Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Giappone

Viaggio in Giappone: visto non necessario, dogana e sicurezza nel paese

Pagina 1/2

Un viaggio in Giappone richiede il passaporto in corso di validità. All’ingresso nel Paese bisogna possedere anche il biglietto aereo di ritorno. La locale legge sull’immigrazione prevede che siano prese le impronti digitali ed una foto del volto degli stranieri, tranne per i residenti permanenti speciali, coloro che hanno meno di 16 anni, chi svolge attività diplomatiche od ufficiali e chi è invitato dal titolare di un’amministrazione pubblica giapponese. E’ comunque consigliabile informarsi all’Ambasciata giapponese in Italia per saperne di più, ed eventualmente anche per conoscere la validità residua del passaporto richiesta.

Il visto non è necessario per i cittadini italiani che intendano soggiornare nel Paese per fini turistici fino a 90 giorni. In caso di permanenze oltre tale limite, bisogna richiedere il visto all’Ambasciata od al Consolato giapponese in Italia.

Dogana

Non esistono limiti né all’importazione né all’esportazione di valuta, ma vanno obbligatoriamente dichiarate in dogana le somme superiori ad 1 000 000 (un milione) di Yen. Vige il divieto d’importazione di armi da fuoco e munizioni, insaccati e merci alimentari facilmente deperibili e non è consentita l’esportazione di piante. Chi viaggia con animali sappia che è in vigore la quarantena.

Nel Paese sono accettate le principali carte di credito, ma gli unici bancomat utilizzabili sono quelli del circuito CIRRUS.

Sicurezza

... Pagina 2/2 ...Il Giappone è un Paese sicuro, ma è sempre buona norma adottare le comuni misure di sicurezza; si registrano infatti alcuni episodi di rapina ai danni di stranieri, spesso derubati dopo essere stati narcotizzati con sostanze disciolte nelle bevande alcoliche nell’area di Tokyo.

Il Paese è ad alto rischio sismico e si consiglia ai viaggiatori di attenersi ai piani d’emergenza predisposti dalle Autorità, illustrati anche negli alberghi. Vi è inoltre la possibilità di ottenere maggiori informazioni sui comportamenti da adottare per tali eventualità negli Uffici di quartiere preposti.

In Giappone non si tollera per alcuna ragione l’uso di droghe, e le sanzioni sono estremamente rigide anche in caso di possesso di minime quantità.
Abusi sessuali e violenze ai danni di minori sono puniti con la reclusione, e si ricorda che tali reati sono perseguibili anche in Italia al momento del rientro.

In caso di problemi con la Polizia locale si consiglia di contattare prontamente l’Ambasciata od il Consolato italiano presenti nel Paese.

Sebbene il nostro sforzo sia quello di mantenere le informazioni aggiornate prima di partire vi consigliamo di consultare anche il sito Viaggiaresicuri.it
 

close