Cerca Hotel al miglior prezzo

Costermano (Veneto), il lago di Garda e i suoi sette colli

Pagina 1/2

A metà strada tra l’azzurro del Lago di Garda e le sagome imponenti delle montagne, nella verdeggiante provincia di Verona, sorge il paese di Costermano, località veneta di quasi 4 mila abitanti situata a nord ovest del capoluogo. Punto di incrocio tra importanti vie di comunicazione, che conducono al medio Lago di Garda e verso il Monte Baldo, Costermano ha un tratto in comune con Roma: come la Città Eterna, infatti, sorge su sette colli, che si chiamano Castello, Montegolo, Are di Sopra, Le Guardie, Boffenigo, Murlongo e Baesse.

Su queste sette alture dolci, le cui curve sinuose si riflettono elegantemente sullo specchio d’acqua, il comune distribuisce le sue tre frazioni: Castion, Marciaga e Albaré, che un tempo erano mete rinomate di villeggiatura per le famiglie nobili della zona, e venivano scelte come scenario per palazzi raffinati.

Uno di questi edifici, tuttora uno dei gioielli architettonici di Costermano, è la villa Pellegrini in località Castion, che spesso durante la stagione estiva diventa sede di concerti, spettacoli e rassegne culturali. Edificata alla fine del Settecento, su disegno del famoso architetto Ignazio Pellegrini, testimonia agli occhi dei visitatori di oggi uno dei periodi d’oro del tardo illuminismo veronese. La struttura originaria della villa, a dire il vero, risale al XV secolo, e le sale interne sono in uno stile barocco sontuoso, decorate con affreschi che rappresentano scene agresti, tra cui spicca un bel dipinto di Francesco Morone.

Non sono pochi i personaggi noti, storici o contemporanei, che hanno scelto questa struttura elegante come luogo di soggiorno, o che l’hanno conosciuta anche solo per un breve periodo: Napoleone risedette qui in occasione della Battaglia di Rivoli, mentre Luigi Einaudi e sua moglie avevano l’abitudine di fermarvisi durante le loro visite a Verona. Oltre alle sale interne la villa dispone di uno splendido giardino, anch’esso utilizzato per eventi di vario tipo, affacciato verso uno splendido panorama che spazia dal Lago di Garda alla mole del Monte Baldo.

Per chi ama il contatto con la natura e non disdegna un po’ di attività fisica, Costermano mette a disposizione un’infinità di percorsi e sentieri, di diverse difficoltà, che si snodano lungo le sponde, sulle pendici dei monti, tra i pascoli e i boschi. Tra gli itinerari più appassionanti, e allo stesso tempo non molto difficili, c’è quello che costeggia il lago seguendo l’intero Golfo di Garda, dalla Rocca sino a San Vigilio. Ma non sono da meno altri percorsi che vanno alla Rocca, sul Monte Luppia e nella lussureggiante Val dei Molini, compresa tra Garda e Costermano, che offre un piacevole percorso salute.
... Pagina 2/2 ...
Dopo tanto passeggiare arriva il momento di ristorarsi, dando soddisfazione ai piaceri del palato e alla voglia di divertimento. Non c’è occasione migliore delle manifestazioni e delle feste che vengono periodicamente organizzate a Costermano, come la celebre Magnalonga, una lunga passeggiata enogastronomica accompagnata da intrattenimento musicale, che si snoda lungo i sentieri e tra una villa e l’altra del comune, la terza domenica di settembre. Alla fine d’agosto, invece, c’è la festa religiosa in onore del Cuore Immacolato di Maria, con un aspetto "profano" incentrato sulle specialità culinarie a base di anatra. Nella frazione di Castion Veronese ci sono il Giugno del Cacciatore e la Festa dei Tordi, mentre a Marciaga c’è la festa dell’ospite l’ultimo fine settimana di luglio, e la festa dei biscotti nel mese di novembre.

Info utili: come arrivare a Costermano e il meteo

Per raggiungere Costermano si può scegliere tra diverse possibilità. Chi viaggia in auto deve percorrere l’autostrada A22 del Brennero, uscire ad Affi e continuare seguendo i cartelli fino alla meta, mentre l’aeroporto più vicino è quello di Verona, a soli 36 km di distanza.

Giunti a destinazione verrete accolti da un clima piuttosto piacevole, mitigato dall’influsso del lago, con inverni freddi ma non rigidissimi e estati abbastanza fresche. In gennaio, il mese più freddo, le temperature medie vanno da una minima di -2°C a una massima di 5°C, mentre in luglio e agosto si passa dai 18°C ai 29°C. Le precipitazioni si distribuiscono in maniera uniforme nell’arco dell’anno, oscillando mediamente tra i 50 e gli 80 mm di pioggia al mese.
loading...
close