Cerca Hotel al miglior prezzo

El Haouaria, viaggi nel mare nella penisola di Cap Bon

El Haouaria è forse la località turistica tunisina più vicina all'Italia, tra lei e la Sicilia si distendono 140 km di mare pescoso, mentre l'isola di Pantelleria si trova ancora più vicina, ad una ottantina di chilometri dalla punta di Cap Bon. Dopo Gibilterra El Haouaria è considerato il punto d'africa più vicino all'Europa.

Qui il paesaggio pianeggiante della zona centrale della penisola, inizia a diventare più aspro man mano che ci si avvicna a Cap Bon (Jebel Sidi Abiod), e là dove il mare passa dalle zone sabbiose a tratti prevalentemente rocciosi, la costa si fa più interessante e adatta ad una vacanza in grado di soddisfare un po' tutti i gusti.

Per arrivare ad El Haouaria si può procedere lungo le due principali direttrici che risalgono il Cap Bon: ad ovest, per chi proviene da Tunisi si segue la P26 in direzione di Soliman, Tazoghrane, Sidi Daoud fino ad arrivare a destinazione dopo circa 70 km di strada da Soliman (poco più di 100 da Tunisi), oppure rislaendo da Nabeul lungo la P27, che segue la costa orientale del Cap Bon, oltrepassando le città di Korba, Menzel e Kelibia, oltrepassando il sito archeologico di Kerkuane fino ad arrivare a El Haouaria a circa 85 km da Nabeul.

Il periodo migliore per passare una bella vacanza a El Haouaria e a Cap Bon è sicuramente l'estate, quando le giornate serene diventano la norma, e si possono fare lunghi bagni presso le spiagge del Cap Bon.

Di giorno le temperature massime si posizionano sui 32-34 gradi, con possibilità di punte superiori che però vengono mitigate dalle brezze costiere. In autunno ed in inverno c'è possibilità di qualche giornata di brutto tempo, con mareggiate quando spira intenso il maestrale.

Anche in pieno inverno difficilmente le temperature scendono al di sotto dei 13-15 gradi centigradi. Se siete appassionati di birdwatching è allora meglio privilegiare la primavera, quando tra aprile e maggio si possono vedere numerose specie migratorie, tra cui i falchi e le cicogne.

Cosa vedere a El Haouaria?
El Haouaria è un piccolo paese che dedica una vera e propria passione per i rapaci e l'arte della falconeria: il falco pellegrino è il vero simbolo della regione, ed è considerato il predatore più veloce del pianeta, con una velocità di caccia che raggiunge l'incredibile velocità di oltre 250 km/h!

Ogni anno si tiene all'inizio dell'estate il Festival de l'épervier, cioè il festival della falconeria che è una occasione unica per vedere questi magnifici falchi in azione!

El Haouaria è anche famosa per la presenza delle cave romane, un luogo spettacolare che si trova sulla costa occidentale di Cap Bon. Il sito è conosciuto con il nome di Ghar el-Kebir, e fu proprio qui che i romani attinsero la maggior parte delle pietre per la costruzione degli insediamenti che costituirono l'antica Cartagine, distrutta con la terza guerra punica.
Il colore caldo delle rocce, la luce che penetra all'interno dalle aperture, ed il blu profondo del mare a fianco, rendono il sito davvero interessante.

Ottimi panorami e tramonti struggenti si possono osservare seguendo la strada asfaltata che conduce in cima al Jebel Sidi Abiod che domina sul Cap Bon con vista sul sottostante faro.

  •  
close