Cerca Hotel al miglior prezzo

San Zeno di Montagna: la cittą, il lago e il Park Jungle Adventure

Pagina 1/2

La montagna è ovunque, in questo paesino veneto di 1400 abitanti: è imponente all’orizzonte, ben visibile dai pascoli ma anche da ogni angolo del borgo, mentre si passeggia nelle piazzette miti dell’abitato; è nella storia dei suoi primi abitanti, che trovarono riparo tra questi colossi rocciosi; è nella sostanziosa cucina locale, con i suoi sapori decisi e i suoi profumi di sottobosco. Ed è anche nel nome: San Zeno di Montagna, in provincia di Verona, è un’oasi di pace immersa nel verde, proiettata verso il cielo e protesa sul Lago di Garda.

In estate o in inverno, non mancano mai i visitatori che scelgono San Zeno come meta delle proprie vacanze: la villeggiatura estiva è piacevole e ristoratrice, grazie al vicino lago con le sue spiaggette, al clima dolce, alle lunghe passeggiate che si possono assaporare in paese e attraverso il paesaggio circostante. Nella bella stagione il verde dei prati è agghindato dalle orchidee, e i boschi di castagni secolari agitano al vento le loro chiome folte, ombreggiando i sentieri montani, perfetti per il trekking, le escursioni in mountain bike e le gite a cavallo. In inverno invece, quando la neve glassa le vette più alte, ci si sposta a Prada-Costabella per vivere l’adrenalina dello sci e dello snowboard.

A favorire la vita all’aria aperta ci pensa il clima gradevole di San Zeno di Montagna, caratterizzato da inverni frizzanti, non rigidissimi ma freddi quanto basta per avere delle belle piste innevate, e estati fresche e ventilate. Infatti le temperature medie di gennaio, il mese più freddo, vanno da una minima di -2°C a una massima di 5°C, mentre in luglio e agosto si passa dai 18°C ai 29°C. Le precipitazioni, distribuite in maniera piuttosto uniforme nell’arco dell’anno, variano mediamente tra i 55 e i 90 mm di pioggia mensili.

Ma San Zeno di Montagna non è solo natura, passeggiate e relax in riva al lago: nel centro si possono scoprire testimonianze storico-artistiche di grande interesse, che vale la pena di visitare con curiosità. Sono numerose le chiese, come quella Cinquecentesca di San Bartolomeo e quella Secentesca della Madonna della Neve, tra cui spicca la chiesa di San Zeno del XVIII secolo. La parrocchiale dedicata a San Zeno venne progettata dall’architetto Alessandro Paduzzi e racchiude alcuni altari di prezioso marmo e diverse tele pittoriche interessanti, oltre agli affreschi che decorano le volte del soffitto. Bella la statua della ‘Madonna della Cintura’, il nuovo imponente altare, le vetrate e la possente torre campanaria del 1788.

... Pagina 2/2 ... Tra le architetture militari vale la pena di vedere il Forte di Naiole, utilizzato, seppur in misura limitata, dall’esercito italiano nel corso della Prima Guerra Mondiale. Edificato nel 1913, collocato a 1675 metri di altitudine, il massiccio complesso venne sfruttato anche nel secondo conflitto, infatti, nel periodo della Resistenza, qui si formò la brigata d’assalto garibaldina ‘Vittorio Avesani’ e tuttora, in memoria dei caduti, si vede un cippo celebrativo. A partire dal 1998 è sede della Legambiente di Verona.

Se ancora si ha voglia di passeggiare all’aperto si può visitare il parco di contrada Cà Schena, con le grandi fontane in pietra rossa in cui un tempo le donne di San Zeno si recavano a fare il bucato, mentre gli avventurosi possono scoprire il nuovo Parco Avventura di San Zeno di Montagna (Park Jungle Adventure), con i suoi percorsi appassionanti di difficoltà diverse, adatto ai bambini, ai ragazzi e a chi non è più giovanissimo ma ha ancora voglia di sentirsi un esploratore.

Per il relax e i piaceri della tavola si può invece prender parte alle manifestazioni che vengono organizzate nell’arco dell’anno in paese, come l’attesissima Festa delle Castagne, che si ripete sin dagli anni Venti tra la fine di ottobre e l’inizio di novembre. Per l’occasione è possibile degustare piatti deliziosi rigorosamente a base di castagne, si possono comprare i marroni di San Zeno direttamente dai produttori, e si può partecipare al pittoresco palio delle contrade, una sfida tra le contrade del borgo a colpi di ricette. Un altro appuntamento imperdibile è la Fiera di San Michele, di origini molto antiche, riproposta ogni anno il 29 di settembre in località Prada Bassa.

Per raggiungere San Zeno di Montagna si può scegliere tra diverse possibilità: chi viaggia in auto può percorrere l’autostrada A22 del Brennero e uscire ad Affi, oppure servirsi della A4 Serenissima e uscire a Peschiera. Le stazioni ferroviarie più vicine sono quelle di Domegliara e di Verona, mentre l’aeroporto più vicino è quello di Verona Villafranca, a circa 30 km.
01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close