Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Isola del Liri

Isola del Liri (Lazio): le cascate e il suo castello

Pagina 1/2

Non una, ma addirittura due cascate nel centro storico di una cittadina. Sembra incredibile, eppure esiste una località di questo tipo in Italia. È uno dei borghi pù belli del Lazio, in provincia di Frosinone; siamo in piena Ciociaria, a pochi chilometri da Sora e dal confine con l'Abruzzo.
I nome del borgo deriva dalle sue caratteristiche geografiche: il centro storico si trova infatti su un'isola creata dal fiume Liri, che proprio qui si divide in due bracci, i quali si riuniranno qualche centinaio di metri più a sud.

Storia

Il comune si trova a un'altitudine di circa 200 metri s.l.m. ed è abitato oggi da circa 12.000 persone; in passato la località era nota con il nome di Insula Filiorum Petri, prima di essere chiamata Isola di Sora e, dal 1869, con il nome attuale.

A partire dal XIX secolo Isola del Liri ha assunto un ruolo di primaria importanza per la sua attività industriale, soprattutto nel settore della carta: sul territorio si può ancora apprezzare l'edificio dell'antica Cartiera Fibreno-Lefebvre, attualmente in fase di riqualificazione per essere trasformato in un futuro "Museo della Civiltà della Carta e delle Telecomunicazioni".
Contemporaneamente, nell’area dell'ex Cartiera Boimond è in progetto la realizzazione di un acquario d'acqua dolce, mentre le ristrutturazioni delle ex Cartiere Meridionali e dell’ex Lanificio S.Francesco trasformeranno gli edifici che diverranno prossimamente sedi di attività economiche e culturali.

Ben prima dell'arrivo delle fabbriche, la famiglia dei Boncompagni nel 1580 aveva acquistato il Ducato di Sora, aprendo così le porte della cittadina ad un periodo di benessere e di pace. Il locale castello fu scelto come residenza dal Duca: oggi l'edificio, assieme a tanti altri nel territorio costruiti per volere della stessa famiglia, è uno dei maggiori luoghi d'interesse storico.

Cosa vedere a Isola del Liri

Sono ovviamente le cascate la vera attrazione di Isola del Liri: si tratta dell'unica città italiana con tale caratteristica e in quanto tale è celebrata dal punto di vista turistico. La principale, sul braccio orientale del Liri, è conosciuta come Cascata Grande (o Cascata Verticale) ed è un impressionante salto di 27 metri, immortalato da infinite foografie, dipinti e filmati che la ritraggono in tutta la sua potenza di caduta proprio accanto al Castello Boncompagni-Viscogliosi.
Sul versante occidentale, la Cascata del Valcatoio è sicuramente meno spettacolare dell'altra perché le sue acque sono irregimentate e alimentano un impianto idroelettrico. Il dislivello del salto è il medesimo (circa 27 metri), ma segue un'inclinazione del 17%.

... Pagina 2/2 ... Fu chiaramente la forza dell'acqua, già nei secoli scorsi, a favorire la nascita delle industrie, i cui macchinari sfruttavano proprio l'energia prodotta dal flusso idrico; anche per questo esiste un percorso turistico che conduce al Parco Fluviale, dove si passeggia accompagnati dai resti delle antiche macchine della carta.

Il Castello Boncompagni-Viscogliosi si trova in prossimità della biforcazione del Liri; di origine medievale, fu anticamente un baluardo difensivo che doveva proteggere tutta la piana. In un secondo momento entrò a far parte del patrimonio ducale con la famiglia Della Rovere, mentre nel XVI secolo passò ai Boncompagni. Nel Seicento avvenne la definitiva trasformazione da fortezza militare a esclusivo palazzo signorile, con affreschi e ornamenti pregiati che ne cambiarono completamente l'aspetto. Oggi il castello, di proprietà privata e attuale residenza in uso, è visitabile solo in alcuni occasioni particolari (tra cui alcune giornate del FAI) ed è disponibile per matrimoni ed eventi speciali.

In paese esistono anche alcune chiese, come quella di San Lorenzo Martire (XVII secolo), nota per la sua pala d'altare cinquecentesca e per il grande organo, ma anche la chiesa di Santa Maria delle Forme, la chiesa di Sant'Antonio e quella di Santa Maria dei Fiori.

Eventi e manifestazioni

Non solo sagre e processioni: in città si tiene ogni anno dal 1988 il Liri Blues, uno dei più importanti Festival Blues in Italia.
Si svolge attualmente in piazza De' Boncompagni nel mese di luglio (negli anni era stato spostato altrove, ma oggi è tornato nel suo luogo originario) ed è da sempre gratuito. A testimonianza della passione locale per il blues e dell'importanza del festival, dal 1997 Isola del Liri è gemellata con New Orleans.

Come arrivare a Isola del Liri

Isola del Liri è servita anche dal treno, che percorre la linea ferroviaria del Liri, che congiunge Avezzano (L'Aquila) a Roccasecca (Frosinone).
La linea, non elettrificata, ha subìto negli anni diverse chiusure e sostituzioni del servizio con gli autobus, per cui occorre verificare la situazione prima di mettersi in viaggio.
L'auto è però probabilmente il mezzo più comodo per raggiungere il borgo laziale; le principali città nelle vicinanze sono Sora (7 km sulla SR82) e Frosinone, che dista 22 km sulla SR214.
loading...
27 Giugno 2017 Lago di Lecco, cosa visitare tra spiagge ...

Il Lago di Como, oltre ad essere uno dei più grandi d'Italia, ...

NOVITA' close