Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Montescaglioso

Montescaglioso (Basilicata): la visita alla cittą dei Monasteri

Pagina 1/2

Il comune di Montescaglioso si trova a soli 15 km dalla splendida Matera e si presenta come splendido centro storico-culturale della Basilicata, in particolar modo per la presenza di quattro complessi monastici che gli hanno valso il titolo di "città dei Monasteri".

Riconoscimenti importanti, insomma, tra i quali spicca quello di Gioiello d'Italia 2012 e che non possono che essere frutto di una storia antica, la quale trova le sue origini intorno al VIII secolo a.C., periodo in cui nacque il primo nucleo abitato dalla colonizzazione greca, di cui sono visibili alcuni resti.

In epoca romana, invece, il centro abitato inizia a prendere il nome con cui fu conosciuto per molto tempo, Civitas Severiana. L'epoca medievale fu poi molto importante per lo sviluppo della città e lo fu in particolare la dominazione normanna, sotto la quale si registrarono un notevole sviluppo urbano e demografico e, soprattutto, l'insediamento della comunità benedettina, fattore assai importante per la storia di Montescaglioso.

L'Abbazia di San Michele Arcangelo, costruita appunto per i benedettini, è stata infatti il primo edificio monastico, seguita poi dal convento degli Agostiniani, il convento dei Cappuccini e il monastero femminile della Santissima Concezione. Montescaglioso divenne poi feudo dei marchesi Grillo, sotto i quali vi fu un periodo di benessere che portò anche alla nascita di una nuova borghesia urbana, che si scontrò per molto tempo sia con i monaci benedettini che con gli stessi marchesi.

Con l'occupazione napoleonica, le comunità monastiche vennero soppresse e il feudalesimo abolito. Gli scontri sociali, però, non finirono certo lì e furono la causa della nascita di un fenomeno di brigantaggio dopo l'Unità d'Italia, che si è poi trascinato per molto tempo, causando anche spiacevoli fatti di cronaca e che si è risolto solo negli ultimi decenni.

Per quanto riguarda il turismo, le bellezze artistiche e architettoniche non mancano di certo in questo territorio e sono da ricercarsi principalmente nell'architettura religiosa, non solo grazie ai quattro famosi monasteri ma anche alle numerose chiese, anche rupestri, che arricchiscono questa zona di spiritualità e bellezza. L'Abbazia di San Michele Arcangelo, per iniziare, rappresenta un centro di notevole importanza anche storica in quanto sorge sui resti dell'acropoli della città italica e greca, nella zona alta del centro storico. Edificata intorno al XII secolo, fu protagonista di una storia piuttosto altalenante fatta di decadenza, rinascita e infine di abbandono dei benedettini, che si trasferirono a Lecce nel corso degli scontri con la borghesia della città. Di particolare pregio, dal punto di vista architettonico, sono il bellissimo portale della chiesa, il campanile in stile normanno e gli affreschi del Seicento.

... Pagina 2/2 ... Molto bello è anche il Monastero Benedettino della Santissima Concezione: edificato nel XVII secolo intorno alla omonima chiesa preesistente, fu inizialmente adibito a orfanotrofio femminile e poi trasformato in monastero, fino agli anni '30 dello scorso secolo, in cui fu definitivamente chiuso.

Ma come si è detto, la bellezza di Montescaglioso non è solamente nei monasteri. Vi sono anche delle splendide chiese tutte da scoprire, come la Chiesa Madre dei SS. Pietro e Paolo - di origini antichissime e ricostruita poi in stile barocco - la Chiesa di Sant'Agostino e molte altre, tra cui quelle del Parco delle Chiese Rupestri del Materano.

Montescaglioso è inoltre un territorio ricco di folclore e tradizione, celebrati durante i numerosi eventi che animano la vita cittadina durante l'anno, come la notte dei Cucibocca, la festa patronale di San Rocco e, soprattutto, il Carnevale, tra i più importanti della Basilicata e di cui si sono conservate le antiche usanze e le maschere.

Le figure di rilievo di questa bella manifestazione sono: Carnevalone, il fantoccio vecchio destinato a essere bruciato il Martedì grasso come buon auspicio per l'anno nuovo; la Quaremma, moglie di Carnevalone, e infine Carnevalicchio, la cui nascita avviene durante il rogo di Carnevalone e che rappresenta il nuovo ciclo naturale. Una festa davvero da non perdere.

Per arrivare a Montescaglioso dal versante Tirrenico, occorre percorrere la A3 Salerno-Reggio Calabria, uscire allo svincolo Sicignano-raccordo autostradale "Basentana" SS 407, proseguire per Matera e poi per Montescaglioso. Arrivando dal versante Adriatico, invece, occorre prendere la A14 Bologna-Taranto, uscire a Bari nord, seguire per Altamura, Modugno, Matera e poi Montescaglioso.


loading...
close