Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Monticchio

Monticchio (Basilicata): la visita ai laghi del Monte Vulture

Pagina 1/2

Monticchio è una delle località più suggestive di tutta la Basilicata: si tratta di una frazione divisa tra due Comuni, quello di Atella e quello di Rionero in Vulture, in provincia di Potenza, noto per lo spettacolo offerto dai suoi paesaggi e in particolare dai suoi laghi.

Cenni storici
Monticchio ha origini storiche su cui non si ha conoscenza certa. Quel che è sicuro è che tra le prime popolazioni che si insediarono in questo territorio ci furono i Normanni, ma è molto probabile che il castrum Monticuli, cioè il castello locale in cui si stabilirono, sia stato realizzato già prima della loro venuta. L'area ha visto, tra il X secolo e il XIII secolo, lo stanziamento di diversi ordini monastici (per esempio i Monaci basiliani sono giunti qui per scappare alle lotte iconoclaste, ma anche i Benedettini si sono insediati nella zona in contrasto con l'influenza della Chiesa di Bisanzio).

Più tardi, l'arrivo nel Vulture degli Svevi e l'azione di Federico II hanno lasciato diverse tracce: è quasi certo che la Badia di S. Ippolito sia stata costruita in questo periodo, e che l'imperatore fosse solito praticare la caccia con il falcone nei boschi locali. Con il passare dei secoli, tuttavia, Monticchio ha dovuto fare i conti con un impoverimento economico sempre più evidente, a cui si è aggiunto il fenomeno del brigantaggio: questa zona era un punto di riferimento e strategico molto importante per i briganti, che arrivavano qui per trovare rifugio dalle truppe sabaude.

Cosa vedere
Le principali attrazioni a Monticchio sono rappresentate dallo scenario naturale: la località, infatti, è collocata ai piedi di uno dei vulcani più antichi dell'Appennino Meridionale, il Monte Vulture, e grazie alla riserva regionale Lago piccolo di Monticchio è meta di molti turisti, durante la stagione estiva ma non solo. La Riserva naturale regionale Lago Piccolo fa parte del Comune di Atella ed è stata istituita nella prima metà degli anni Settanta del secolo scorso, con l'obiettivo di tutelare una farfalla notturna molto rara, la Bramhea Europea.

Come detto, sono i laghi ad attirare l'attenzione: si trovano all'interno delle bocche crateriche del vulcano, alla falda sud, e hanno colori diversi anche se comunicano tra di loro: quello del Lago Grande, per esempio, è più verde oliva, mentre quello del Lago Piccolo è verdastro. Le acque del Vulture sono rinomate per le loro propietà e sono ricche di minerali. E' proprio qui che viene imbottigliata l'acqua Gaudianello, che ricca di CO2 del vulcano presenta una gradevole effervescenza.

Al di là delle location naturali, non mancano monumenti ed edifici particolari: è il caso, per esempio, dell'Abbazia di San Michele Arcangelo, che si affaccia sul Lago Piccolo, costruita addirittura nell'VIII secolo dopo Cristo vicino a una grotta in cui vivevano i Monaci basiliani. La particolarità di questa struttura è che è stata edificata su una grotta scavata direttamente nel tufo. Oggi l'abbazia comprende un convento che si sviluppa su diversi piani, la cappella di San Michele e una chiesa risalente al Settecento.
... Pagina 2/2 ...
Tra le attività che si possono compiere sui Laghi di Monticchio durante la bella stagione c'è la possibilità di noleggiare un pedalò, e compere un tour panoramico vedendo l'abbazia di San Michele Arcangelo e il vulcano Vulture da delle magnifiche prospettive.

Per i turisti, può essere piacevole andare alla scoperta anche del Museo di Storia Naturale del Vulture, che ha aperto i battenti nel dicembre del 2008 e che è ospitato nei primi due piani dell'abbazia. Si tratta di una proposta culturale che offre ai visitatori la possibilità di conoscere tutta la storia del Vulture, un vulcano che ha 750mila anni di vita, per un viaggio indietro nel tempo.

A Monticchio merita una visita anche l'Abbazia di Sant'Ippolito, a sua volta molto antica, essendo datata tra il XI e il XII secolo: si trova tra i due laghi, ed è un rudere dato che venne in massima parte distrutta dal terremoto del 1456. Il sisma ha compromesso anche il castello di Monticchio, in località San Vito: un edificio dalla lunga storia, che però i diversi terremoti che hanno colpito il Vulture nel corso dei secoli hanno quasi completamente sacrificato.

Eventi e manifestazioni
L'evento principale che si svolge a Monticchio è la Festa di San Michele Arcangelo, che è organizzata dalla Parrocchia Santa Maria delle Vittorie nel mese di settembre. Nello stesso periodo va in scena anche la Fiera di San Michele, vicino al Lago Piccolo, con stand di prodotti di artigianato artistico e bancarelle di delizie culinarie, ma anche spettacoli di falconeria, show musicali e danze, nella location straordinaria dei ruderi di Sant'Ippolito. A dicembre per il periodo dell'Immacolata, vengono organizzati dei mercatini natalizi presso la Badia di San Michele Arcangelo.

Come arrivare
Per arrivare a Monticchio in auto, è necessario, da Potenza, raggiungere la Strada Statale 93 da percorrere in direzione Melfi - Foggia: una volta arrivati a Rionero in Vulture, si continua fino alla destinazione desiderata lungo la Strada Statale 167.
loading...
close