Cerca Hotel al miglior prezzo

Passirano (Lombardia): il castello e la visita della cittadina in Franciacorta

Passirano, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Fra gli aneddoti storici che Passirano si porta nello zaino ce n’è uno legato all’abitato che fu: è infatti noto che in passato il centro urbano era sottomesso a una suddivisione che ne demarcava due villaggi quasi distinti, Passirano di sera e Passirano di mattina, con il primo ulteriormente suddiviso in di sopra e di sotto, il secondo recante la distinzione fra superiore e inferiore. Oggi l’amministrazione territoriale ha escluso queste sub zone accorpando tutto in un unico comune di ca. 7.000 abitanti che s’ubica in provincia di Brescia, nella Lombardia nobilitata dall’area a interesse enologico della Franciacorta.

Storia ed origine del nome

Il paese ascrive la sua nascita al Medioevo e il suo nome si evinse da quello della famiglia Passirani, tenutaria di non uno ma più feudi aventi esplicite funzioni di castrum. Allora la duplicità abitativa di Passirano era quanto mai evidente, per questo esattamente a metà strada venne eretto il Santuario di San Rocco, un luogo di culto che nel ‘400 riusciva bene o male ad accontentare entrambe le popolazioni “di sera” e “di mattina”. La tanto agognata fusione fra le due identità comunali si concretizzò nel XIX secolo e a suggello dell’avvenimento venne istituita la Parrocchiale di San Zenone, che vanta internamente validi dipinti del pittore Antonio Guadagnini.

Il Castello di Passirano e cosa vedere

Oggi il castello che nel 1100 apparteneva a Passirano di sera resta autorevolmente una testimonianza del passato storico, è tutelato dalla sua condizione di proprietà privata e conserva l’antico fossato, la simbolica Torre della Specola fino al Settecento osservatorio astronomico e le altre torri quadrate. In prossimità del maniero vedono la luce Villa Frassati e Villa La Tesea, settecentesca la prima, cinquecentesca la seconda.

Tutt’intorno Passirano fanno cerchio a espandersi numerose contrade, frazioni e località il cui interesse spazia dall’architettonico al naturalistico, dal turistico al gastronomico: non potrebbe essere altrimenti, dato che sono tutti pezzi di un puzzle caratterizzante la rinomata Strada del Vino Franciacorta lungo la quale sorgono enoteche, cantine e presidi dedicati al nettare di Bacco, Franciacorta DOC in particolar modo.

Eventi, sagre e manifestazioni

A organizzare un bel tour pensa la rassegna Millesimart, che a maggio mette in comunicazione l’inebriante qualità del vino e il raggiante potenziale dell’arte espressa nelle sue eclatanti forme e generi.

Le manifestazioni più famose e partecipate rimangono Camignonissima, una otto giorni di divertimento intrecciato alla musica e alla gastronomia di pregio nel mese di luglio nella frazione di Camignone, e la Sagra Paesana nei primi giorni di settembre.

Nel 2018 si è svolta a Passirano la prima prova d’Enduro degli Assoluti d’Italia, segnando positivamente la prima tappa della competizione motociclistica.

Come arrivare

Dall’Autostrada A4 in direzione di Milano uscire a Ospitaletto e proseguire per Passirano; il paese è dotato di stazione ferroviaria propria; l’aeroporto di Brescia è il più vicino poiché distante 30 km, ma ci si può avvalere anche dell’Orio al Serio di Bergamo, solo 37 km dalla località.

  •  

News più lette