmente gli elementi del sontuoso stile Momoyama, un elaborato e complesso modello architettonico caratterizzato da sculture policrome in legno. In cima alla stessa collina si notano anche i mausolei del secondo e del terzo successore di Masamune, Tadamune e Tsunamune Date; con l’inizio della ricostruzione, furono portati alla luce i resti dei tre dignitari insieme a oggetti personali e parti di armatura di loro proprietà, oggi esposti in un museo allestito sul posto, dove si possono ammirare anche i ritratti dei tre personaggi.

Il Sendai-jo Ato è il secondo tra i luoghi di maggiore interesse di Sendai. Nonostante sia stato parzialmente distrutto dai bombardamenti alleati durante la seconda guerra mondiale, le sue gigantesche mura ricoperte di muschio sono davvero imponenti e suggestive, un luogo incantevole dove girovagare. Costruito sull’Aoba-yama nel 1602 da Masamune Date, il complesso divenne noto con il nome di Aoba-jo, ovvero “Castello dalle foglie verdi”, per via di una vicina sorgente che non si esauriva mai, neppure nei periodi di siccità. Visitando il Sendai-jo Ato si avrà modo di apprezzare ampie vedute dall’alto sulla città, oltre a vedere un’interessante statua equestre di Masamune e alcuni negozietti di souvenir. Lungo la salita della collina potrete fermarvi all’Aoba Castle Exhibition Hall, all’interno della quale si può ammirare la ricostruzione grafica dell’antico splendore del castello.

Sempre per quanto riguarda l’offerta museale di Sendai, il consiglio è quello di non lasciarsi sfuggire il suggestivo Sendai City Museum, nelle cui sale si trovano all’incirca 13.000 manufatti appartenuti alla famiglia Date. Tra questi spicca l’armatura di Masamune, oltre ad un modellino in scala del castello di Sendai e ad un dettagliato resoconto dell’epoca dello stesso Masamune.
Ogni anno a Sendai si tengono diverse manifestazioni di diverso genere, ma ugualmente coinvolgenti. La prima in ordine cronologico è il Donto-sai, in calendario il 14 gennaio, durante il quale alcuni uomini impavidi sfidano le temperature glaciali esibendosi quasi nudi in un rito propiziatorio per il nuovo anno. In piena estate si tiene invece il Sendai Tanabata Matsuri, il “Festival delle stelle”, la festa più importante di Sendai, che si svolge dal 6 all’8 agosto e celebra una leggenda cinese sulle stelle Vega e Altair; per l’occasione circa due milioni di presenze fanno registrare il tutto esaurito nelle strutture ricettive della città e dei dintorni. Altre due feste molto apprezzate dal pubblico sono: il Jozenji Street Jazz Festival, un evento suggestivo in programma il secondo fine settimana di settembre quando circa 600 artisti di strada provenienti da tutto il Giappone si esibiscono nelle vie e sotto i portici del centro; ed il Sendai Pageant of Starlight, il “Festival delle luci di Sendai”, che prevede la festosa illuminazione di Aoba-dori e Jozenji-dori dal 12 al 31 settembre.

Il clima è temperato, caratterizzato da inverni moderatamente freddi e da estati non eccessivamente calde. In gennaio le temperature oscillano mediamente tra 5 e -2 gradi, mentre in agosto i valori salgono fino a portarsi tra 28 e 21 gradi. Le precipitazioni sono generalmente abbondanti nel corso dell’anno, per un totale di circa 1.200 mm di pioggia, e cadono prevalentemente nel corso dei mesi estivi da maggio a ottobre, toccando l’apice in settembre quando possono anche verificarsi occasionali tifoni. D’inverno la neve fa capolino anche se gli accumuli al suolo non risultano quasi mai molto consistenti.

Dall’Aeroporto di Sendai, 18 chilometri a sud del centro della città, partono voli internazionali per varie destinazioni in Asia, come Seul, Pechino, Dailan, Guam e Shangai, ed altri voli nazionali verso alcune città come Sapporo, Nagoya e Hiroshima. Gli shinkansen che collegano Sendai a Tokyo sono molto veloci, tanto che non vale la pena prendere l’aereo per spostarsi da/verso la capitale. Il Sendai-ko è un importante porto dal quale partono ogni giorno i traghetti per Tomakomai sull’Isola di Hokkaido. I trasporti urbani, invece, constano essenzialmente di diverse linee di autobus e di una linea di metropolitana che va da Izumi-Chuo, nella parte settentrionale della città, a Tomizawa, a sud, senza tuttavia toccare alcun luogo di interesse turistico.
  •  
close