Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Marina di Marittima

Marina di Marittima (Puglia): l'insenatura di Acquaviva e le spiagge

Pagina 1/2

Egualmente al suo corredo architettonico, al grazioso borgo dell’entroterra e all’orgoglio pugliese che lo contraddistingue, il paese di Marittima – frazione del comune di Diso – sfoggia petto in fuori il suo prolungamento sul mare, ovvero Marina di Marittima, una vera perla del Salento che in estate fa proverbialmente furore fra i turisti provenienti da tutta Italia (con gruppi di nicchia esteri).

E’ dunque questa un’autentica località balneare che fa della ricchezza naturalistica il suo principale punto di forza: si sa, la lunga riviera salentina è splendida e il tratto in questione non fa certo eccezione, anzi contribuisce sensibilmente alla fulgida nomea della costa pervadente il Tacco d’Italia tutt’intorno a Lecce, l’ammiraglia del Salento per eccellenza.

Avvicinandosi alla località, subito si scorge la mitica Torre Lupo, una delle cinque che in zona testimoniano chiaramente l’epoca delle fortificazioni costiere volute a creazione di un sistema difensivo necessario a contrastare le incursioni dei Turchi prima e dei pirati saraceni poi, fautori in passato di scorrerie violente, saccheggi irruenti e distruzioni repentine che devastarono, più di altri, alcuni comuni del litorale, in seguito ricostruiti e riorganizzati.

Il mare e le spiagge

A colpire in primis è lo stupendo paesaggio ch’è un caleidoscopio di colori confluenti in una tela animata dove cielo e acqua impongono le loro trasparenze azzurre e tersi sorrisi come non se ne sono mai visti nel Meridione. La volta celeste si specchia sul mare e sui muri bianchi delle case rurali che accentuano la rusticità di un territorio nel quale, un tempo, vivevano pescatori e contadini. Molti di loro sono ormai ultracentenari, un dato evinto da una situazione demografica conseguente all’emigrazione massiccia dei giovani in cerca di un lavoro localmente inesistente, giovani che allora hanno lasciato spazio libero agli anziani de luogo, distribuiti fra Marittima e la Marina, longevi e sempre arzilli.

Insenatura di Acquaviva

Seppur la costa si presenti per la maggior parte scandita da scogliere e zone impervie, Marina di Marittima ha i suoi angoli di paradiso accessibili, molti dei quali ancora poco conosciuti fuorché dagli autoctoni, che si tengono gelosamente strette spiagge incantevoli, grotte fresche e calette suggestive ove la balneazione è possibile. Lecito in tal sede svelare l’ammiccante caletta di Acquaviva, un fantastico anfratto che occorre cercare in quanto dalla litoranea proprio non si vede, restando ben nascosta e occultata fra Castro e Marina di Marittima. L’area prevede un esiguo parcheggio auto, collegato alla spiaggia dal Canale del Bosco percorribile a piedi in discesa. Lo spettacolo che si aprirà dinnanzi ai vostri occhi ha dell’onirico: una meraviglia di sfumature e luccichii v’investirà sradicando ogni atarassia emotiva e sollecitando qualunque eccitazione recondita.

... Pagina 2/2 ... Una visione mozzafiato fomentata da rocce bagnate dal mare (occhio, non c’è sabbia ma è comunque comodo entrare in acqua per una nuotata da brivido, dato che in alcuni punti la temperatura è bassa per la presenza di una fonte sorgiva) e fondali che digradano dolcemente. Non dimentichiamo, tuttavia, che la costa accoglie molteplici insenature a misura di famiglia, dall’Arenosa a Chianca Liscia, Bocca d’Inferno e Porticelli.

Negli anni, Marina di Marittima si è preparata doverosamente per tener testa a flussi turistici cospicui, sicché ha saputo incrementare non poco il potenziale di ricettività costruendo un pingue stuolo di hotel, alberghi e B&B capaci di rendere un soggiorno in zona indimenticabile. Così si spiega l’ottenimento di ben 4 Vele conferite a questa striscia di terra da Legambiente, pronta a valutare ogni anno il paesaggio ma anche i servizi e le strutture.

Come arrivare a Marina di Marittima

Marina di Marittima si raggiunge in auto tramite la SS 16 Adriatica che costeggia tutto il litorale diramando poi nelle SP 363, 81, 82 e 83 qualora ci si debba inoltrare nell’entroterra; la stazione ferroviaria più prossima è a Spongano ed è gestita dalle Ferrovie del Sud Est, mentre la FS si trova a Lecce; molto comodo l’Aeroporto Internazionale del Salento a Brindisi.


loading...
close