Cerca Hotel al miglior prezzo

Buonconvento (Siena), week end nel borgo medievale toscano

Pagina 1/2

Non a caso il nome deriva dal latino “bonus conventus”, cioè luogo felice, comunità fortunata. E se si aggiunge che recentemente è stato inserito nel Club dei Borghi più belli d’Italia la tentazione diventa quasi irresistibile: viene voglia di partire alla volta della Toscana per fermarsi in provincia di Siena, nel cuore della Valle dell’Ombrone, alla scoperta di Buonconvento.

Situato alla confluenza del fiume Arbia nell’Ombrone, popolato da circa 3 mila abitanti e inserito nel Circondario delle Crete Senesi insieme ad altri quattro comuni, Buonconvento è un centro incantevole di origine medievale che si regge prevalentemente sull’agricoltura, in particolare sulla coltivazione della vite, ma in maniera sempre più forte anche sul commercio e il turismo.

Ad attirare i turisti, oltre al paesaggio verdeggiante e idilliaco che abbraccia l’abitato, ci sono numerose bellezze di grande valore storico, architettonico e artistico, a partire dalla massiccia cinta muraria trecentesca che testimonia il gusto delle antiche costruzioni senesi, e un tempo racchiudeva al suo interno tutte le case del borgo. Non c’erano aperture nella fortificazione, ad eccezione di due porte con infissi di legno e robuste ferrature: Porta Senese era l’ingresso sul lato nord, verso Siena, mentre Porta Romana guardava a sud, ma venne distrutta dai tedeschi in ritirata nel 1944.

Il borgo ha mantenuto per molti secoli il suo aspetto originario, ma nel corso dell’Ottocento ha conosciuto una spiccata evoluzione grazie alla costruzione di nuovi edifici a ridosso delle mura, tra cui il bel Teatro dei Risorti. All’interno delle mura il cuore di Buonconvento è tagliato in due parti da via Soncini, strada principale intitolata a un’antica famiglia del luogo, su cui si affacciano i palazzi del potere.

Come il Palazzo Podestarile, con la torre trecentesca a pianta rettangolare e gli archi gotici che agghindano la facciata, arricchita da ben 25 stemmi di pietra corrispondenti ad altrettanti podestà. Poco lontano c’è il Palazzo Comunale, con l’elegante facciata in mattoni, e ancora il Palazzo Taja, realizzato sempre in mattoni nella seconda metà del XVIII secolo per volere di una famiglia nobile cittadina. Completano la rassegna Palazzo Borghesi, del XIV secolo, tutto agghindato di stemmi, e il Palazzo del Glorione, appartenuto in passato allo Spedale di Santa Maria della Scala, oggi sede del Museo della Confraternita della Misericordia.
... Pagina 2/2 ...
Tra gli edifici di culto spicca la chiesa dei Santi Pietro e Paolo, dove morì nel 1313 l’imperatore Arrigo VII e in cui erano collocate opere d’arte pregevoli, ad esempio di Duccio di Boninsegna, oggi raccolte nel Museo d’Arte Sacra della Val d’Arbia, allestito all’interno dell’ottocentesco palazzo Ricci-Socini. La zona più caratteristica del borgo è lo scorcio detto “chiasso buio”, con una parte della strada a selciato medievale, e infine si possono ammirare numerosi edifici in stile Liberty come il già citato palazzo Ricci-Socini, il palazzo Farnetani, il palazzo Ricci e la palazzina Sensi.

Da impeccabile borgo medievale quale è, immerso nella tradizione e animato di leggende appassionanti, Buonconvento offre ai visitatori numerose occasioni di divertimento in cui si ripropongono gli usi più rappresentativi della cittadina. In ogni periodo dell’anno si svolgono in paese feste e manifestazioni di ogni tipo: molto sentiti sono i festeggiamenti del carnevale, con i carri allegorici coloratissimi, della Pasqua con la mostra antiquaria, e del Venerdì Santo. In luglio si può assistere alla tradizionale trebbiatura sotto le mura, mentre in settembre ci sono la Sagra della Val d’Arbia e l’allestimento, nella frazione di Bibbiano, del cosiddetto Villaggio della Birra.

A incorniciare il tutto c’è un clima sempre piacevole, caratterizzato da inverni miti ed estati calde, tante ore di sole e precipitazioni moderate concentrate nella stagione autunnale e invernale. Le temperature medie di gennaio, il mese più freddo, vanno da una minima di 2°C a una massima di 9°C, mentre in luglio e agosto si passa dai 17°C ai 30°C. Le precipitazioni toccano i valori massimi tra ottobre e dicembre, quando piove mediamente per 9 giorni al mese.

Per raggiungere Buonconvento si può scegliere tra diverse possibilità. Chi viaggia in auto e viene da nord deve percorrere l’autostrada A1, uscire a Firenze Certosa, prendere la superstrada Firenze-Siena e uscire a Siena Sud, quindi continuare lungo la vecchia Cassia SS2 seguendo le indicazioni fino a Buonconvento. Se si arriva da sud si deve uscire, dall’autostrada A1, all’altezza di Sinalunga o Chianciano, seguire le indicazioni per Pienza e continuare verso San Quirico d’Orcia finché non si incontrano le indicazione per Buonconvento. Il paese è anche servito dalle linee ferroviarie Orbetello-Grosseto-Buonvonvento-Siena, e dal piccolo aeroporto senese di Apugnano o dai vicini aeroporti internazionali di Pisa e Firenze.
loading...
close