Cerca Hotel al miglior prezzo

Viaggio a Sfax e la sua Medina in Tunisia

Pagina 1/2

  • isole Kerkennah
Al confine delle regioni del Sud, ma aperta sul mare, Sfax è una vecchia città diventata in epoca moderna la seconda città della Tunisia per popolazione (città 265.000 abitanti; area metropolitana 500.000 abitanti) ed importanza economica. È capoluogo dell'omonimo governatorato, uno dei 25 in cui è divisa la Tunisia. Lontana dai grandi centri turistici, avendo conservato una magnifica Medina circondanta da mura, Sfax vanta una autenticità che le conferisce un fascino particolare. S'affaccia su un arcipelago vicino e facilmente accesibile in battello che offre spiagge da sogno e fondali immacolati: le isole Kerkennah.

Vicina al Grande Sud tunisino, nel cuore di una regione già rude ed austera, Sfax è circondata da immensi uliveti perfettamente ordinati a cui deve il suo rango di capitale tunisina dell'olio d'oliva. È anche un'importante città portuale, industriale e commerciale. Una città di contrasti, prosperosa ed attiva, resta, comunque, profondamente legata alla tradizione. Molti alberghi d'ottimo comfort permettono di soggiornare a Sfax e scoprirne le molteplici sfaccettature. Il suo centro mantiene un certo stile: piazzette e gallerie coperte, sono circondate da palazzi originali in stile arabo, le feritoie e le torri a forma di minareto s'ispirano all'architettura islamica antica. La Medina perfettamente conservata e brulicante di vita, merita una visita prolungata.

Mura merlate, davanti al centro della città moderna, punteggiate da una serie di bastioni e di torri: la Medina di Sfax. Il suo aspetto di altri tempi invita ad entrarvi. Appena superata la porta monumentale Bab Diwan, si accede in un universo animatissimo che disorienta: souks delle spezie, dei profumi, gioiellieri, fabbri... il quartiere del commercio mantiene i modi di vita antichi. E nel suo centro si erge la Grande Moschea, costruita nel lX secolo e rimaneggiata in diverse epoche, possiede un notevole minareto adorno di motivi intagliati.

Nonostante abbia acquisito la statura di un'importante metropoli economica, Sfax è rimasta profondamente attaccata al suo patrimonio e alle sue tradizioni. Lontana dall'essere trascurata dalla vita moderna, come lo sono i vecchi quartieri di alcune città, questa Medina vanta dei souks molto attivi, in cui s'avvicenda una popolazione eterogenea.

... Pagina 2/2 ... Lungo 2 km di mura, alcuni fortini possono offrire delle gradevoli pause: Borj el-Rasas e il suo caffé moro Diwan, dove ci si attarda a gustare un the alla menta, e Borj Ennar, la cui terrazza offre una vista avvincente sui vecchi quartieri e sulla città moderna. Fermatevi davanti al curioso minareto Sidi Amar Kammoun e visitate la Casbah che ospita un piccolo museo d'architettura tunisina.

Amanti delle arti tradizionali - come la musica - la gente di Sfax è famosa per la cucina. Le loro ricette a base di pesce, la loro pasticceria orientale sono un piacere per i buongustai. A Sfax esiste un grazioso Museo d'Arti e Tradizioni Popolari, situato in una bella dimora della Medina: Dar Jellouli. Un esempio affascinante d'architettura tradizionale: patio con una galleria di legno tomito, rivestito di ceramica e con plafoni in legno dipinto, che ospita una collezione d'oggetti antichi (abiti, gioielli, dipinti sotto vetro...).

Fonte: Ufficio Nazionale del Turismo Tunisino


close