Cerca Hotel al miglior prezzo

Carrega Ligure (Piemonte): il piccolo villaggio in provincia di Alessandria

Carrega Ligure, guida alla visita: cosa fare e cosa vedere tra le sue attrazioni. Carrega Ligure dove si trova? Cosa visitare nei dintorni, come arrivare e il meteo.

Un comune di soli 84 abitanti fa inaspettatamente notizia non per la sua estensione ma per una serie di bizzarre particolarità piuttosto eclatanti. Il borgo in questione è Carrega Ligure, posto all’estremo sud del Piemonte in provincia di Alessandria, là dove già si respira l’aria della confinante Liguria, con la quale il paese ha molte affinità avendo in fondo attinto quasi per intero al bagaglio culturale costruito sul dialetto, le tradizioni e i costumi.

Borghi fantasma e ghost town

Questa località accorpa circa venti aggregati sub comunali, molti dei quali costantemente abitati, altri solo occasionalmente, tre (Reneuzzi, Casoni e il borgo vecchio di Connio) addirittura abbandonati in conseguenza al boom industriale degli anni ’50 e ’60 del Novecento. Sono mete che fanno parte dei classici tour di borghi abbandonati in Piemonte.
In realtà la stessa Carrega ha dovuto subire un consistente spopolamento già a partire dal tardo ‘800, un fenomeno connaturato all’emigrazione dei cittadini verso l’America. Il triste lascito parla di case, edifici e cascine abbandonate alla fatiscenza poiché inabitate, eppure ecco emergere proprio in tal frangente una delle peculiarità che contraddistinguono già da diverso tempo il borgo: tutte queste costruzioni ora sono state messe in vendita a 1 euro. Non una provocazione, s’intenda, bensì un modo di rilanciare l’interesse verso Carrega e in parallelo un turismo di ritorno incentivato non poco dall’allettante occasione. Una proprietà per 1 euro non è certo cosa di tutti i giorni ma è realtà. La speranza è quella di veder rivivere in tutto il loro splendore dei ruderi forse destinati a una gloriosa resurrezione.

Cosa vedere a Carrega Ligure

Nel centro storico, a ogni modo, qualche pregio architettonico si vede eccome, ad esempio la Chiesa di San Giuliano di Beauvais (al Santo Titolare è dedicata ogni anno una Festa Patronale molto coinvolgente e allegra), il cui impianto a triplice navata condensa parecchi stucchi interessanti realizzati dal XIII secolo a oggi. Il luogo di culto anticipa per datazione l’insorgere del Castello dei Malaspina Fieschi Doria, che sopravvive solo per merito di quanto rimasto, la torre rotonda circondata da una cinta muraria con camminamento.

Si capisce allora come Carrega fu in passato un feudo di transizione che dopo l’abolizione del regime feudale rimase avvolto dall’anonimato fino agli anni duri e violenti della Resistenza Italiana. In quel preciso periodo correlato al concludersi della Seconda Guerra Mondiale si registrarono nel territorio comunale continui andirivieni di brigate partigiane, contrastati dalla tedesca Divisione Turkestan attraverso truci rastrellamenti, ruberie e angherie di vario tipo perpetrate ai danni della popolazione. Carrega Ligure è sempre stato abitato da gente semplice e lavoratori della terra, allevatori e artigiani, e tutto il loro viatico pluriennale è ampiamente documentato nel Museo della Cultura Popolare dell’Alta Val Borbera, contenitore di 500 attrezzi, mobili e altri strumenti.

Nei dintorni del paese la natura, i boschi e i versanti montani generano un forte desiderio di escursione e in effetti sovente vengono organizzate gite a cavallo, a piedi o in bicicletta, divagazioni che includono tappe allettanti in alcune delle maggiori strutture ricettive, nominiamo l’Agriturismo Crosetti e l’Agriturismo Capanne di Carrega, ricettacoli di buon vino, ottima cucina e chicche gastronomiche.

Come arrivare a Carrega Ligure

Carrega Ligure dista quasi 60 km da Genova e dunque è la medesima la distanza dal mare, cosicché dalla città portuale si prenda l’Autostrada A7, uscire poi a Vignole Borbera, imboccare la SP 140 verso Cosola/Borghetto Lodigiano e procedere lungo la SP 140 fino a destinazione; Carrega non ha una stazione ferroviaria per cui non è raggiungibile in treno ma soltanto tramite autolinee extraurbane in partenza da Alessandria o Genova, il cui aeroporto è quello di riferimento.

  •  

News più lette

17 Novembre 2019 I Presepi di sabbia a Jesolo

A Jesolo, la più famosa tra le località balneari del Veneto, ...

NOVITA' close