Cerca Hotel al miglior prezzo

Noli (Liguria): vacanza nel borgo ligure e nel suo mare

Noli, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Se si passeggia di sera lungo la riviera ligure, cullati dallo sciacquio delle onde e accarezzati dal bagliore dolce della luna, si possono scorgere delle piccole barche a motore che lasciano la riva col calare della notte, per fare ritorno la mattina seguente con un appetitoso bottino di pesce fresco. I pescatori partono da Noli, una delle poche località marinare in cui la tradizione della pesca si mantiene viva come un tempo, secondo i ritmi e le usanze di una volta.

A popolare l’incantevole borgo ci sono appena 3 mila anime, che possono godere per tutto l’anno del clima mite della Liguria e sono fieri di vivere in uno dei Borghi più belli d’Italia. Incastonata lungo la Riviera ligure di Ponente, in provincia di Savona, Noli è una cittadina pittoresca e affascinante, racchiusa in uno scenario ancora più bello: si trova infatti all’interno di un’insenatura sottile, delimitata a est dall’Isola di Bergeggi e a sud ovest dall’omonima capo alla foce del torrente Luminella.

Capitale della repubblica omonima dal 1192 al 1797, e quindi considerata la quinta Repubblica Marinara, Noli è oggi una rinomata stazione balneare che accoglie un numero sempre maggiore di turisti, ma che allo stesso tempo non rinuncia all’aspetto gentile e riservato delle vecchie borgate portuali. Il centro è caratterizzato dalle viuzze strette e tortuose, dette caruggi, spesso sovrastate da archetti in pietra e agghindate di balconi colmi di fiori.

Il centro della cittadina, che un tempo si affacciava direttamente sulla spiaggia e sul Mar Ligure, oggi si affaccia sulla Via Aurelia con un grande fronte porticato, originariamente utilizzato come centro marinaro dell’abitato. Tra le vie e le piazzette di Noli oggi si possono ammirare alcuni monumenti ed edifici di grande valore storico, come la Chiesa di San Paragorio, che a ragione è stata inserita tra i monumenti nazionali italiani e che costituisce una delle costruzioni più antiche della zona. In stile romanico, con l’abside rivolto verso il mare, la chiesa venne realizzata nell’XI secolo su una precedente struttura paleocristiana o dell’alto medioevo.

Non è da meno la concattedrale di San Pietro, realizzata nel XIII secolo ma rimaneggiata nel corso del XVII secolo, custode di un bell’altare seicentesco e di una cattedra vescovile del XVI secolo. Infine la chiesa di San Francesco d’Assisi risale al XIII secolo, nata come convento e convertita in chiesa nella seconda metà del XVII secolo. Oggi, durante il periodo estivo, ospita il collegio dei Chierici Regolari di San Paolo.

Tra le architetture civili vale la pena di vedere la torre del palazzo del Comune, del XIV-XV secolo, e il seicentesco palazzo Viale-Salvarezza, voluto dal senatore della Repubblica di Genova Antonio Viale. Nonostante le modifiche apportate all’edificio negli anni Settanta del Novecento, la residenza conserva tuttora parte della decorazione esterna originaria e fino a poco tempo fa, nella facciata, era incastonata una palla di cannone sparata dalla flotta inglese durante un bombardamento navale del 1808. Le strutture militari più interessanti di Noli sono il castello di Monte Ursino (vedi foto), fondato nel XII secolo, e la Fortezza dell’Eremo di Capo Noli. Nel 1565 era stato costruito il Forte del Portello, a difesa del porto e del litorale, ma in seguito venne distrutto e oggi non esiste più.

Aldilà delle testimonianze storiche che si possono riconoscere in monumenti ed edifici antichi, chi visita Noli può godere di un ambiente naturale straordinario e vivere all’aria aperta. Sono innumerevoli i sentieri che dalla costa conducono sulle alture che sovrastano il paese, ma vale la pena di esplorare anche l’altopiano delle Manie, che si estende da Noli a Finale Ligure, cotituito da una grande pineta intervallata, in certi punti, da bei vitigni carichi di acini succosi.

Per il divertimento e i peccati di gola, invece, non c’è niente di meglio delle manifestazioni che vengono organizzate a Noli nell’arco dell’anno, perfette per conoscere le tradizioni locali e assaggiare i piatti migliori della gastronomia tipica. Il 29 giugno nella borgata di Voze c’è la festa dei Santi Pietro e Paolo, mentre in luglio si festeggiano Sant’Eugenio la seconda domenica e Sant’Ignazio il 31. L’ultima domenica di agosto c’è la festa dei Danti Anna e Gioacchino, e la seconda domenica di settembre l’estate si conclude con la famosa regata dei Rioni di Noli, cui partecipano i rioni Burgu, Màina, Ciassa e Purtellu.

A favorire la vita all’aria aperta, il relax sulla spiaggia e l’atmosfera di festa ci pensa il clima mediterraneo della Liguria, che garantisce estati calde ma ventilate, inverni miti e precipitazioni contenute, quasi assenti nella bella stagione. Le temperature medie di gennaio vanno da una minima di 1°C a una massima di 12°C, mentre in luglio si passa da 16°C a 29°C. Le precipitazioni toccano il picco massimo in ottobre, con una media di 106 mm di pioggia.

Per raggiungere Noli si possono valutare diverse opzioni. La cittadina si trova lungo la Strada Provinciale 1 Aurelia ma non è raggiungibile direttamente mediante autostrada, quindi, dall’autostrada A10, conviene uscire a Spotorno e continuare secondo i cartelli. La stazione ferroviaria più vicina è quella di Spotorno-Noli, sulla linea Ventimiglia-Genova nel tratto compreso tra Ventimiglia e Savona. Gli aeroporti più vicini sono quelli di Genova e Nizza (Francia), rispettivamente a 59 km e 150 km da Noli.
  •  

News più lette

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close