Cerca Hotel al miglior prezzo

Moroni: la Capitale della Repubblica Federale Islamica delle Comore

La principale città delle Comore, capitale dello stato dal 1962, è Moroni, altrimenti conosciuta come Port-aux-Boutres, un centro di circa 60.000 abitanti situato sulla costa centro-occidentale dell’isola di Gran Comore, la più estesa dell’arcipelago. Moroni, dotata dell’unico aeroporto internazionale dell’Unione delle Comore e di un trafficato porto, è sostanzialmente la porta d’ingresso al paese per la maggior parte dei turisti che decidono di partire alla volta di questo magnifico e remoto arcipelago immerso nelle acque dell’Oceano Indiano. Parallelamente, la città detiene il titolo di principale polo economico della nazione, essendo lo snodo cruciale dei traffici commerciali con l’Africa, ma anche con certi stati dell’Asia meridionale.

Visitando Moroni ci si renderà conto immediatamente delle profonde radici islamiche della città, fino alla metà dell’Ottocento appartenente ad un sultanato. In realtà, nell’ultimo secolo, l’anima coranica del centro si è arricchita di caratteri dall’eleganza tipicamente francese e di variopinti elementi artistici africani, ricostituendosi così come sotto forma di un crogiuolo di culture diverse, tutte egualmente valorizzate. Certi scorci, come ad esempio quelli che danno sui moli di pietra del porto, ricordano addirittura scenari mediterranei, contribuendo alla ricchezza di una delle città dai tramonti più affascinanti del mondo.

La parte di maggiore interesse turistico del centro è proprio quella legata al culto dell’Islam, con l’incantevole medina che offre edifici ancora in buono stato di conservazione e scorci davvero suggestivi. Tra le intricate stradine polverose, le piccole piazzette avvolte da colorate abitazioni e gli svettanti minareti sparsi in qua e in là si noterà l’imponente sagoma della Moschea del venerdì, il principale luogo di culto della città. Molto particolari sono anche i portali lignei disposti intorno agli ingressi di molti edifici, accuratamente cesellati dalle sapienti mani degli artigiani locali. Terminata la visita alla medina, si potrà conoscere il resto del centro immettendosi lungo le due strade principali, due vialoni diretti al porto entrambi convergenti verso l’Ave des Ministères, la cui terminazione si snoda verso i quartieri più meridionali di Moroni. Alberghi, bungalow e negozi sono prevalentemente concentrati nelle zone settentrionali dell’abitato, mentre a sud si trovano caffè, bar e ristoranti davvero incantevoli.

Uscendo dall’agglomerato urbano ci si immetterà subito nella natura, fatta di neri litorali lavici, distese di foresta tropicale, brulle e selvagge colline. 11 chilometri a sud di Moroni sorge Mitsoudj E’, il luogo ideale per acquistare preziosi souvenir da mostrare una volta tornati a casa. La cittadina è infatti molto nota per la fruttifera produzione di oggetti intagliati, soprattutto imposte di porte, ma anche scatole e mobili decorativi, o oggetti più piccoli come candelabri e targhe. Un’altra caratteristica facilmente distinguibile di Mitsoudj E’ sono le tantissime pietre tombali che ne contraddistinguono il centro, frutto di un’antica leggenda locale.

Il clima è tropicale, caratterizzato da due stagioni nettamente distinte: quella umida e quella secca. La prima, che va da novembre ad aprile, è quella meno indicata per visitare l’arcipelago, in quanto lo spirare dei Monsoni comporta frequenti ed abbondanti precipitazioni un po’ su tutto il territorio nazionale, senza contare il rischio di incappare in qualche ciclone che, formatosi al largo nel cuore dell’oceano, può spingersi fino alle coste delle isole. La stagione secca, che si protrae da maggio ad ottobre, è invece quella migliore per soggiornare a Moroni. In questo periodo le temperature oscillano mediamente intorno a 25/26 gradi e le precipitazioni sono praticamente assenti, senza contare che l’aria è piacevolmente irrorata dal dolce profumo di ylang-ylang trasportato dal lento soffiare degli alisei.

Come arrivare a Moroni?
La capitale possiede l'unico aeroporto internazionale delle Comore, l’Aeroporto Internazionale di Moroni Hahaya (HAH), situato una ventina di chilometri a nord del centro. Oltre allo scalo aereo, Moroni dispone di un trafficato porto dal quale partono traghetti per tutte le altre isole dell’arcipelago, mentre sulla terraferma imperversano i chiassosi taxi-brousse, l’unico mezzo di trasporto pubblico locale. In città è anche possibile noleggiare un’automobile, con la quale ci si muoverà piuttosto agevolmente lungo le coste, molto meno nell’entroterra.
  •  
loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a Cinecittą World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close