Cerca Hotel al miglior prezzo

Sanya (Cina), vacanza tra mare e spiagge

Pagina 1/2

Seconda città più popolosa della Provincia di Hainan dopo Haikou, Sanya è probabilmente la più rappresentativa di tutte le località turistiche sorte di recente in Cina, dal momento che si è sviluppata esclusivamente in funzione dell’attività ricettiva. Superate le difficoltà economiche che ne hanno frenato la crescita nell’ultimo ventennio, attualmente l’area sta vivendo un boom straordinario e la continua apertura di nuovi resort non fa che confermarne la vocazione turistica internazionale. Oltre che per rilassarsi, a Sanya si va per compiere immersioni in apnea o con le bombole e per godere della bellezza paesaggistica di alcuni scenari davvero incantevoli, come ad esempio la bella spiaggia bianca dove troneggiano colossali massi granitici levigati dalle onde che i cinesi hanno descritto come Tianya haijiao, ovvero “Limite tra il cielo e il mare”.

La regione di Sanya è indubbiamente una creazione autenticamente moderna in tutti i sensi e, come è prevedibile, vi abbondano le attrazioni pacchiane pensate soprattutto per intrattenere i turisti provenienti dalla terraferma. In fondo anche il celebre concorso di Miss Mondo, che vi si è svolto nel 2003, 2004 e 2005, può essere considerato un evento kitsch, ma ha contribuito sicuramente alla fama di Sanya. Nonostante tutto ciò, un viaggio in questa zona di Hainan può essere molto piacevole, dato che questo tratto di litorale è uno dei pochi posti in cui vi troverete a fianco di cinesi in vacanza, immersi in un’atmosfera serena e gioviale.

Con il nome Sanya si intende genericamente tutto il tratto di costa che si estende per circa 40 chilometri, ma in realtà la regione è composta da tre aree ben distinte. La Sanya Wan, ovvero la “Baia di Sanya”, che possiede la spiaggia meno allettante, ospita l’animato centro cittadino e una monotona serie di nuovi resort tutti uguali, frequentati soprattutto dai cinesi in vacanza. Più bella è la Baia di Dadonghai, la Dadonghai Wan, che si trova circa 3 chilometri a sud-est, oltre la Penisola di Luhuitou, e offre numerosi alberghi a prezzi economici, oltre a due ottimi ostelli per viaggiatori zaino in spalla. Proseguendo verso est per altri 15 chilometri si arriva invece all’esclusiva Baia di Yalong, che vanta la spiaggia più spettacolare e lussuosi resort internazionali, sorti uno di fila all’altro.

Considerato il fatto che Sanya è una località balneare, non c’è da sorprendersi che le maggiori attrattive siano rappresentate dalla spiaggia, dal mare e dai divertimenti serali. Le due spiagge principali sono Dadonghai, caratterizzata da una suggestiva forma a mezzaluna, e la splendida spiaggia di sabbia bianca della Baia di Yalong, estesa per ben 7 chilometri. Dadonghai offre la scelta più ampia di strutture recettive e ristoranti, ma può essere molto affollata, per cui è opportuno cercare di arrivare presto per trovare un ombrellone libero, altrimenti si rischia di ustionarsi. La Baia di Yalong è senza dubbio più bella e meno affollata, ideale per praticare un’ampia gamma di attività tra cui jet-ski, banana boat, snorkeling, immersioni subacquee e anche parapendio, anche se per accedervi è obbligatorio pagare a meno che non si soggiorni in uno dei resort del lungomare.
... Pagina 2/2 ...
Tra Sanya e Dadonghai si estende la Penisola di Luhuitou, da dove si può vedere un suggestivo tramonto sul mare, che vanta diverse spiagge poco affollate, ma meno belle delle precedenti. Al largo della costa di Sanya sono visibili due isole: Ximao Zhou, l’unica accessibile da parte dei visitatori, e Dongmao Zhou. Con un’area di appena 2,6 chilometri quadrati, Ximao Zhou è piuttosto piccola, ma offre piacevoli scenari in cui passeggiare o dedicarsi allo snorkeling. Proseguendo in direzione ovest lungo la strada litoranea si raggiungono le grotte Xiao Dongtian e il vecchio borgo di Yazhou, oltre il quale si può proseguire per Tongshi passando per le grotte di stalattiti di Wangxia.

Il clima è subtropicale, caldo e umido d’estate, mite e soleggiato d’inverno, se così lo si può definire. Il succedersi delle stagioni è sensibilmente influenzato dallo spirare dei monsoni, che determinano una stagione delle piogge piuttosto lunga e possono comportare la formazione di tifoni. Le condizioni meteorologiche migliori si registrano all’incirca da novembre ai primi di marzo, quando la temperatura media è di 21 gradi a fronte di una media annua di quasi 26 gradi. Naturalmente questo è anche il periodo che fa registrare il maggior afflusso di visitatori, mentre da marzo-aprile a ottobre-novembre il numero di turisti è decisamente inferiore, dato che il caldo umido è ai limiti della sopportabilità.

Il Sanya Phoenix International Airport dispone di un numero limitato di voli per le destinazioni internazionali, mentre è ben collegato al resto della Cina, in particolare a località quali Shenzhen, Guangzhou, Pechino, Shanghai, Xi’an e Kunming. Dalla stazione degli autobus a lunga percorrenza partono frequentemente mezzi diretti verso quasi tutte le destinazioni di Hainan, tra cui numerosi autobus deluxe per Haikou, distante poco più di 3 ore. Per spostarsi lungo la costa si può prendere un minibus o prenotare un taxi.
01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close