Cerca Hotel al miglior prezzo

Bernalda (Matera): Castello Normanno e visita del centro

Bernalda, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

La lucana Bernalda sorge in provincia di Matera entro un territorio molto particolare morfologicamente, frastagliato in relazione a porzioni pianeggianti ma interrotte da altipiani e colline su cui molti Comuni dell’area si abbarbicano.

Il contesto urbano della località lambisce per tale motivo l’imperfezione dovuta a un’ibrida ubicazione ch’è allo stesso tempo la caratteristica più sensibile e affascinante.

Storia

Discreta polis in era tardo achea, Bernalda vantava in epoca normanna il nome Camarda. L’attuale denominazione si evinse a seguito della concessione regia nel 1497 del feudo a Bernardino de Bernaudo che, in conseguenza della distruzione del suo dominio perpetrata da un’invasione francese, decise di rifondare il borgo ma ripromettendosi di difenderlo con adeguate mura di contenimento, cosa che effettivamente fece esercitando un maggiore controllo sul possedimento e puntando altresì a un veloce popolamento dell’abitato, costituito in massima parte da agricoltori, contadini e pastori di umile origine ed estrazione sociale.

Sotto la dominazione spagnola dei baroni Perez Navarrete, il numero di residenti crebbe fino a 2.500 elementi e proprio nel corso del ‘700 Bernalda si guadagnò l’ambito titolo di “Città”, raccogliendo tutta una serie di abitazioni ancora molto rurali, le tradizionali Cannizzate con tetto a due falde e impianto a travi di legno, e le Lammiate, con tetti a volta ricoperti da laterizi.

Tendevano a distinguersi nettamente da esse le Palazziate, residenze più grandi e signorili, appannaggio della classe benestante: sopravvivono oggi Palazzo “Ammicche” un tempo dei Tancredi, Palazzo Fischetti (in prossimità della Chiesa dell’Immacolata Concezione, rinominata Cappella Fischetti per la vicinanza all’edificio nobiliare). Nell’Ottocento la popolazione crebbe ancora, raggiungendo i 3.200 componenti abili a commerciare e a mantenersi con la massiccia introduzione della caccia e della pesca, tenendo comunque sempre fede alla vocazione agro-pastorale.

Il turismo venne incrementato a partire dal 1933, quando la frazione di Metaponto – rinomato centro balneare e sito archeologico di rilievo - entrò ufficialmente a far parte del territorio comunale in un periodo nel quale il fenomeno dell’emigrazione causa mancanza di lavoro stava rischiando di compromettere le sorti di Bernalda, che seppe rialzare la testa, evitare il depauperamento popolare e rilanciarsi nel panorama italiano.

Il Castello di Bernalda

Oggi il corredo architettonico è riuscito a conservare palese traccia del Castello di rimando normanno, ricostruito più volte fino all’attuale veste con forma quadrangolare e tre bastioni angolari tondeggianti, perdurante dal ‘400. Anche se attualmente non visitabile possiede un indubbio fascino.

Cosa vedere nel centro storico

Le costruzioni civili contornano molteplici piazze, attorno alle quali allo stesso modo s’inseriscono i luoghi di culto, come la Chiesa del Carmine, molto antica ma rifatta e implementata con arredi interni e un bel Crocifisso ligneo seicentesco.

La Chiesa Madre trova i suoi natali nel 1530 e le allora esigue dimensioni (proporzionate al ridotto numero di autoctoni) sono state rivoluzionate, ampliate e ammodernate. Il Convento di Sant’Antonio da Padova include l’omonima chiesa, anch’essa provvista di un Crocifisso ma di fattura ottocentesca.

Oltre a queste importanti carte da giocare sul piano turistico, Bernalda ha altri esuberanti assi nella manica, non ultimo quello che rievoca la Bandiera Blu ottenuta nel 2006 per il mare della sua costa.

Che dire poi del Palazzo Margherita, divenuto hotel a 5 stelle? Ebbene, esso è di proprietà del celebre regista americano Francis Ford Coppola, che ha presenziato là alle nozze della figlia Sofia. Sia lei che il padre, e così anche gli attori hollywoodiani Nicolas Cage e Talia Shire, hanno origini italiane perché i nonni erano proprio di Bernalda.

Infine se capitate a Bernalda durante una delle sue torride ed assolate estati, recatevi in Contrada Mercuragno, direzione Metaponto, per ricevere un pò di refrigerio: qui si trova l'Acquazzurra Park, un parco divertimenti acquatici ideale per famiglie con bambini ma anche per chi cerca un pò di adrenalina sugli scivoli.

Come arrivare a Bernalda

Da Matera prendere la SS 7 Appia verso la SS 407 Basentana, svoltare poi allo svincolo per la SS 106 Jonica e proseguire lungo l’ex SS 175 fino all’ulteriore svincolo per Bernalda; la stazione ferroviaria più vicina si trova a Metaponto, distante solo 14 km; l’aeroporto di riferimento è quello di Bari, sebbene l’aeroporto di Grottaglie (TA) disti 64 km da Metaponto, più vicino ma meno comodo.

  •  

News più lette

12 Dicembre 2017 La mostra di Frida Kahlo a Milano, Museo ...

La passione, l’arte, la femminilità, il profondo amore per ...

NOVITA' close