Cerca Hotel al miglior prezzo

Carraia (Umbria): il Santuario e i paesaggi del Lago Trasimeno

La bellissima località di Castiglione del Lago, posta sulle rive occidentali del Trasimeno nella provincia di Perugia in Umbria, è fra le punte di diamante dell’area lacustre e dal suo promontorio osserva le distese rigogliose infiorate da canali e sorgenti che manifestano evidenti la copiosità d’acqua immancabile nell’hinterland.

Così come prosperano le risorse idriche, allo stesso modo si distendono calorosamente quei docili rubini che coincidono con le frazioni di Castiglione, pezzi di un puzzle che pervengono a un’idilliaca immagine il cui rapporto natura-abitato beneficia di una sostanziale intoccabilità data dalla preservazione delle zone prossime.

Fra questi purpurei gioielli si “nasconde” Carraia, una delle tante appendici urbane che, però, riserva alcune sberluccicanti sorprese gradite ai flussi turistici, famiglie, coppie e singoli gruppi pronti con macchina fotografica in mano a immortalare il loro viaggio nell’ameno anfratto che il Trasimeno cede e concede.

Il Santuario della Madonna della Carraia

Carraia, in verità, non ha mai amato distinguersi rispetto alle frazioni limitrofe ma è nel suo corredo architettonico che il DNA strutturale pronuncia qualche gene di elevazione, riscontrabile essenzialmente nel Santuario della Madonna della Carraia, ideato nel 1659 a seguito di un evento miracoloso che coinvolse un manipolo di contadini intenti a sfidarsi a bocce di fronte all’effige di una Maestà, colpita da uno di loro come sfogo successivo a un tiro andato male. Il ciglio destro della Madonna, in quel preciso momento, cominciò a sanguinare: nel 1660 si decise, in segno di venerazione, di edificare la chiesa, progettata dall’architetto Guidobaldo Vignaroli tenendo fede allo stile del Bramante.

La realizzazione previde una pianta a croce greca con materiale alternato fra mattoni e pietra. La consacrazione avvenne nel 1661 ma la costruzione era ancora incompleta e solo nel 1690 venne implementata con il campanile a ventaglio, mentre nel 1856 fu la volta della cupola congegnata da Giovanni Caproni da Fontignano. Risale al 1687 l’erezione della casa del cappellano, resa possibile da lasciti e offerte esclusivamente destinati a essa, oggi locale adibito a feste private, riunioni ed eventi di vario genere.

Il Santuario, tuttavia, fino alla metà del Settecento si presentava ancora spoglio di opere, sicché ad adornarla adeguatamente ci pensarono Pietro Speroni nel 1761 con i suoi altari laterali, Pietro da Perugia nel 1792 con il baldacchino sopra il barocco altare maggiore (raffigurante una Madonna che versa lacrime di sangue), Carlo Baiocchi e Alessandro Santi nel 1857 con gli affreschi a decorazione dei pennacchi e della cupola. La meraviglia ecclesiastica ha necessitato di un lungo restauro che l’ha restituita all’ammirazione pubblica nel giugno 2011, più bella di prima. Dal 1740 il santuario custodisce in un’apposita teca dorata la reliquia di San Modesto Martire, un cranio riposto all’interno dell’altare destro che prima di quell’anno si trovava a Roma.

Eventi e manifestazioni

Gli eventi che si celebrano a Carraia sono tutti legati alla presenza del santuario e alla devozione mariana. Fino al 1998 durante l’ultima domenica di agosto si teneva in paese una grande festa popolare, oggi ridotta a due importanti atti, ovvero la solenne processione della statua della Vergine il venerdì e la Santa Messa domenicale. Dal 2011 è tornata in auge una tradizione interrotta negli anni ’60, cioè la recita del rosario tutti i giorni del mese di maggio, dedicato alla celebrazione di Maria Santissima, titolare della chiesa.

Contrariamente a quanto molti pensano, l’operosa cantina "La Carraia", celebre etichetta di alcuni fra i vini IGT più rinomati d’Italia quali il Sangiovese, il Fobiano e il Tizzonero, non ha nulla a che fare con l’omonima frazione. Si trova infatti a Orvieto.

Come arrivare a Carraia

In auto si deve percorrere l’Autostrada A1, uscire a Valdichiana e seguire le indicazioni per Perugia fino a Castiglione del Lago, dove le segnaletiche riportano la frazione di Carraia; la stazione ferroviaria è posta a Castiglione del Lago sulla linea Roma-Firenze, collegata alla frazione da un bus navetta; l’aeroporto di riferimento è il Sant’Egidio di Perugia.

  •  
01 Novembre 2017 Halloween a CinecittÓ World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close