Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Sistiana

Sistiana e la sua baia: vacanza tra mare e pineta nel Friuli

Pagina 1/2

La linea costiera dell’Adriatico settentrionale, in provincia di Trieste, è un disegno spigoloso di rocce calcaree e scogliere a picco, dove il grigio chiaro dell’altopiano carsico contrasta con i blu intensi dei flutti. A interrompere la durezza del paesaggio, regalando una pennellata mediterranea al paesaggio, ci sono i ciuffi gialli delle ginestre, che come soli si dispongono a illuminare il litorale. Qui si inserisce Sistiana, frazione del comune di Duino-Aurisina, cittadina suggestiva che apre una breccia nella roccia e lascia entrare il mare in un territorio variegato, ricco di tesori culturali ed artistici.

La cittadina in provincia di Trieste si sviluppa su più livelli: la zona più elevata e panoramica è a 70 metri s.l.m., ma alcune strade scivolano verso il basso e si arrestano sulla costa, dove si posiziona il suggestivo porticciolo e si apre la Baia di Sistiana. Protagonista di fatti vivaci nel Cinquecento, quando la zona fece da scenario ad alcune controversie tra i signori di Duino e il Comune triestino, Sistiana decollò come meta turistica nell’Ottocento, quando la costruzione di alberghi lussuosi e strutture accoglienti diede alla luce una delle località balneari più rinomate della Venezia-Giulia Asburgica. Utilizzata come sede della marina austro-ungarica durante la prima guerra mondiale, base di sommergibili tedeschi nel corso della seconda, la cittadina è oggi un piccolo paradiso di sole e relax.

Sistiana è oggi la frazione più popolosa del comune, e offre ai visitatori una delle spiagge più accoglienti e curate del litorale triestino: una collana prestigiosa di stabilimenti balneari, l’uno accanto all’altro, non guasta minimamente la grazia del paesaggio, che mostra orgoglioso il suo porticciolo grazioso e la tranquilla pineta. Tanti ristorantini in riva al mare offrono pesce fresco di ottima qualità, i chioschi di bibite sono perfetti per chi vuole ristorarsi nelle giornate assolate e i mercatini gremiscono le strade subito oltre la spiaggia, colorando la città e portando allegria.

Dominato dalla sagoma dell’altopiano carsico, dietro all’abitato, il paese gode di una natura sublime, con una tavolozza di colori contrastanti e luminosi. La tradizione contadina e i ricordi dei secoli passati incontrano la spinta verso la modernità, dando luogo a un paradiso di relax e divertimento, cultura e natura: di giorno, nella bella stagione, oltre alla vita da spiaggia ci si può dedicare alle passeggiate, ai percorsi in bici o a cavallo lungo i sentieri dell’entroterra, e il Parco Caravella è lo scenario ideale per chi vuole fare un bagno, abbronzarsi e svagarsi.

... Pagina 2/2 ...Chi non rinuncia all’itinerario culturale può ammirare, poco lontano da Sistiana, i castelli di Miramare e di Duino, abbracciati da una vegetazione folta che fruscia al vento, abbarbicati alle rocce che si sporgono sull’impeto dell’Adriatico. Nel cuore della frazione c’è anche il Borgo San Mauro, interessante agglomerato di casupole nato negli anni Cinquanta e Sessanta per ospitare i profughi istriani.

Per quanto le architetture siano interessanti, nessuna di queste può competere con la magnificenza della Grotta Gigante, la cavità sotterranea più grande del mondo, tanto ampia da poter contenere la Basilica di San Pietro. Il territorio, a dire il vero, è costellato di grotte simili, ma questa è certamente la più spettacolare: scoperta da Anton Frederick Linder nel 1840, mentre cercava il corso sotterraneo del fiume Timavo, la caverna venne studiata dagli speleologi nel 1897 e a partire dal 1908 venne aperta ai turisti per volere del Club dei Touristi Triestini. Nel 1957 fu dotata di illuminazione elettrica, in modo da poterla ammirare in tutta la sua grandiosità. Nell’unica gigantesca cavità, alta 107 metri, lunga 280 e larga 65, convergono tante gallerie minori, testimonianza di un’antica rete fluviale.

Ma Sistiana è anche vivacità, tradizione, voglia di divertire e di stupire i visitatori, con un calendario ricco di eventi da non perdere: in estate ci sono le romantiche serate sotto le stelle, e nella seconda metà di giugno si fa il tradizionale Falò di San Giovanni. Dalla fine di maggio all’inizio di giugno si svolge la rassegna Duino in festa e all’inizio di aprile c’è la Primavera al Castello di Duino. A rendere il tutto ancora più piacevole c’è un clima dolce, con inverni miti grazie alla vicinanza del mare e estati calde ma gradevoli, non torride. I valori medi di gennaio, il mese più freddo, oscillano tra una minima di 3°C e una massima di 7°C, mentre in luglio si va dai 20°C ai 28°C. Le precipitazioni si concentrano tra la fine dell’estate e l’autunno, quando cadono più di 100 mm di pioggia al mese.

Per raggiungere Sistiana dall’Italia avete diverse possibilità. Se viaggiate in auto potete percorrere l’autostrada A4 Venezia-Trieste, si supera la barriera di Trieste-Lisert e si continua sull’autostrada fino all’uscita di Trieste-Sistiana. Usciti dall’autostrada si seguono le indicazioni fino a destinazione. Chi viene da Trieste deve prendere la SS14 in direzione Monfalcone-Venezia e continuare sulla strada costiera per circa 15 km. Se preferite il treno c’è la vicina stazione di Visogliano, mentre l’aeroporto dei Ronchi Legionari è ad appena 20 km.
01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close