Cerca Hotel al miglior prezzo

Cogoleto: vacanza nel mare e sulle spiagge della Riviera Ligure

Pagina 1/2

Lungo la costa della Liguria, tra tanti villaggi marittimi apparentemente simili tra loro, ce n’è uno dove i pescatori operano con una fierezza unica, forti di una tradizione tenace: è Cogoleto, antico borgo di lupi di mare, da sempre patria di naviganti e marinai, che secondo gli abitanti più anziani avrebbe dato i natali nientemeno che al grande Cristoforo Colombo, celebre scopritore del Nuovo Mondo. Oggi i conterranei del famoso avventuriero sono poco meno di diecimila, raccolti in un borgo pittoresco tra roccia e battigia, in provincia di Genova.

Collocato 30 chilometri ad ovest del capoluogo, Cogoleto si concentra sul litorale ma comprende qualche frazione minore, spruzzata nell’entroterra verso le montagne, come le località di Lerca, Sciarborasca e Pratozanino. Incastonato tra Sassello, Varazze, Arenzano e la distesa turchese del Mar Ligure, si adagia su un territorio variegato, ricamato di piccoli torrenti e dominato dalla vetta del monte Rama. Per tutelare simili bellezze è stato istituito da tempo il Parco Naturale Regionale del Beigua, a confermare la meraviglia paesaggistica che circonda il paese: una scultura di roccia e memoria incastonata tra il verde e l’azzurro, in posizione privilegiata e panoramica.

Una posizione privilegiata anche per quanto riguarda le condizioni climatiche, dato che l’Appennino Ligure protegge Cogoleto dai venti più forti e dalle precipitazioni, mentre la vicinanza al mare assicura temperature sempre miti, senza picchi eccessivi di caldo o di freddo. Le temperature medie di gennaio, il mese più freddo, vanno da una minima di 5°C a una massima di 11°C, mentre in luglio e agosto si passa dai 21°C ai 27°C. Le piogge vanno in vacanza per tutta la bella stagione, e si ripresentano più frequentemente soltanto in autunno, in particolare in ottobre, quando cadono in media 153 mm di pioggia.

Chi arriva sulla costa ligure e viene accolto da un clima tanto piacevole può pianificare una vacanza divertente, rilassante e appassionante allo stesso tempo, godendo della spiaggia, del paesaggio montano e dei monumenti storici che si celano nel dedalo intricato del centro. Tra le testimonianze del passato che varrebbe la pena di vedere, ma a cui si deve rinunciare, c’è l’antica fortificazione dell’abitato: demolito nel 1809, per far posto alla costruzione della Via Aurelia, si trattava di un vero e proprio castello con una fortificazione a difesa del borgo. Della struttura originaria si possono ancora osservare i tipici vicoli stretti, i passaggi coperti e gli archi, ma specialmente le quattro torri d’avvistamento ormai integrate nel tessuto urbano.

... Pagina 2/2 ...Entrati nel cuore di Cogoleto si può cominciare l’esplorazione dall’Oratorio di San Lorenzo, custode di opere d’arte molto interessanti, tra cui un dipinto di Giovanni Battista Carlone che raffigura il Martirio del Patrono, realizzato nel corso del Seicento. A breve distanza ci si imbatte nella Cappella di San Sebastiano, fondata nel XVI secolo ma ristrutturata all’inizio del Novecento, mentre occupa l’esatta sede dell’antico castello la Parrocchia di Santa Maria Maggiore, risalente al 1877, con una pregiata pala d’altare del Seicento.

Passati in rassegna i gioielli più preziosi del centro storico, arriva il momento di scoprire i dintorni di Cogoleto, con gli scorci paesaggistici affascinanti e le borgate pittoresche disseminate tra il verde e le rocce. Ad attirare qui i visitatori è soprattutto il mare, limpido e servito da stabilimenti balneari moderni, ma la vita all’aria aperta trova uno scenario spettacolare anche nell’entroterra, dove il Monte Beigua offre numerosi percorsi di trekking e sentieri per la bicicletta. Passeggiando o pedalando si possono raggiungere le frazioni vicine: a Lerca c’è una bella torre costiera di avvistamento, a Faie ci sono la Chiesa di San Bernardo e la Chiesa di Sant’Anna, e fuori dal centro abitato si può vedere la seicentesca Villa Durazzo.

Tornando nel cuore di Cogoleto vale la pena di prendere parte ad alcune delle numerose manifestazioni organizzate in paese nell’arco dell’anno. Sono frequenti le celebrazioni per i santi patroni del paese, in particolare il 10 agosto si tiene la festa di San Lorenzo con la processione dei Cristi per le vie del borgo, seguita da uno spettacolo pirotecnico di grande effetto e accompagnata da un ricco mercatino, dove si possono acquistare le delizie tipiche del territorio. L’autunno prevede la rassegna “Autunno Musicale” e il mercatino dei prodotti artigianali, mentre in primavera si disputa nel lungomare Varazze-Arenzano il Trofeo Fantozzi, una famosa coppa del mondo per corridori ipodotati.

Per raggiungere Cogoleto ci sono diverse possibilità. Chi si sposta in auto, a seconda della direzione di provenienza, può percorrere l’autostrada A10 in direzione Genova-Ventimiglia e uscire ad Arenzano, oppure in direzione Ventimiglia-Genova con uscita a Varazze, per poi seguire le indicazioni stradali fino alla meta. Se si prende il treno si può scendere direttamente a Cogoleto, sulla linea Genova-Ventimiglia, mentre l’aeroporto più vicino, a una trentina di chilometri, è il Cristoforo Colombo di Genova.
01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close